Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
METODOLOGIA E CRITICA DELLO SPETTACOLO
LE04105978, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
SF1333, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum SCIENZE DELL'EDUCAZIONE [002PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese METHODOLOGICAL AND CRITICAL APPROACHES TO THEATRICAL PERFORMANCE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile CRISTINA GRAZIOLI L-ART/05

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE06105978 METODOLOGIA E CRITICA DELLO SPETTACOLO CRISTINA GRAZIOLI LE0606

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline linguistiche e artistiche L-ART/05 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso III Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito è richiesto, tranne l'interesse a conoscere il teatro in tutte le sue manifestazioni.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Le lezioni affronteranno motivi e problemi del teatro europeo del Novecento, con riferimenti alle poetiche di rinnovamento della scena della fine dell'Ottocento, e con esempi tratti dal panorama della scena contemporanea.
Ci si concentrerà sui momenti di sperimentazione delle arti sceniche portando l'attenzione sui differenti fattori dell'evento spettacolare, approfondendo le relazioni tra testo, arte attoricha, scenografia, illuminazione. L’obiettivo è di fornire allo studente le conoscenze di base della materia e gli strumenti necessari a comprenderne la specificità e contemporaneamente le relazioni con gli altri territori artistici.
Pur partendo dalle drammaturgie e dalle poetiche, non si perderanno di vista le situazioni determinate dalle condizioni materiali e dall'avanzamento della tecnica. Nel corso delle lezioni saranno costanti i riferimenti alle pratiche del teatro contemporaneo, con analisi di documenti audiovisivi ma anche di spettacoli che gli studenti possano vedere in prima persona (quindi programmati nelle rassegne teatrali della città o di città facilmente raggiungibili). Si segnalano in particolare le stagioni e rassegne del Teatro Stabile del Veneto (Padova e Venezia), Teatro Comunale di Ferrara, Tam Teatromusica, Teatro Comunale di Vicenza, Teatro Astra di Vicenza, Teatro del Lemming di Rovigo.
Lo studente sarà sollecitato a partecipare attivamente alle lezioni, esprimendo impressioni e osservazioni, al fine di acquisire capacità critica autonoma e padronanza del linguaggio specifico del settore.
Si prevedono lezioni 'sul campo' (ovvero incontri con attori e registi in occasione di spettacoli), oltre ad interventi di specialisti di alcuni dei temi trattati.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale con discussione di una o più delle tematiche affrontate durante le lezioni. Nello specifico lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito gli strumenti metodologici di base della disciplina (contestualizzazione storico-critica degli autori e dei fenomeni studiati, consapevolezza nell'analisi delle fonti utili alla comprensione dei fenomeni spettacolari). Per gli studenti frequentanti almeno una domanda verterà sul programma svolto a lezione (e dove possibile sugli spettacoli visti nel corso del programma).
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati nel corso (concezioni e pratiche del teatro);
2) la familiarità con la metodologia proposta
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole
4) le abilità logico-argomentative, nonché la pertinenza delle risposte rispetto alle domande poste dal docente
5) la capacità di elaborare un proprio punto di vista critico, nonché la sua esposizione in modo pertinente e chiaro.
Contenuti: Interferenze tra la scena, le altre arti e i territori extrateatrali.
Il corso 2019/20 sarà incentrato sul motivo della relazione tra Arte e Vita, intesa tanto dal punto di vista della rilfessione teorica che nelle sue implicazioni nelle pratiche artistiche.
La parte propedeutica delle lezioni prenderà in esame alcuni nodi teorici e metodologici utili ad affrontare la disciplina, l'iconografia e la documentazione audiovisiva come fonti per la storia dello spettacolo, le prospettive di decodificazione del testo spettacolare.
Si procederà quindi affrontando alcuni esempi di autori e poetiche che hanno segnato una svolta decisiva nel mondo teatrale europeo a parire dal Primo Novecento. In particolare ci si concentrerà su poetiche delle Avanguardie storiche, sulle esperienze del Bauhaus, sul Nuovo Teatro italiano.
Le poetiche trattate offriranno l'opportunità di stabilire dei collegamenti con alcuni esempi delle pratiche contemporanee.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: All'inizio del corso si illustreranno alcuni concetti chiave e principi metodologici della disciplina. Si illustrerà il percorso delle lezioni tenendo conto della presenza a lezione di studenti provenienti da diversi corsi di studi e si cercherà di chiarire la terminologia specifica che verrà utilizzata; si terrà conto inoltre della presenza di studenti Erasmus.
Le lezioni saranno corredate da materiale iconografico e audiovisivo e si organizzeranno uscite per consentire la visione di spettacoli che abbiano attinenza con i temi trattati a lezione.
Si creeranno interazioni con il laboratorio dei quale è responsabile docente (Mascherologia).
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. La bibliografia d'esame e parte dei materiali presentati a lezione (estratti di saggi critici, bibliografia non facilmente reperibile, indicazioni di siti web utilizzati nel corso delle lezioni) saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.
2. Nella pagina Moodle verrano inoltre caricate segnalazioni di spettacoli, conferenze, incontri integrativi o consigliati in relazione agli argomenti trattati nel corso delle lezioni. 3. Si caricheranno in moodle anche la bibliografia per non frequentanti e indicazioni bibliografiche utili a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.
Il programma qui di seguito segnalato va considerato per gli studenti non frequentanti.
Il programma definitivo per frequentanti potrà variare e verrà consegnato nel corso delle lezioni.
Testi di riferimento:
  • Umberto Artioli, Autonomia ed eteronomia della scena all'epoca della riteatralizzazione, in "Il ritmo e la voce. Alle sorgenti del teatro della crudeltà. Roma_Bari: Laterza, 2005. pp. 17-30
  • Cristina Grazioli, La marionetta kleistiana nel primo Novecento tedesco. Le incarnazioni di un mito in "Gesto e Parola". Padova: Esedra, 1996. pp. 63-99
  • Cristina Grazioli, La sintesi grottesca degli opposti: il cabaret e i generi popolari. Padova: Esedra, 1999. in "Lo specchio grottesco. Marionette e automi nel teatro tedesco del primo Novecento", pp. 205-292
  • Valentina Valentini (a cura di), Il teatro è un giardino incantato dove non si muore mai. Intorno alla drammaturgia di Franco Scaldati. San Miniato: Titivillus, 2019.
  • Valentina Valentini, Nuovo Teatro Made in Italy 1963-2013, con saggi di Anna Barsotti, Cristina Grazioli, Donatella Orecchia. Roma: Bulzoni, 2015. 6 capitoli a scelta + 10 focus (schede spettacoli complete di saggi e materiali) a scelta dal sito https://nuovoteatromadeinitaly.sciami.com

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Action learning
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze