Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
Insegnamento
TEORIA E STORIA DELLA SCENOGRAFIA
SUP3053141, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2017)
LE0606, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THEORY AND HISTORY OF SCENOGRAPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARZIA MAINO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Musica e spettacolo, tecniche della moda e delle produzioni artistiche L-ART/05 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 2018 01/12/2018 30/11/2019 MAINO MARZIA (Presidente)
GRAZIOLI CRISTINA (Membro Effettivo)
5 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 MAINO MARZIA (Presidente)
GRAZIOLI CRISTINA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Non è richiesta alcuna conoscenza pregressa.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente:
1) conosce gli elementi di base della storia della scenografia dal teatro antico al Novecento nei suoi aspetti teorici e nella prassi scenica;
2) conosce in modo approfondito storia e struttura di edifici e luoghi spettacolari determinanti per l’evoluzione dello spazio scenico e le poetiche di alcuni autori;
3) conosce il lessico specifico della disciplina, la nomenclatura, le attrezzature degli spazi analizzati e il loro utilizzo contemporaneo;
4) acquisisce l'abilità di mettere in relazione la scenografia con gli altri coefficienti dello spettacolo;
5) acquisire l’abilità di leggere e analizzare fonti inerenti alla materia di tipologie differenti (scritte, materiali, iconografiche, video).
Modalita' di esame: L’esame si svolgerà in forma orale e verterà intorno ai testi indicati in programma, per gli studenti frequentanti fondamentali saranno anche gli appunti delle lezioni. Il colloquio finale sarà finalizzato ad accertare la capacità dello studente di orientarsi tra le diverse tipologie di spazi teatrali esaminati nelle varie epoche storiche, di stabilire continuità e cesure tra le forme analizzate. Verrà chiesto di approfondire uno degli esempi indagati, di cui si dovrà offrire una descrizione accurata in ogni sua parte, e uno degli artisti studiati, di cui sarà necessario conoscere nel dettaglio poetica e opere. Almeno una domanda verterà anche sulla parte relativa al Novecento.
Criteri di valutazione: In sede d’esame verrà valutata la conoscenza complessiva degli argomenti trattati durante le lezioni, la comprensione dei concetti fondanti la materia e dei metodi proposti per analizzare le questioni trattate. Verranno verificate la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole, le abilità logico-argomentative e l’utilizzo di un lessico specifico. Il raggiungimento dei voti di eccellenza presupporrà la capacità di offrire uno sguardo critico pertinente, chiaro, efficace e personale, in grado di orientarsi con padronanza e originalità all'interno della bibliografia.
Contenuti: Il corso si propone di fornire allo studente le conoscenze di base della storia della scenografia dal teatro antico al Novecento, nei suoi aspetti teorici e nelle attuazioni storiche. Poiché l’argomento è estremamente vasto, verranno presi in esame alcuni esempi determinanti per l’evoluzione dello spazio e della messinscena: il teatro antico greco e romano, la rappresentazione medievale, il teatro di corte e il Rinascimento, l’età del Barocco e il modello all’italiana, la scena elisabettiana, il secolo dei Lumi, l’Ottocento, i riformatori della scena, le Avanguardie storiche del primo Novecento, gli anni Trenta. Si faranno degli accenni a tendenze più recenti e ad approcci contemporanei alla creazione teatrale, come ad esempio il Teatro dei luoghi. Si forniranno nozioni relative all’organizzazione dello spazio nelle tradizioni orientali. La scenografia verrà puntualmente messa in relazione con i diversi coefficienti dello spettacolo, quali attore e recitazione, costume, luce, musica e più in generale con tutta la cultura materiale del teatro. L’aspetto visivo della messinscena non potrà prescindere da un confronto con altre componenti dello spettacolo come testo e pubblico. Gli spazi indagati verranno analizzati tenendo conto del contesto storico, sociale e artistico che li ha generati, degli allestimenti più significativi ad essi connessi e degli artisti coinvolti. Per ogni epoca si porrà costante attenzione al rapporto con la committenza, alla relazione tra sala e scena, alla definizione puntuale dei codici estetici con cui vengono concepiti e attrezzati gli spazi della rappresentazione e che più in generale contribuiscono a definire le élite culturali di riferimento. Un tema portante sarà anche il variare della relazione tra scrittura scenica e scrittura drammaturgica, il prevalere dell’uno o dell’altro nei vari momenti storici consentirà alcune riflessioni rispetto al concetto di coordinazione degli elementi della rappresentazione e più in generale di regia teatrale. Dove possibile, si vedrà in quale maniera il Contemporaneo si serve degli spazi antichi e delle modalità rappresentative che hanno contribuito a scrivere la storia del teatro, e come li rivisita. L’analisi di questi allestimenti sarà l’occasione per approfondire registi e scenografi imprescindibili per il Novecento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Sono previste lezioni frontali con integrazioni di materiale iconografico e di audiovisivi. Si cercherà di coinvolgere quanto possibile gli studenti e di stimolare la discussione, in particolare durante l’analisi degli spettacoli proposti. Se la numerosità della classe lo consentirà, è prevista una parte finale di tipo seminariale, in cui alcuni studenti potranno presentare ai compagni un approfondimento su uno dei temi del corso, completo di bibliografia. Saranno organizzate visite guidate a edifici teatrali o luoghi spettacolari di particolare interesse a Padova e, compatibilmente con la disponibilità degli studenti, anche fuori città. La frequenza è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per gli studenti frequentanti anche gli appunti delle lezioni costituiscono materia d’esame. Tutti i materiali visionati durante il corso saranno disponibili nella pagina Moodle dedicata. Con l’inizio delle lezioni nella stessa pagina Moodle verrà inoltre caricata la bibliografia d’esame completa e quella utile a chi volesse approfondire gli argomenti trattati. Per una ricognizione generale, si vedano comunque i seguenti testi che inquadrano la materia:
Testi di riferimento:
  • A. Surgers, Scenografie del teatro occidentale. Roma: Bulzoni, 2002. Cerca nel catalogo
  • F. Perrelli, Storia della scenografia. Roma: Carocci, 2014. Fare riferimento alla nuova edizione Cerca nel catalogo
  • I. Innamorati-S.Sinisi, Storia del teatro. Lo spazio scenico dai greci alle avanguardie. Milano: Mondadori, 2003. Cerca nel catalogo
  • F. Cruciani, Lo spazio del teatro. Roma-Bari: Laterza, 2013. Cerca nel catalogo
  • S. Mazzoni, Atlante iconografico. Spazi e forme dello spettacolo in occidente dal mondo antico a Wagner. Pisa: Titivillus, 2008. Consigliato Cerca nel catalogo