Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)
Insegnamento
PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI VITA E DELLA COMUNITA'
MEP5072220, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)
ME1860, ordinamento 2015/16, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HEALTH PREVENTION AND PROMOTION IN THE LIVING ENVIRONMENT AND COMMUNITY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità Pubblica
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede CONEGLIANO (TV)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ASSISTENZA SANITARIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI ASSISTENTE SANITARIO)

Docenti
Responsabile TATJANA BALDOVIN MED/42

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative MED/42 1.0
CARATTERIZZANTE Scienze dell'assistenza sanitaria MED/42 4.0
CARATTERIZZANTE Scienze dell'assistenza sanitaria SPS/10 1.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 60 90.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Syllabus
Prerequisiti: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Conoscenze di base di Biologia, Chimica inorganica ed organica, Fisica, Elementi di Ecologia, Epidemiologia
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: Nessuno
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: Consapevolezza della necessità di dover operare in un sistema sanitario che ha al centro la figura del paziente e la sua sicurezza e che deve mirare al miglioramento continuo della qualità delle prestazioni offerte.
Conoscenze e abilita' da acquisire: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Acquisizione delle basi scientifiche per analizzare i rapporti tra ambiente e salute connessi alle problematiche legate all’inquinamento chimico, fisico e biologico delle diverse matrici ambientali in ambito comunitario e ospedaliero. Conoscere le tipologie di rischio ambientale e le relative fonti. Acquisire le basi scientifiche per l’identificazione, la quantificazione, il controllo e la prevenzione dei principali contaminanti negli ambienti di vita e di lavoro. Conoscere i principali effetti sulla salute a breve, medio e lungo termine dell’esposizione agli inquinanti ambientali. Conoscere i principali riferimenti legislativi in tema di prevenzione ambientale. Acquisizione di capacità critica su basi sociologiche e capacità relazionali per il lavoro di indagine e ricerca sociale sul campo e nella lettura dei rapporti tra società e ambiente.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO : Il corso intende analizzare gli assi fondativi della disciplina secondo un'ottica interdisciplinare. Si analizzeranno in modo specifico le dinamiche interattive tra individuo, società, ambiente e istituzioni.
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): conoscenze delle principali teorie sociologiche ambientali e territoriali per la comprensione della complessità della realtà in cui un operatore sanitario opera in modo da poter analizzare i determinanti di salute, i fattori di rischio e le strategie di intervento appropriate al contesto di riferimento;
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding): capacità di applicare conoscenze per riconoscere i bisogni degli utenti nei vari contesti di vita (ambientali e territoriali);
Autonomia di giudizio (making judgements) : sviluppo dell'abilità di definire priorità su gruppi di pazienti e di decidere gli interventi di promozione della salute adeguati al contesto ambientale e territoriale tenendo conto anche delle influenze legali, politiche, geografiche, economiche, etiche e sociali;
Abilità comunicative (comunication skills): gestire conflitti derivanti da posizioni diverse; facilitare il coordinamento dell’assistenza sanitaria per raggiungere gli esiti di salute desiderati;
Capacità di apprendimento (learning skills): sviluppare abilità di studio indipendente con capacità di coltivare dubbi e tollerare incertezze derivanti dallo studio; porsi interrogativi sull’esercizio della propria attività; dimostrare capacità e autonomia nel cercare le informazioni necessarie per risolvere problemi o incertezze della pratica professionale.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: Conoscenza dei percorsi di certificazione ed accreditamento, obbligatori e volontari, possibili per le strutture sanitarie, riconoscimento di un evento avverso o evento sentinella, compilazione della scheda di Incident Reporting , avvio di una analisi del rischio all’interno di un processo sanitario e della azione correttiva relativa.
Modalita' di esame: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Prova scritta e/o orale.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: L'esame finale sarà scritto. Verranno formulate tre domande a risposta aperta riguardanti il contenuto delle lezioni e i testi indicati in bibliografia. Ad ogni risposta sarà attribuito un punteggio tra 0 e 10. Il voto finale dell'esame sarà dato dalla somma matematica dei punteggio ottenuti nelle tre domande.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: la modalità sarà comunicata dal docente in aula.
Criteri di valutazione: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: L’esame verterà su quesiti inerenti al programma del corso per definire: conoscenza e capacità di comprensione degli argomenti svolti, padronanza dei concetti e delle metodologie proposte. Nello specifico per la parte inerente alla sociologia dell'ambiente e del territorio, i criteri di valutazione verteranno sulla capacità di sviluppo autonomo delle argomentazioni, sulla capacità di collocazione empirica delle argomentazioni, sulla capacità di indagine e critica delle argomentazioni sociologiche.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: Durante l'esame finale gli studenti dovranno dimostrare capacità di analisi utilizzando i principali paradigmi teorici della sociologia dell'ambiente e del territorio, la conoscenza delle questioni chiave nel campo della sociologia dell'ambiente e la capacità di discutere criticamente le problematiche ambientali e territoriali utilizzando la letteratura sociologica rilevante.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: comunicati dal docente in aula.
Contenuti: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Rapporto tra ambiente e salute secondo l’OMS. Inquinamento ambientale: tipologia, natura e comportamento dei contaminanti nei diversi comparti ambientali. Principali effetti inquinanti sulla salute umana. Gli studi di tossicità. Infezioni ospedaliere e misure di controllo. Aria e inquinamento atmosferico: caratteristiche, fonti e cause di inquinamento, influenza fenomeni atmosferici sulla qualità dell’aria, principali inquinanti atmosferici e loro effetti tossici. Principali fenomeni conseguenti all’inquinamento atmosferico. Programmi di controllo e normativa vigente. Ambiente indoor: caratteristiche, fattori microclimatici e loro misura. Fonti e cause inquinamento indoor. Contaminanti fisici, chimici e biologici dell’aria confinata. Controllo qualità dell’aria indoor. Standard di sicurezza e igiene ambientale nel blocco operatorio. Pulizia, detersione e disinfezione di locali e attrezzature in ambito ospedaliero. Il processo di sterilizzazione. Acqua: caratteristiche e tipologia. Requisiti di qualità delle acque destinate al consumo umano. Trattamenti di potabilizzazione delle acque. Uso acqua in ospedale e Water Safety Plan. Acque reflue: caratteristiche acque di rifiuto urbane, industriali ed agricole, metodi di valutazione dei liquami. Allontanamento e smaltimento naturale e artificiale. Trattamenti primari, secondari e terziari del refluo. Rifiuti solidi: classificazione e composizione rifiuti solidi urbani, rifiuti speciali e pericolosi. Raccolta differenziata. Metodi di smaltimento rifiuti: discarica controllata, compostaggio, incenerimento, recupero e riciclaggio. Considerazioni igienico-sanitarie ed ambientali in rapporto ai diversi processi smaltimento rifiuti. Gestione rifiuti ospedalieri.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: definizione sociologica di ambiente e di territorio; conoscere un contesto ambientale; saper leggere e comprendere un sistema sociale sia esso un gruppo di persone, un territorio, un’istituzione; acquisire l’abilità nel riconoscere quali fenomeni osservare, come osservali; saper capire e mettere in evidenza gli intrecci tra 4 dimensioni fondamentali nelle relazioni interpersonali e intergruppi (comunità /società, centro/periferia); interiorizzare come le rappresentazioni soggettive dell’operatore in merito ad esse influenzino il suo agire personale e professionale.
• L'origine della sociologia dell'ambiente.
• I contributi della sociologia nordamericana e di quella europea
• Conflitti ambientali: dimensioni analitiche e attori, sindrome Nimby, il rischio e il ruolo dell'expertise
• Confini e oggetto di studio della sociologia urbana e rurale
• Processi di urbanizzazione, sprawl, contro-urbanizzazione, sviluppo urbano e sostenibile, gentrification, segregazione residenziale e immigrazione
• Quartiere e salute
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: Evoluzione del concetto di qualità in sanità nel tempo, la normativa regionale in materia, percorsi di certificazione e accreditamento istituzionale/volontario, concetto di rischio clinico, eventi avversi ed eventi sentinella, strumenti possibili per la gestione della sicurezza del paziente (FMEA, Incident Reporting), problematiche e novità in campo assicurativo.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Lezioni frontali con utilizzo di supporti. Eventuali approfondimenti di tematiche inerenti all'insegnamento mediante gruppi di lavoro e visite guidate sul campo.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: : Lezioni frontali, simulazioni ed eventuali rielaborazioni con gli studenti.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: Lezioni frontali ed eventuali rielaborazioni con gli studenti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA: Ulteriori indicazioni sul materiale di studio verranno fornite nel corso delle lezioni.
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: A cura del Docente. Verrà fornita una dispensa con articoli e altri materiali di approfondimento.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: A cura del Docente.

Testi di riferimento
IGIENE AMBIENTALE E OSPEDALIERA:
• Bertani, Famiglia e politiche familiari in Italia. Conseguenze della crisi e nuovi rischi sociali. Milano: FrancoAngeli,
• C. Signorelli, D. D’Alessandro, S. Capolongo. Igiene Edilizia e Ambientale. Roma: Società Editrice Universo. 3a edizione. 2007
• Boccia Artieri, Gli effetti sociali del web. Forme della comunicazione e metodologie della ricerca on line. Milano: FrancoAngeli
SOCIOLOGIA DELL'AMBIENTE E DEL TERRITORIO: Materiale fornito dal docente.
• Costa G., Stroscia M., Zengarini N., Demaria M. 40 anni di salute a Torino. Spunti per leggere i bisogni e i risultati delle politiche. Milano: Inferenze, 2017.
• Struffi L. Lezioni di sociologia dell'ambiente. Trento : Università di Trento, 2001.
• Vicari Haddock S. (a cura di). Questioni urbane. Caratteri e problemi della città contemporanea. Bologna: Il Mulino, 2013.
SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ E DEL RISCHIO CLINICO: Materiale fornito dal docente.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Peer feedback

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Citta' e comunita' sostenibili Consumo e produzione responsabili