Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
ASTRONOMIA
Insegnamento
SPERIMENTAZIONI DI FISICA 1 (MOD. B)
SCP4067975, A.A. 2017/18

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ASTRONOMIA
SC1160, ordinamento 2008/09, A.A. 2017/18
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese EXPERIMENTS IN PHYSICS 1 (PART B)
Sito della struttura didattica http://astronomia.scienze.unipd.it/2017/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei"
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dfa/course/view.php?idnumber=2017-SC1160-000ZZ-2017-SCP4067975-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile GIULIA RODIGHIERO FIS/05

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SCP4067973 SPERIMENTAZIONI DI FISICA 1 GIULIA RODIGHIERO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Sperimentale e applicativo FIS/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
LABORATORIO 3.0 36 39.0 2
LEZIONE 3.0 24 51.0 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/10/2017
Fine attività didattiche 15/06/2018
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Conoscenze di base di matematica e fisica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente acquisira' la capacita' di analizzare in modo critico e costruttivo le misure fisiche, avendo a disposizione strumenti di elaborazione computazionali anche per associare formalmente una incertezza alle proprie misure.
Modalita' di esame: Prove scritte o orali.
Criteri di valutazione: Valutazione delle prove di laboratorio, delle relazioni e dell'esame finale.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il metodo scientifico.
Grandezze fisiche.
Misura e strumenti di misura.
Sensibilita', accuratezza, precisione.
Errori sistematici e casuali.
-
Media aritmetica.
Scarto quadratico medio ed indeterminazione della media.
Significato statistico.
Arrotondamento dei decimali dopo la virgola e cifre significative.
-
Fondamenti della teoria della probabilità.
Leggi della probabilità totale, della probabilità composta
e della probabilità condizionata.
-
Rappresentazione grafica dei dati: istogrammi, stime di tendenza centrale e stime di dispersione.
Variabili casuali o aleatorie.
Distribuzioni di probabilita' per variabili discrete; funzioni di densita' di probabilita' per variabili continue e relative proprietà.
-
Distribuzione binomiale, gaussiana e poissoniana.
-
L'errore accidentale come variabile aleatoria.
Distribuzione degli errori accidentali.
-
Teoria della propagazione degli errori: caso generale e casi particolari.
Esempio di applicazione della propagazione degli errori in fisica.
Propagazione degli errori statistici.
Combinazione di errori massimi e statistici.
-
La media pesata: metodo diretto e indiretto.
-
Il metodo dei minimi quadrati: applicazione al caso lineare.
Generalizzazione del metodo dei minimi quadrati.
-
Il coefficiente di correlazione lineare.
-
Il test del chi^2.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Esperienze in laboratorio:

Misure dell'accelerazione di gravita' con la guidovia.

Misure con lʼestensimetro: la legge di Hook.

Il pendolo di Kater.

Il volano.

Il viscosimetro a caduta.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Dispense messe a disposizione degli studenti. Testi di riferimento.
Testi di riferimento:
  • J.R.Taylor, Introduzione all ʼanalisi degli errori. --: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo
  • M. Loreti, Teoria degli errori e fondamenti di statistica. --: --, --. Cerca nel catalogo