Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
ECONOMIA E DIRITTO
Insegnamento
POLITICA ECONOMICA (MOD. B)
EPP6077349, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
ECONOMIA E DIRITTO
EC0222, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ECONOMIC POLICY (MOD. B)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno"
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile MARCO BUSO SECS-P/08

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP6077347 SCIENZA DELLE FINANZE 2 E POLITICA ECONOMICA (C.I.) LUCIANO GIOVANNI GRECO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Economico SECS-P/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 28/06/2019

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Non sono previste propedeuticita', tuttavia il corso presuppone il possesso delle conoscenze tipicamente acquisite attraverso gli insegnamenti di Micoreconomia e di Scienza delle Finanze erogati nei corsi di laurea triennale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: 1. Conoscenze:
- Comprensione degli obiettivi di politica economica e sociale (es. politiche industriali, realizzazione di infrastrutture) e dei meccanismi delle relazioni finanziarie (tassazione e sussidi) e istituzionali (contratti, partenariati pubblico-privati, ecc.) tra Stato e imprese private;
- Comprensione degli effetti degli strumenti di incentivazione o disincentivazione connessi alla tassazione (o sussidiazione) delle imprese;
- Comprensione del funzionamento degli strumenti contrattuali attraverso i quali sono strutturate le relazioni tra pubbliche amministrazioni e imprese (che svolgono funzioni e servizi pubblici in outsourcing);
- Comprensione del problema del bilanciamento tra diversi obiettivi di politica economica e sociale in relazione ai vincoli informativi, al funzionamento dei mercati e all'incompletezza dei contratti;
- Comprensione dei principi del disegno ottimale delle politiche pubbliche in termini di bilanciamento tra efficienza e altri obiettivi di interesse collettivo;
- Comprensione dei principi di valutazione ex ante delle politiche pubbliche, con particolare riferimento alla realizzazione di investimenti pubblici;
2. Abilità:
- Capacità di leggere e comprendere la letteratura basilare allo stato dell'arte, sia teorica che empirica, nei settori della tassazione e sussidiazione delle imprese, delle relazioni contrattuali tra pubbliche amministrazioni e imprese e della valutazione degli investimenti pubblici;
- Capacità di risolvere semplici problemi di decisione pubblica nei settori della tassazione o sussidiazione d'impresa e dei partenariati pubblico-privati;
- Capacità di interpretare i risultati fondamentali della letteratura di politica economica e finanziaria in materia di tassazione e sussidiazione delle imprese e di relazioni istituzionali pubblico-private;
- Capacità di interpretare e utilizzare gli strumenti elementari della valutazione degli investimenti pubblici;
- Capacità di organizzare e comunicare domande, metodi e risultati della ricerca empirica e teorica in economia;
3. Competenze trasversali:
- Capacità di organizzare e partecipare in gruppi di lavoro;
- Capacità di elaborare contributi originali e interessanti nell'ambito delle lezioni, dei seminari e delle visite di studio.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite avviene attraverso due modalità: esame scritto, seminari degli studenti.
1) L'esame scritto si basa su domande tese a verificare la comprensione degli argomenti teorici e empirici trattati durante le lezioni e la capacità di risolvere semplici problemi riferiti alla tassazione d'impresa e alle collaborazioni pubblico-private.
2) Gli studenti dovranno selezionare un caso di studio o, in alternativa, un articolo a partire dalla lista predisposta dal docente e quindi preparare un seminario da presentare in apposite sessioni. (A seconda del numero di studenti che frequentano il corso, gli studenti potranno svolgere questo compito in gruppo, secondo le indicazioni del docente).
Criteri di valutazione: La valutazione finale è la somma pesata delle valutazioni dell'esame scritto (50%) e dei seminari degli studenti (40%) e della qualità della partecipazione in aula (10%).
La valutazione intende premiare: la completezza delle conoscenze e delle abilità acquisite; l'uso appropriato dei termini tecnici e degli strumenti teorici ed empirici trattati; la comprensione del modo di impiegare le conoscenze acquisite; la qualità e comprensibilità dell'esposizione scritta e orale.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il corso si pone quale obiettivo la presentazione agli studenti degli strumenti e delle modalità attraverso cui le amministrazioni pubbliche operano nel mercato allo scopo di acquisire beni e/o servizi pubblici ed avviare investimenti pubblici. A tale scopo durante il corso verranno trattati tematiche quali: la teoria dei contratti, la teoria delle aste, il rapporto principale agente, il procurement pubblico, il partenariato pubblico privato.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Durante il corso verranno proposti agli studenti una serie di modelli economici (cioè rappresentazioni semplificate e formalizzate) al fine di comprendere gli elementi essenziali che determinano e/o caratterizzano rapporti e contratti ottimali tra settore pubblico e privato per la fornitura di beni/servizi pubblici.
Parallelamente, agli studenti viene proposta una visione positiva del fenomeno atta a determinare se e quanto le scelte contrattuali effettivamente implementate dalle pubbliche amministrazioni si discostino rispetto alle prescrizioni teoriche ottimali.
Durante il corso particolare attenzione verrà posta nell'identificare le prescrizioni legislative che disciplinano e regolamentano i rapporti tra pubblico e privato per la fornitura di beni e/o servizi pubblici.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Consultare il servizio elearning del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno"
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Latex