Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LETTERE
Insegnamento
FILOLOGIA GRECA
LE06102876, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
LETTERE (Ord. 2012)
LE0598, ordinamento 2012/13, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum LETTERE ANTICHE [001PD]
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GREEK PHILOLOGY
Sito della struttura didattica https://www.disll.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARGHERITA LOSACCO L-FIL-LET/05

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Filologia, linguistica e letteratura L-FIL-LET/02 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 1819 01/10/2018 30/11/2019 LOSACCO MARGHERITA (Presidente)
GIACOMELLI CIRO (Membro Effettivo)
MAZZON OTTAVIA (Supplente)
6 1819 01/10/2018 30/11/2019 LOSACCO MARGHERITA (Presidente)
GIACOMELLI CIRO (Membro Effettivo)
MAZZON OTTAVIA (Supplente)
2 1718 01/10/2017 30/11/2018 LOSACCO MARGHERITA (Presidente)
BOSSINA LUCIANO (Membro Effettivo)
SOLDATI AGOSTINO GIORGIO (Membro Effettivo)
CARLUCCI GIUSEPPE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza della lingua greca e latina e delle relative storie della letteratura.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso è vòlto a fornire agli studenti:

1. una conoscenza di base della storia della trasmissione dei testi classici, dalle nozioni fondamentali (originale, autografo, tradizione) ai fenomeni principali (tipologie e storia del libro e della sua circolazione nell'antichità e nel Medioevo);
2. elementi della teoria e della tecnica della critica testuale. Gli studenti lavoreranno su casi concreti di "errore" e sulla tecnica dell’allestimento dell’apparato critico, imparando a decodificare e a costruire gli apparati;
3. una più approfondita riflessione su casi concreti di redazione e trasmissione dei testi nell’antichità, con una specifica attenzione vòlta alle cosiddette "seconde edizioni" e alle varianti d'autore.
Modalita' di esame: Esame orale.
In sede d'esame le conoscenze acquisite verranno verificate anzitutto attraverso la lettura e la discussione dei casi concreti di tradizione analizzati durante il corso.

L'esame si articola in tre parti:
. lettura (in greco) di una pericope di testo greco, con traduzione italiana (ed eventuale verifica di isolate nozioni grammaticali, se richiesto dall'andamento dell'esame), commento critico-testuale, eventuale commento filologico.
. riflessione teorica sui temi discussi nel corso (metodo stemmatico, tipologie di errore, varianti d'autore, nozioni di base, ecc.)
. verifiche sulla lettura di:
. uno dei due capitoli del volume di Pasquali scelti dallo studente
. L.D. REYNOLDS - N.G. WILSON, Copisti e filologi.
Criteri di valutazione: Perizia e abilità nella traduzione dalle lingue classiche; capacità di riflessione critica sui meccanismi della tradizione, particolari (attraverso la lettura degli apparati critici) e generali (attraverso una più ampia ricostruzione storica e critica).
Contenuti: Il corso avvia gli studenti al metodo, agli strumenti, alle tecniche filologiche e alla storia della trasmissione dei testi antichi.
Nella prima parte del corso, gli studenti verranno introdotti alla storia della trasmissione dei testi. Saranno illustrate nozioni di base (originale, autografo, tradizione) e i fenomeni principali (tipologie e storia del libro e della sua circolazione nell'antichità).
La seconda fase del corso sarà dedicata alla teoria e tecnica della critica testuale e specificamente alle tipologie di errore. Insieme con il docente, gli studenti lavoreranno su specifici casi di errore e sulla tecnica dell’allestimento dell’apparato critico; sarà posta attenzione, in particolare, al raffronto tra manoscritti ed edizioni critiche.
Nella terza parte del corso saranno illustrati casi concreti di redazione e trasmissione dei testi nell’antichità; l'indagine privilegera' soprattutto i fenomeni delle seconde edizioni e delle varianti d'autore.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali. Una parte cospicua del corso sarà dedicata alla discussione di casi concreti, con lettura, traduzione e commento dei testi oggetto d'indagine.

Sono previste esercitazioni (in biblioteca e nei laboratori informatici) sugli strumenti di base – cartacei e informatici – delle discipline filologiche classiche, nonché visite di istruzione (Biblioteca Nazionale Marciana; nel corso della visita, gli studenti avranno la possibilita' di lavorare direttamente su alcuni dei manoscritti menzionati e studiati a lezione).

È vivamente consigliata la frequenza. Gli studenti che per serie e comprovate ragioni si trovino nell'impossibilita' di frequentare il corso sono pregati di contattare il docente in orario di ricevimento (o su appuntamento, da fissare per email), al fine di concordare un programma alternativo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi greci e latini verranno distribuiti in fotocopia a lezione o inseriti nella apposita sezione di Moodle.

Del saggio di G. PASQUALI, Storia della tradizione e critica del testo, vanno selezionati due capitoli (a scelta dello studente).
Testi di riferimento:
  • G. PASQUALI, Storia della tradizione e critica del testo. Firenze: Le Lettere, 1988. rist. dell'ed. Firenze, Le Monnier, 1952; 6a ristampa 2015 Cerca nel catalogo
  • L.D. REYNOLDS - N.G. WILSON, Copisti e filolologi. La tradizione dei classici dall'antichità ai tempi moderni. Roma - Padova: Antenore, 2016. quarta ed. riveduta e ampliata Cerca nel catalogo
  • M.L. WEST, Critica del testo e tecnica dell'edizione. Palermo: L'Epos, 1991. Cerca nel catalogo
  • T. DORANDI, Nell’officina dei classici. Come lavoravano gli autori antichi. Roma: Carocci, 2007. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Action learning
  • Story telling
  • Problem solving
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Learning journal

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'