Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
BIOLOGIA
Insegnamento
FISIOLOGIA VEGETALE (MOD.B)
SCP4068160, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
BIOLOGIA
SC1165, ordinamento 2008/09, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 7.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PLANT PHYSIOLOGY (MOD. B)
Sito della struttura didattica http://biologia.scienze.unipd.it/2019/laurea
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biologia
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/biologia/course/view.php?idnumber=2019-SC1165-000ZZ-2017-SCP4068160-N0
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile MICHELA ZOTTINI BIO/04

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SCP4068159 FISIOLOGIA GENERALE E VEGETALE (C.I.) --

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline biomolecolari BIO/04 7.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 1.0 16 9.0
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Conoscenze di base di biochimica, biologia molecolare e cellulare e biologia vegetale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il principale obiettivo formativo consiste nella comprensione dei processi funzionali a livello di cellule, tessuti ed organismi in sistemi animali e vegetali, relativamente agli scambi di materia, energia ed informazione.
1. Essere in grado di descrivere i processi di scambio di materia, energia ed informazione a livello di singole cellule e tessuti animali e vegetali;
2. Essere in grado di descrivere le basi molecolari che sottendono i processi bioelettrici e la codificazione di informazione attraverso essi;
3. Essere in grado di descrivere le basi fisiologiche e molecolari dei meccanismi di assorbimento ed assimilazione dei nutrienti nelle piante.
4. Essere in grado di descrivere le basi della motilità a livello di apparato muscolare nelle sue diverse strutturazioni;
5. Essere in grado di descrivere le basi molecolari del trasferimento di informazione attraverso segnali chimici;
6. Essere in grado di usare una terminologia appropriata;
7. Essere in grado di organizzare un ragionamento scientifico con rigore logico.
Modalita' di esame: Entrambi i moduli prevedono una verifica di profitto scritta con domande aperte per ogni blocco di argomenti del programma. Il modulo di Fisiologia vegetale prevede anche domande a scelta multipla.
Criteri di valutazione: La risposta a ciascuna domanda è valutata numericamente rispetto a:
1. Completezza delle conoscenze acquisite;
2. Chiarezza espressiva e correttezza nell'utilizzo dei termini scientifici;
3. Consequenzialità e coerenza logica nella risposta;
4. Presenza di errori.
Il punteggio totale dell'esame risulta dalla somma dei punteggi riportati nelle singole risposte.
La predisposizione di una relazione scritta sugli esperimenti di esercitazione, e la sua consegna nei tempi indicati, è requisito irrinunciabile alla valutazione della prova d'esame. Il voto finale consisterà nelle media ponderata dei voti ottenuti nei singoli moduli.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: - La pianta e l’acqua. Potenziale idrico, l’acqua nel terreno. L’acqua nella pianta: bilancio idrico. Assorbimento radicale, salita della linfa xilematica, la traspirazione. Gli stomi. Movimenti stomatici e fattori di regolazione. La nutrizione minerale. Macro e microelementi. Assorbimento degli elementi minerali: sistemi di trasporto membranali e regolazione.
- Trasporto floematico: carico e scarico. Flusso di massa. Composizione del succo floematico.
- Fotosintesi clorofilliana. Pigmenti fotosintetici: clorofille e carotenoidi. Caratteristiche molecolari dei pigmenti, spettri di assorbimento della luce, meccanismi di eccitazione e deeccitazione. Pigmenti antenna e pigmenti fotochimicamente attivi. Complessi pigmento-proteina. Fotosistemi. Organizzazione delle membrane fotosintetiche. Il sistema tilacoidale nei cloroplasti. Il PSI il PSII e gli altri componenti delle catene fotosintetiche di trasporto degli elettroni. Le reazioni luminose della fotosintesi. Schema Z e fotofosforilazione. Flusso non ciclico, ciclico e pseudociclico degli elettroni. Separazione spaziale dei fotosistemi nelle membrane tilacoidali: cause, funzioni e regolazione. Reazioni del carbonio. L’enzima Rubisco e la fissazione della CO2. Ciclo di Calvin (C3): reazioni e regolazione. Allocazione e ripartizione dei fotosintati. Sintesi di amido e saccarosio. Traslocazione a lunga distanza dei fotosintati. Fotorespirazione. Perossisomi e ciclo del glicolato (C2). Piante C4 e piante CAM.
- Mitocondri vegetali: peculiarità del ciclo di Krebs e delle catene respiratorie membranali. Il metabolismo ossidativo. Glicolisi, fermentazioni e via dei pentosi fosfati e loro funzioni e integrazioni nelle cellule vegetali. L’ossidasi alternativa (AOX) e la respirazione cianuro resistente: caratteristiche, funzioni e regolazione.
- Ciclo dell’azoto. Ammonificazione e nitrificazione. Assorbimento del nitrato nelle piante. Riduzione assimilativa e organicazione dell’ammonio nelle radici e nelle foglie. Il sistema enzimatico GS/GOGAT. Riduzione disassimilativa del nitrato. Fissazione biologica dell’N2. La nitrogenasi: caratteristiche, attività e regolazione. La fissazione dell’azoto nella simbiosi Rizobio-leguminosa. Formazione e attività dei noduli radicali.
- Ciclo dello zolfo. Ossidazione di H2S in batteri chemio o fotosintetici. Assorbimento del solfato nelle piante. Riduzione assimilativa del solfato e organicazione dell’H2S nei cloroplasti.
- La luce come segnale: fotomorfogenesi. Fotorecettori: fitocromi, criptocromi e fototropine.
- Crescita e sviluppo della pianta: fattori endogeni ed esogeni di controllo. Fitormoni: caratteristiche generali, recettori, secondi messaggeri e vie di trasduzione dei segnali.
- Auxine
- Citochinine
- Gibberelline
- Acido abscissico
- Etilene
- Brassinosteroidi
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali. Le esercitazioni del modulo di fisiologia generale comprendono attività inerenti la fisiologia vegetale
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il docente rende disponibile il materiale didattico utilizzato nelle lezioni frontali attraverso l'utilizzo della piattaforma Moodle.
Testi di riferimento:
  • Taiz & Geiger, Fisiologia vegetale. Padova: Piccin, --. Cerca nel catalogo
  • Rascio, Nicoletta, Elementi di Fisiologia Vegetale - II Edizione. Napoli: Edises, 2017. Cerca nel catalogo
  • Buchanan et al, Biochimica e Biologia Molecolare delle Piante. Bologna: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Interactive lecturing

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Agire per il clima