Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Giurisprudenza
GIURISPRUDENZA
Insegnamento
DIRITTO PROCESSUALE PENALE DELL'INFORMATICA
GIQ0090301, A.A. 2021/22

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Laurea magistrale ciclo unico 5 anni in
GIURISPRUDENZA
GI2373, ordinamento 2017/18, A.A. 2021/22
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CRIMINAL PROCEDURE OF COMPUTER SCIENCE
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto (DDPCD)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/giurisprudenza/course/view.php?idnumber=2021-GI2373-000ZZ-2018-GIQ0090301-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede TREVISO
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta
Corso per studenti Erasmus Gli studenti Erasmus+ o di altri programmi di mobilità possono frequentare l'insegnamento

Docenti
Responsabile SILVIA SIGNORATO IUS/16

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Processualpenalistico IUS/16 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso IV Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
erogata
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 27/09/2021
Fine attività didattiche 15/01/2022
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2023/24 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 A.A. 2023/24 sede di Treviso 02/10/2023 30/09/2024 SIGNORATO SILVIA (Presidente)
BOLOGNARI MASSIMO (Membro Effettivo)
DANIELE MARCELLO (Membro Effettivo)
3 A.A. 2022/23 sede di Treviso 03/10/2022 30/09/2023 SIGNORATO SILVIA (Presidente)
BOLOGNARI MASSIMO (Membro Effettivo)
DANIELE MARCELLO (Membro Effettivo)
2 A.A. 2021/22 sede di Treviso 04/10/2021 30/09/2022 SIGNORATO SILVIA (Presidente)
BOLOGNARI MASSIMO (Membro Effettivo)
DANIELE MARCELLO (Membro Effettivo)
KOSTORIS ROBERTO (Supplente)
PAULESU PIERPAOLO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Gli studenti potranno selezionare l'esame di diritto processuale penale dell'informatica tra gli esami "a scelta dello studente".
Si ricorda che, come indicato dall'allegato n. 3 del Piano di studio del Regolamento didattico, gli esami "a scelta dello studente" non possono essere selezionati dagli studenti del 1° e del 2° anno, ma solo dagli studenti del 3°, 4° e 5° anno e dagli studenti fuori corso.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso mira a fare acquisire specifiche competenze in tema di diritto processuale penale dell'informatica.
In particolare, al termine del corso, gli studenti conosceranno:
- le nozioni tecniche di base rilevanti per il diritto processuale penale dell'informatica;
- le caratteristiche generali delle indagini informatiche;
- le tipologie di indagini informatiche tipiche ed atipiche, sia preventive che repressive;
- le problematiche connesse all'intelligenza artificiale applicata al procedimento penale;
- i concetti fondamentali del processo penale telematico.

Inoltre, il corso è volto a far acquisire agli studenti un'autonomia valutativa in materia ed una maggiore comprensione del sistema giuridico.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale. Se richiesta dagli studenti, verrà svolta anche la prova intermedia.
Criteri di valutazione: La preparazione degli studenti verrà valutata sulla base dei seguenti criteri:
a) conoscenza degli istituti giuridici;
b) capacità di effettuare collegamenti ragionati tra i vari istituti;
c) capacità di analisi critica;
d) proprietà lessicale;
e) ordine logico e chiarezza espositiva.
Contenuti: I contenuti del corso sono i seguenti:
1. nozioni tecniche di base che fungono da presupposto per la comprensione degli istituti giuridici;
2.caratteristiche generali delle indagini informatiche: immaterialità, transnazionalità, necessaria cooperazione a fini investigativi di soggetti terzi;
4. atti informatici investigativi tipici preventivi e repressivi;
5. indagini informatiche atipiche preventive e repressive;
6. intelligenza artificiale e procedimento penale;
7. il nuovo orizzonte del processo penale telematico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'attività di didattica frontale si svolgerà in modo interattivo con gli studenti e mediante l'impiego di strumenti di didattica innovativa.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Oltre al testo di riferimento, per gli studenti che intendessero approfondire ulteriormente la materia, si segnalano, tra i molti, i seguenti contributi:
- M. Daniele, Indagini informatiche lesive della riservatezza. Verso un'inutilizzabilità convenzionale?, in Cass. pen., 2013, p. 121 ss.
- G. Di Paolo, voce Prova informatica (diritto processuale penale), in Enc. dir., Ann. VI, Giuffrè, Milano, 2008, p. 53 ss.
- R. E. Kostoris, Ricerca e formazione della prova elettronica: qualche considerazione introduttiva, in F. Ruggieri-L.Picotti (a cura di), Nuove tendenze della giustizia penale di fronte alla criminalità organizzata. Aspetti sostanziali e processuali, Giappichelli, Torino, 2011, p. 181 ss.
- S. Lorusso, Digital evidence, cybercrime e giustizia penale 2.0, in Processo penale e giustizia, 2019, p. 821 ss.
- L. Parlato, Le perquisizioni on-line: un fenomeno sfuggente e in continua evoluzione, in V. Militallo -A. Spena (a cura di), Mobilità, sicurezza e nuove frontiere tecnologiche, Torino, Giappichelli, 2018, p. 441.
- P.P. Paulesu, Notizia di reato e scenari investigativi complessi: contrasto alla criminalità organizzata, operazioni "sotto copertura", captazione dei dati digitali, in Riv. dir. proc., 2010, p. 802 ss.
Testi di riferimento:
  • S. Signorato, Le indagini digitali. Profili strutturali di una metamorfosi investigativa. Torino: Giappichelli, 2018. (Le parti da studiare sono le seguenti: da pag. 3 a pag. 47 e da pag. 121 a pag. 321). Cerca nel catalogo
  • N.B. Il volume è liberamente consultabile presso la Biblioteca Chiereghin della sede di Treviso., Inoltre, il testo può essere consultato anche a Padova, presso la Biblioteca di Diritto pubblico.. --: --, --.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lavori di gruppo
  • Problem solving
  • Case study
  • Utilizzo delle tecnologie per la didattica (moodle e/o altri strumenti per la didattica, software, video, quiz, wooclap)
  • Attivita' di valutazione durante il corso

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti