Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
Insegnamento
STORIA DELL'EDUCAZIONE DELL'INFANZIA (MOD. B)
SUP4068172, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2017/18

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
SF1334, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum EDUCAZIONE DELLA PRIMA INFANZIA [001RO]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF CHILD PEDAGOGY (MOD. B)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO

Docenti
Responsabile GIORDANA MERLO M-PED/02

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SUP4068171 PEDAGOGIA E STORIA DELL'EDUCAZIONE DELL'INFANZIA (C.I) MIRCA BENETTON

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche M-PED/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: - Strutture concettuali e conoscenze di pedagogia generale.
- Conoscenza delle linee essenziali della storia moderna e contemporanea.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del Corso lo studente sarà in grado di:
- definire i paradigmi che connotano la pedagogia dell'infanzia, le teorie pedagogiche e le costanti della relazione educativa;
- individuare la specificità dell'azione pedagogico-educativa nell'infanzia;
- leggere pedagogicamente l’attuale condizione di vita dell’infanzia;
- definire l'epistemologia e la metodologia della storia dell'educazione dell'infanzia;
- esporre in forma chiara e coerente fatti e problemi relativi alla storia dell'educazione dell'infanzia;
-presentare criticamente le correnti pedagogiche e il pensiero di autori trattati durante il corso;
- ricostruire criticamente l'evoluzione storica del riconoscimento dell'infanzia;
- riconoscere e confrontare immagini di infanzia con riferimenti a fonti storiche plurime;
- applicare le proprie conoscenze e le proprie capacità di comprensione dimostrando un approccio professionale in ambito educativo relativamente alla prima infanzia;
- elaborare una progettualità di educazione e formazione ai diritti dei bambini;
- incentivare un’alleanza pedagogica tra le istituzioni educative sulla base della cultura dei diritti umani/diritti dei bambini.
Modalita' di esame: Prova di verifica scritta a fine corso, della durata di 90 minuti, con domande a risposta chiusa e aperta che verteranno sulle diverse parti del programma di studio.
Criteri di valutazione: La prova di esame, volta a verificare il conseguimento delle conoscenze e abilità previste negli obiettivi formativi dell'insegnamento, si baserà sui seguenti criteri valutativi: aderenza e pertinenza delle risposte alle domande della prova; chiarezza concettuale ed espositiva; appropriatezza dei riferimenti e del lessico; capacità di sintesi critica, di argomentazione e di problematizzazione.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: I contenuti dell'attività formativa si articoleranno nel seguente modo:

- Storia dell’educazione dell’infanzia quadro epistemologico
- L’utopia come fonte storica per una storia dell’educazione dell’infanzia
- Nascita dell’idea di infanzia nel ’500 e ’600
- Il contributo pedagogico alla definizione di infanzia tra Umanesimo e Illuminismo
- Rousseau e la prima definizione non scientifica di infanzia
- Socialismo utopico e prime istituzioni per l’infanzia
- Il modello ludico del Romanticismo
- Il contributo delle nuove scienze alla definizione di infanzia
- Teorie pedagogiche ed educatori dell’Ottocento
- L’immaginario infantile nella letteratura per l’infanzia
- Nascita e diffusione delle istituzioni educative per l’infanzia in Italia
- Il Novecento il secolo del bambino
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’attività didattica consisterà principalmente in lezioni frontali, con supportato di materiali audiovisivi, e in approfondimenti con la discussione guidata e la riflessione personale dei frequentanti.
Secondo opportunità, potranno essere proposti lavori di gruppo e/o attività individuali di approfondimento critico.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I volumi in bibliografia saranno integrati con gli appunti dalle lezioni; eventuale materiale integrativo sarà postato in piattaforma.
Testi di riferimento:
  • G. Merlo, La prima infanzia e la sua educazione tra utopia e scienza dall'Età Moderna al Novecento. Milano: Franco Angeli, 2011. Per frequentanti: pagine scelte indicate a lezione; per non frequentanti: studio integrale. Cerca nel catalogo
  • D. Caroli, Per una storia dell’asilo nido in Europa tra Ottocento e Novecento. Milano: Franco Angeli, 2014. terza parte pp. 199-346 Cerca nel catalogo
  • M. Gecchele, S. Polenghi, P. Dal Toso, Il Novecento: il secolo del bambino?. Parma: Edizioni junior, 2017. pp. 9-209. Per non frequentanti. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Story telling
  • Mappe concettuali

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere Pace, giustizia e istituzioni forti