Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
BIOLOGIA
Insegnamento
ANATOMIA COMPARATA
SC04100241, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
BIOLOGIA
SC1165, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese COMPARATIVE ANATOMY
Sito della struttura didattica http://biologia.scienze.unipd.it/2018/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biologia
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARIA BERICA RASOTTO BIO/06

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline biologiche BIO/06 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 2.0 32 18.0
LEZIONE 7.0 56 119.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 anatomia comparata 2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 RASOTTO MARIA BERICA (Presidente)
MAZZOLDI CARLOTTA (Membro Effettivo)
DALLA VALLE LUISA (Supplente)
7 ANATOMIA COMPARATA 2017/2018 01/10/2017 25/11/2018 RASOTTO MARIA BERICA (Presidente)
MAZZOLDI CARLOTTA (Membro Effettivo)
DALLA VALLE LUISA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso prevede conoscenze di Biologia cellulare, Biologia Molecolare, Genetica e Zoologia
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire allo studente le conoscenze di base sulla biologia e l'anatomia dei Vertebrati in chiave evoluzionistica, con particolare riguardo a:
1) l’acquisizione dei fondamenti del metodo comparativo;
2) l’acquisizione dei fondamenti della morfologia funzionale;
3) la conoscenza dell’organizzazione e del differenziamento degli apparati dei Vertebrati;
4) l'uso della terminologia appropriata.

Attraverso le attività di laboratorio ed il lavoro di gruppo, lo studente sarà in grado di:
1) riconoscere e descrivere in modo appropriato i diversi apparati e organi dei vertebrati;
2) riconoscere e descrivere in modo appropriato le fasi dello sviluppo embrionale e dell'organogenesi dei vertebrati ad uova mesolecitiche (modello anfibi) e telolecitiche (modelli pesci e uccelli);
3) utilizzare la morfologia come strumento di comprensione dell'adattamento all'ambiente e delle relazioni struttura-funzione;
4) lavorare in gruppo;
5) sviluppare capacità di sintesi e autonomia di giudizio;
6) sviluppare abilità comunicative
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze acquisite è organizzata in due parti:
1) prova scritta di riconoscimento e descrizione di 7 preparati macroscopici e microscopici riguardanti l'embriologia e i diversi apparati dei vertebrati. Questa prova è basata sul materiale studiato e discusso nelle attività di laboratorio (2 CFU)
2) prova scritta con 3 domande aperte, volte ad evidenziare le conoscenze, il lessico scientifico, la capacità di sintesi e di discussione critica acquisite durante il corso. Questa prova è basata sui temi trattati nelle lezioni frontali e nel lavoro di gruppo (7 CFU).

Il voto finale viene espresso come media pesata tra le due parti
Criteri di valutazione: I criteri con cui verrà effettuata la verifica delle conoscenze e abilità acquisite sono:
1) comprensione degli argomenti trattati;
2) capacità critica di collegamento delle conoscenze acquisite;
3) completezza delle conoscenze acquisite;
4) capacità di sintesi;
5) proprietà delle terminologia utilizzata
Contenuti: I contenuti del progamma, in sintesi, possono essere suddivisi in 4 parti principali:

1) Concetti fondamentali e principi dell’Anatomia Comparata (1 CFU di lezioni frontali).
Definizione della disciplina, metodi e oggetti di studio. Piani e assi del corpo, foglietti embrionali. Adattamento. Convergenza. Analogia. Omologia. Relazioni struttura-funzione a livello interspecifico e intraspecifico.

2) I Cordati (0,5 CFU di lezioni frontali): breve ripresa delle conoscenze acquisite nell'insegnamento di Zoologia.
Caratteri del phylum e loro espressione in Tunicati, Cefalocordati, Vertebrati. Origine e filogenesi del phylum.
I Vertebrati - Criteri di classificazione e caratteri generali di Agnati e Gnatostomi, Ittiopsidi e Tetrapodi, Anamni e Amnioti. Le classi dei Vertebrati, le loro relazioni filogenetiche e le tappe principali del loro percorso evolutivo.

3) Lo sviluppo embrionale dei Vertebrati (1 CFU di lezioni frontali; 0,5 CFU di laboratorio)-
Tipi di uova, modalità di fecondazione e di riproduzione (oviparità, ovoviviparità, viviparità). Meccanismi di segmentazione, gastrulazione, neurulazione. I foglietti embrionali. Gli annessi embrionali.

4) Morfologia funzionale dei Vertebrati (4,5 CFU di lezioni frontali; 1,5 CFU di laboratorio)
Analisi comparata delle relazioni struttura-funzione di alcuni apparati dei Vertebrati: apparato tegumentario, sistema nervoso e organi di senso, apparato scheletrico, apparato muscolare (in relazione alla locomozione), apparato circolatorio e respiratorio, sistema urogenitale.
L'analisi comparativa dei diversi adattamenti viene usata anche come strumento per la conservazione/gestione sostenibile delle specie, evidenziando elementi di forza o di vulnerabilità rispetto ai cambiamenti ambientali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso è organizzato in lezioni frontali (1), attività di laboratorio (2) e lavori di gruppo (3).

1. Le conoscenze previste dal programma sono presentate nelle lezioni frontali utilizzando ppt impostati con immagini, schemi e video. L'insegnamento è interattivo, con domande e presentazione di casi di studio (basati su articoli o review), per promuovere la riflessione critica e la discussione in aula. Test periodici di autovalutazione vengono resi disponibili agli studenti nella pagina e-learning (https://elearning.unipd.it/cmela/) dell'insegnamento.

2. Le attività di laboratorio sono dedicate allo studio di preparati macroscopici e microscopici riguardanti parti del programma già illustrate nelle lezioni frontali, quali: l'embriologia dei vertebrati, l'anatomia dei vertebrati con particolare riferimento agli apparati tegumentario, scheletrico circolatorio, urogenitale e al sistema nervoso. Al termine di ogni laboratorio viene lanciato agli studenti un breve test di feedback utilizzando la pagina dell'insegnamento attivata nella risorsa online letsfeedback.com

3. Le attività di gruppo consistono nell'approfondimento con approccio multidisciplinare (comportamento, ecologia, genetica, biochimica, ecc.) di temi legati all'evoluzione dei vertebrati. Ciascun tema viene sviluppato da gruppi di 4-5 studenti e i contenuti presentati alla classe e discussi collegialmente. Il materiale di partenza per questi approfondimenti è fornito dal docente che imposta e segue lo sviluppo del lavoro attraverso:
a) l'illustrazione dei fondamenti della ricerca bibliografica, con particolare riguardo alle risorse disponibili in ateneo;
b) incontri quindicinali di confronto e discussione.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Tutto il materiale didattico utilizzato per le lezioni frontali e per la presentazione delle attività di laboratorio (ppt, articoli su casi di studio e review) è reso disponibile agli studenti nella pagina del corso della piattaforma e-learning: https://elearning.unipd.it/cmela/.
Sulla stessa piattaforma viene condiviso il materiale utilizzato (articoli e review) e prodotto (file pdf delle presentazioni orali) dai gruppi di studio
Ulteriori informazioni sul materiale utilizzato nelle attività di laboratorio e' disponibile ad sito: http://fog.bio.unipd.it/Anatomia_Comparata/
Testi di riferimento:
  • Stingo V et al., Anatomia comparata. Milano: Edi-Ermes, 2016. Cerca nel catalogo
  • Pough FH, Janis CM, Heiser JB,, Zoologia dei vertebrati. Torino: Pearson, 2014. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Working in group
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • letsfeedback.com

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
La vita sott'acqua La vita sulla Terra