Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO (Iniziali cognome L-Z)
GI05104049, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA (Ord. 2017)
GI0270, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
Lz
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PUBLIC LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GABRIELE LEONDINI IUS/09

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Costituzionalistico IUS/09 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 11/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
18 A.A. 2018/19 sede di Padova - Canale A/K 11/10/2018 30/09/2019 PIZZOLATO FILIPPO (Presidente)
BERGONZINI GIUSEPPE (Membro Effettivo)
TIEGHI GIOVANNA (Membro Effettivo)
BUSATTA LUCIA (Supplente)
PAGLIARIN CAROLA (Supplente)
SCHIAVANO MARIA LUISA (Supplente)
17 A.A. 2018/19 sede di Treviso 11/10/2018 30/09/2019 MINNEI ENRICO (Presidente)
PAGLIARIN CAROLA (Membro Effettivo)
SCHIAVANO MARIA LUISA (Membro Effettivo)
BERGONZINI GIUSEPPE (Supplente)
BERTOLISSI GIACOMO (Supplente)
BRUSATIN GIOVANNI (Supplente)
MUTTONI SILVIA (Supplente)
16 A.A. 2018/19 sede di Padova Canale L/Z 11/10/2018 30/09/2019 LEONDINI GABRIELE (Presidente)
CORVAJA FABIO (Membro Effettivo)
GIAMPIERETTI MARCO (Membro Effettivo)
BOSCOLO ANZOLETTI MATTEO (Supplente)
FURLAN EDOARDO (Supplente)
PARISE MARIA ELISA (Supplente)
SALA ANTONIO (Supplente)
SANDON FRANCESCO (Supplente)
TRABUCCO DANIELE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Trattandosi di corso di carattere istituzionale, esso non presuppone particolari conoscenze o abilità nello studente, se non la generale preparazione culturale di base che si acquisisce nella scuola secondaria.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivi formativi:
Il corso si propone di fornire i concetti essenziali di teoria generale e di dottrina dello Stato che risultano indispensabili per affrontare lo studio del diritto pubblico e di illustrare i principi fondamentali del diritto pubblico italiano, in modo da introdurre lo studente alle problematiche del diritto pubblico e da predisporlo allo studio più approfondito delle diverse discipline in esso ricomprese.
In relazione agli Obiettivi formativi specifici del corso di laurea di cui al quadro SUA A4.a (RAD, il corso di Istituzioni di diritto pubblico mira a consentire allo studente l'acquisizione della cultura giuridica di base nell'ambito dell'area pubblicistica, in modo da predisporlo alla successiva acquisizione delle conoscenze tecnico - giuridiche specialistiche nei diversi rami del diritto pubblico sostanziale e processuale. In relazione agli obiettivi di cui ai quadri SUA A4.b1 (RAD) e A4.b2 (RAD), il corso mira a offrire, in particolare, la conoscenza dei principi di organizzazione e di funzionamento delle istituzioni dello Stato italiano e della pubblica amministrazione, nonché dei principi fondamentali, specie costituzionali, del diritto pubblico italiano.

Risultati dell’apprendimento previsti:
Si prevede che lo studente acquisisca la conoscenza dei concetti fondamentali, di teoria generale e di diritto positivo, necessari per lo studio del diritto pubblico e dei principi fondamentali del diritto pubblico italiano. In relazione agli obiettivi di cui ai quadri SUA A4.b1 (RAD) e A4.b2 (RAD), si prevede che lo studente conosca e sia in grado di interpretare e di applicare i principi fondamentali del diritto costituzionale e del diritto amministrativo.
Modalita' di esame: L'esame consta di una prova scritta, consistente nella risposta a domande che richiedono una breve, ma articolata esposizione di argomenti che costituiscono oggetto del programma del corso, e di una prova orale, alla quale sono ammessi i candidati che abbiano sostenuto con esito positivo la prova scritta. In genere, la prova scritta prevede la risposta a tre domande a risposta aperta in un tempo di un'ora e mezzo; la prova orale ha luogo entro qualche giorno, non appena terminata la correzione degli scritti. In conformità a quanto deliberato dal CCL, sono previsti sette appelli di esame ordinari, due per ciascuna
sessione e tre per la sessione immediatamente successiva alla conclusione delle lezioni.

Altre informazioni:
Gli studenti immatricolati nell'anno accademico 2004 - 2005 o in anni accademici anteriori potranno continuare a sostenere l'esame secondo il programma del corso da loro frequentato, concordando le modalità di svolgimento della prova con il docente.
Criteri di valutazione: La valutazione della prova scritta e del colloquio orale si baserà sulla conoscenza e sulla comprensione degli argomenti e sull'acquisizione delle metodologie dimostrata dallo studente, nonché sulla sua capacità di servirsi in maniera appropriata della terminologia giuridica e di ragionare criticamente sulle nozioni acquisite.
Contenuti: Diritto e ordinamento giuridico.
Lo Stato e i suoi elementi costitutivi. Forme di Stato e forme di governo.
L'ordinamento della Repubblica italiana. Il Parlamento. Il Governo. Il Presidente della Repubblica.
Le fonti del diritto.
La pubblica amministrazione. L’attività amministrativa. L’amministrazione statale. Le autonomie territoriali. Gli altri enti pubblici. Gli atti amministrativi. I beni pubblici.
La Magistratura. La giustizia amministrativa e le giurisdizioni speciali.
La Corte costituzionale.
Le libertà individuali e collettive.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Ogni cfu corrisponde a un carico didattico di 8 ore di attività frontale (lezione o seminario) da svolgersi in aula.
Eventuali esercitazioni potranno essere offerte previa valutazione del docente. Oltre all'attività di tutorato, non sono previste altre specifiche attività di supporto alla didattica. Non è prevista alcuna attività formativa a distanza.
Le lezioni hanno per oggetto l'esposizione dei principi e dei concetti fondamentali della disciplina e tendono a sviluppare la coscienza critica degli studenti e a stimolare i necessari approfondimenti da parte loro.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi di riferimento:
G. FALCON, Lineamenti di diritto pubblico, Padova, CEDAM, 2017, XIV ed., esclusi i capp. 7, 8 e 33.
Per un approfondimento di alcuni argomenti che costituiscono oggetto del corso, è consigliata anche la lettura del seguente volume:
L. CARLASSARE, Conversazioni sulla Costituzione, Padova, CEDAM, 2011.
Testi di riferimento:
  • G. FALCON, Lineamenti di diritto pubblico. Padova: CEDAM, 2017. Sono esclusi i capp. 7, 8 e 33. Cerca nel catalogo
  • L. CARLASSARE, Conversazioni sulla Costituzione. Padova: CEDAM, 2011. Testo consigliato per approfondimento. Cerca nel catalogo