Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
Insegnamento
MUSEOLOGIA
LE18106209, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEL TURISMO CULTURALE
LE0604, ordinamento 2008/09, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MUSEOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIULIANA TOMASELLA L-ART/04

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEL1000507 MUSEOLOGIA E STORIA DEL COLLEZIONISMO GIULIANA TOMASELLA LE1855
LEL1000507 MUSEOLOGIA E STORIA DEL COLLEZIONISMO GIULIANA TOMASELLA LE0606

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline storico-artistiche L-ART/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Syllabus
Prerequisiti: Il prerequisito necessario è aver frequentato e/o sostenuto almeno un esame di storia dell'arte
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di
1) rendere gli studenti in grado di riflettere sull'evoluzione storica del collezionismo;
2) distinguere le diverse fasi e modalità, che corrispondono anche a diverse forme espositive;
3) avvicinare gli studenti alla realtà museale, abituandoli a osservare con attenzione non soltanto le collezioni conservate all'interno dei musei, ma anche l'architettura che le ospita e le modalità del loro allestimento.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale con discussione di alcune delle tematiche affrontate durante le lezioni. Almeno una delle domande verterà sui cinque musei scelti.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso, con particolare riferimento alle linee di sviluppo della storia dei musei;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti;
3) la capacità di applicare le conoscenze in modo autonomo e consapevole;
3) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di ‘costruire un proprio discorso critico’ pertinente, chiaro, efficace e personale;
4) l'uso appropriato del lessico tecnico.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:
- Linee generali di storia del collezionismo dal Medioevo al Settecento;
- costituzione del museo e principali tipologie museali;
- analisi delle modalità di allestimento e ordinamento del museo pubblico moderno, così come viene a delinearsi dalla sua nascita nel Settecento illuminista fino all'età contemporanea.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali con proiezione di immagini.
Alla fine del corso gli studenti frequentanti avranno a disposizione i power point utilizzati a lezione. Il materiale pubblicato su Moodle costituisce parte integrante nella preparazione dell'esame, sia per quanto riguarda i testi inseriti che le immagini.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la preparazione dell'esame gli studenti (SIA FREQUENTANTI CHE NON FREQUENTANTI) dovranno visitare almeno 5 musei a scelta, sui quali saranno interrogati.
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI dovranno studiare uno a scelta fra i seguenti testi: F. Haskell, La nascita delle mostre. I dipinti degli antichi maestri e l'origine delle esposizioni d'arte, Milano 2008; W. Liebenwein, Studiolo: storia e tipologia di uno spazio culturale, Modena 1992; G. Olmi, L'inventario del mondo. Catalogazione della natura e luoghi del sapere nella prima età moderna, Bologna 1992; K. Pomian, Collezionisti amatori e curiosi. Parigi e Venezia XVI- XVIII secolo (1987), Milano 2007; K. Pomian, Dalle sacre reliquie all'arte moderna. Venezia- Chicago dal XIII al XX secolo, Milano 2004; Milano 2005; M. L. Tomea Gavazzoli, Manuale di Museologia, Milano 2003; A. Lugli,G. Pinna,V. Vercelloni,Tre idee di museo, Milano 2005; A. B. Saarinen, I grandi collezionisti americani. Dagli inizi a Peggy Guggenheim, Torino 1978.
Testi di riferimento:
  • Dalai Emiliani, Marisa, Per una critica della museografia del Novecento in Italia. Venezia: Marsilio, 2008. pp. 77-119 (cap. Musei della Ricostruzione in Italia, tra disfatta e rivincita della storia) Cerca nel catalogo
  • Rossi Pinelli, Orietta, Carlo Fea e il chirografo del 1802: cronaca, giudiziaria e non, delle prime battaglie per la tutela delle Belle Arti. --: --, --. in "Ricerche di Storia dell'Arte", 1978/79, pp. 27 - 41.
  • Fiorio, Maria Teresa, Il museo nella storia. Dallo "studiolo" alla raccolta pubblica. Milano: Bruno Mondadori, 2011. Cerca nel catalogo
  • Mazzi, Maria Cecilia, In Viaggio con le Muse. Spazi e modelli del Museo (Per gli studenti PGT e DAMS). Firenze: Edifir, 2005. VANNO STUDIATE LE SEGUENTI SCHEDE: 4,5,7,8,9,10,11,12,13,14,17,18,21,22,28,31,37,51,53,54. Cerca nel catalogo
  • De Benedictis Cristina, Per la storia del collezionismo italiano. Fonti e documenti (per gli studenti di STBAM). Firenze: Ponte alle Grazie, 1991. pp. 1-144; inoltre 4 lettura a scelta per ciascuna delle sezioni dedicate alle fonti Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Case study
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili