Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOSOFIA
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE
LEL1005692, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MORAL PHILOSOPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile VINCENZO MILANESI M-FIL/03

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE03108385 STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE VINCENZO MILANESI LE0600

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche M-FIL/03 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 commissioni a.a. 2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 MILANESI VINCENZO (Presidente)
MALAGUTI ILARIA (Membro Effettivo)
MARIN FRANCESCA (Supplente)
6 STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE 2017 01/10/2017 30/11/2018 MILANESI VINCENZO (Presidente)
MALAGUTI ILARIA (Membro Effettivo)
MARIN FRANCESCA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso intende affrontare il problema di una giustificazione dell’etica nell’età moderna, andando alla ricerca del fondamento dell’agire morale a partire dalla lettura di una delle più grandiose opere filosofiche dell’intera modernità, cioè la "Critica della ragione pratica" di I. Kant.
Il risultato formativo atteso è quindi non solo quello di garantire un’adeguata conoscenza delle problematiche teoriche dell’etica filosofica e del contesto storico in cui si colloca l’opera Kantiana, ma anche quello di fornire elementi per un personale metodo di lettura di testi filosofici centrali dell’età moderna.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà attraverso un colloquio orale.
Criteri di valutazione: La valutazione delle competenze acquisite verrà effettuata attraverso un giudizio del docente sulle capacità espositive e sulla proprietà di linguaggio filosofico dimostrate dallo studente nelle risposte, sull'articolazione logico-concettuale che tali risposte presenteranno, sulla ricchezza di elementi a livello contenutistico sul piano della conoscenza storica e sulle abilità di lettura e comprensione dei testi degli autori esaminati durante il corso.
Contenuti: Il corso intende affrontare le problematiche della genesi della modernità dal punto di vista della riflessione filosofica sulla morale, individuando i contenuti concettuali fondanti dell’etica, nonché delle problematiche connesse a livello metaetico, nella nuova età che si apre con la rivoluzione scientifica.
L’attività didattica prenderà pertanto avvio da una analisi delle tematiche più rilevanti che vengono imponendosi all’inizio dell’età moderna in filosofia, con particolare riferimento al quadro concettuale che deriva dall’affermarsi del paradigma meccanicistico che sostiene la nuova visione del mondo.
Il corso si propone altresì di analizzare, all’interno della cornice or ora delineata, la proposta Kantiana di una morale filosofica rigorosamente fondata sulla “ragione pratica”, discutendone altresì la struttura sul piano speculativo, non nascondendo l’intrinseco rischio di un esito aporetico di tale proposta, ma anche evidenziandone gli elementi destinati a fecondare sviluppi successivi nella filosofia del Novecento.
Si esamineranno pertanto le tesi Kantiane sulla ridefinizione delle categorie etiche fondamentali di “bene” e di “male” nella “Critica della ragion pratica”.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Gli studenti saranno costantemente invitati ad intervenire con domande ed osservazioni, al termine di ogni lezione, sui contenuti presentati dal docente, così da rendere loro possibile l'acquisizione di abilità dialettiche ed argomentative oltre che di comprensione dei concetti illustrati dal docente e dei testi degli autori letti nel corso delle lezioni. Si tenderà pertanto a dare, per quanto possibile, un andamento partecipativo al corso ed una struttura seminariale alle lezioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: É vivamente consigliata l'acquisizione di appunti dalle lezioni del docente, da affiancare ai testi indicati.

Gli studenti non frequentanti integreranno il programma con la lettura di uno tra i due testi di seguito indicati:
1. Filippo GONNELLI, Guida alla lettura della Critica della Ragion Pratica di Kant, Laterza, Roma-Bari, 2008;
2. Sergio LANDUCCI, La Critica della Ragion Pratica di Kant. Introduzione alla lettura, La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1993
Testi di riferimento:
  • I. KANT, Critica della ragione pratica/Critic of Practical Reason. --: --, --. Una delle traduzioni italiane, purché integrale/Italian translation, unabridged edition Cerca nel catalogo
  • W.K. FRANKENA, Etica/Ethics. --: --, --. (trad. it. di M. Mori). Milano: Ed. di Comunità, 1996; in alternativa, uno tra i tre testi di seguito specificati: Cerca nel catalogo
  • P. DONATELLI, La filosofia morale, Laterza, Roma-Bari 2001. Roma-Bari: Laterza, 2001. Cerca nel catalogo
  • D. NERI, Filosofia morale. Milano: Guerini, 2003. Cerca nel catalogo
  • E. LECALDANO, Prima lezione di filosofia morale. Roma: Laterza, 2010. Cerca nel catalogo