Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO PRIVATO 2
GIP7078898, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA
GI2373, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PRIVATE LAW 2
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Pubblico, Internazionale e Comunitario
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LORENZA BULLO IUS/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Privatistico IUS/01 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: E' consigliato il superamento dell'esame di Diritto privato 1.
E' richiesta la conoscenza delle Nozioni Preliminari del Diritto Privato, in particolare la conoscenza del sistema delle fonti del diritto e dell'articolazione delle situazioni giuridiche soggettive.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di far acquisire allo studente le nozioni giuridiche di base relative alla materia oggetto del corso attraverso l'analisi e l'interpretazione, anche giurisprudenziale, delle norme di riferimento nonchè attraverso lo studio delle categorie concettuali elaborate dalla dottrina.
In tal modo verranno parallelamente sviluppate le capacità critiche e argomentative dello studente, favorendo l’acquisizione in capo allo stesso di un'effettiva padronanza degli istituti del diritto di famiglia, del diritto delle successioni e donazioni e dei diritti reali.
Modalita' di esame: L' esame si articola in una prova scritta e in una prova orale.
La prova scritta consta di un questionario con domande a risposta aperta.
Gli studenti che hanno superato la prova scritta devono sostenere una prova orale, consistente in un colloquio sulle materie oggetto del corso.
Non è previsto salto d'appello.
Criteri di valutazione: Costituiscono oggetto di valutazione la conoscenza della normativa di riferimento e la sua collocazione nel sistema delle fonti con riguardo alla materia oggetto del corso; costituiscono criteri di valutazione il livello di comprensione e la capacità di sviluppo di un'analisi critico- interpretativa raggiunte dallo studente in ordine sia alla lettura della normativa vigente in tema di famiglia, successioni e donazioni, beni, diritti reali e possesso, sia in ordine alla soluzione di casi pratici in detti ambiti.
Contenuti: Il corso ha ad oggetto le materie di seguito indicate; la trattazione degli argomenti seguirà l’impianto del codice civile e delle principali leggi speciali regolanti le materie di volta in volta trattate.
Nel corso delle lezioni, oltre alle norme e ai principi generali del sistema interno, si farà riferimento alle fonti del Diritto europeo e transnazionale che, direttamente o indirettamente, incidono sui singoli istituti.
I contenuti del corso sono i seguenti.

I RAPPORTI DI FAMIGLIA
Diritto di famiglia e trasformazioni sociali.
Il matrimonio, le unioni civili e le convivenze
Il regime patrimoniale della famiglia
La filiazione
La responsabilità genitoriale e la tutela dei minori
L'adozione

LE SUCCESSIONI
Principi generali
L'acquisto e la rinuncia all'eredità
La successione legittima
La successione necessaria
La successione testamentaria
Il legato
I rapporti tra coeredi. La divisione dell'eredità
Il patto di famiglia

LE DONAZIONI
Il contratto di donazione
Donazione, negozi gratuiti, liberalità non donative
Requisiti e disciplina della donazione
La donazione indiretta

I BENI, I DIRITTI REALI, IL POSSESSO
Le cose, i beni e i diritti reali.
Le categorie di beni
Le pertinenze
Caratteri e categorie dei diritti reali
La proprietà
I modi di acquisto della proprietà; le azioni a difesa della proprietà
La proprietà superficiaria, l'enfiteusi, gli usi civici e gli oneri reali
L'usufrutto, l'uso e l'abitazione
Le servitù prediali
Comunione, condominio e multiproprietà (cenni)
Possesso e detenzione
L'acquisto e la perdita del possesso
Effetti del possesso
La tutela della situazioni possessorie
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolge attraverso lezioni, in parte frontali e in parte a carattere seminariale, nelle quali è favorita la partecipazione attiva degli studenti, sia intervenendo nella discussione avviata dal docente, sia ponendo interrogativi.
Agli studenti verranno illustrate, partendo dai profili applicativi, le principali questioni interpretative che si sono poste, in dottrina e in giurisprudenza, in relazione ai singoli istituti oggetto del corso.
Durante le lezioni, infatti, gli istituti verranno analizzati, proprio partendo dal conflitto di interessi che le norme positive si propongono (più o meno efficacemente) di risolvere. In tal modo, partendo dall'individuazione dei contrastanti interessi oggetto di regolazione, lo studente è ricondotto, alla conoscenza e alla comprensione delle categorie giuridiche ordinanti gli istituti oggetto del corso.
Sono previsti, inoltre, degli incontri con esperti del settore per l'illustrazione e la discussione di alcune specifiche tematiche di stretta attualità, in particolare di quelle non ancora regolate o non ancora compiutamente regolate dal legislatore, quali ad esempio, quelle relative alla c.d. morte digitale e alla c.d. eredità digitale,
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ai fini dello studio della materia oggetto del corso è indispensabile l'uso di un Codice civile, corredato delle leggi speciali. Al riguardo, si segnalano:
G. DE NOVA, Codice civile e leggi collegate, Zanichelli, ultima edizione.
A. DI MAJO, Codice civile, Giuffrè, ultima edizione.
A scelta dello studente, si consiglia l'utilizzo di uno dei manuali sotto indicati.
E' vivamente consigliata la lettura dei casi pratici indicati tra i testi di riferimento.
In caso di riforme legislative, il docente metterà a disposizione degli studenti - tramite la piattaforma moodle - l'eventuale materiale aggiuntivo di riferimento.
Testi di riferimento:
  • A. Trabucchi, Istituzioni di diritto civile. Padova: WKI Cedam, --. ultima edizione (limitatamente alle parti dedicate a famiglia, successioni, donazioni, beni, diritti reali e possesso) Cerca nel catalogo
  • A. Torrente-P. Schlesinger (a cura di F. Anelli - C Granelli), Manuale di diritto privato. Milano: Giuffré, --. ultima edizione (limitatamente alle parti dedicate a famiglia, successioni, donazioni, beni, diritti reali e possesso)
  • A. Checchini- G.Amadio, Lezioni di diritto privato. Torino: Giappichelli, --. ultima edizione (limitatamente alle parti dedicate a famiglia, successioni, donazioni, beni, diritti reali e possesso) Cerca nel catalogo
  • AA.VV. (a cura di G. Christandl - E. Gallmetzer), Diritto civile. Nuovi casi e soluzioni con guida metodologica.. Milano: Giuffrè, 2017. ultima edizione (limitatamente ai casi inerenti il programma del corso e precisamente casi nn.3/4/11/18/21)

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Story telling
  • Problem solving
  • Flipped classroom
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti