Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Insegnamento
DINAMICA DELLE STRUTTURE E AEROELASTICITA'
INP8083943, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA AEROSPAZIALE (Ord. 2014)
IN0526, ordinamento 2014/15, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum Percorso Comune
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese STRUCTURAL DYNAMICS AND AEROELASTICITY
Sito della struttura didattica http://ias.dii.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MIRCO ZACCARIOTTO ING-IND/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria aerospaziale ed astronautica ING-IND/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Syllabus
Prerequisiti: Cinematica e statica dei corpi rigidi, principio dei lavori virtuali, cinematica e statica dei corpi deformabili, legame lineare elastico, soluzione di strutture isostatiche e iperstatiche, metodi delle forze e degli spostamenti, il teorema dei lavori virtuali. Problema di De Saint Vénant, criteri di rottura, instabilità dell'equilibrio. Nozioni avanzate di meccanica strutturale con particolare riferimento alle tipologie di trave in parete sottile e di piastra. Elementi di teoria dei metodi numerici di calcolo strutturale. Conoscenze di base e metodi di analisi dei flussi di interesse aerodinamico nei regimi comprimibile non viscoso e incomprimibile viscoso/turbolento.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivi formativi:
Conoscenza delle principali teorie e metodi per l’analisi dei problemi aeroelastici sia statici che dinamici.
Criteri di progettazione, tecniche di verifica sperimentale e metodi di calcolo numerico per la determinazione dei carichi aeroelastici con particolare riferimento alle applicazioni aeronautiche.
Modalita' di esame: L’esame consiste in una prova scritta, che comprende due esercizi e due domande di teoria da svolgere nel tempo max di 3 ore. La parte di esercizi e la parte di teoria verranno valutate separatamente. Per superare lo scritto è necessario raggiungere la sufficienza (18/30) sia nella parte di esercizi che in quella di teoria. Il voto della parte di esercizi (con peso 1/2) e quello della parte di teoria (con peso 1/2) formeranno il voto dello scritto.
• Nel caso in cui il voto dello scritto sia compreso fra 18 e 27 costituirà di norma il voto finale dell’esame.
• Nel caso in cui il voto dello scritto sia maggiore di 27 è prevista una prova orale facoltativa. Se lo studente sostiene l’orale con successo, il voto finale dell’esame terrà conto sia del voto dello scritto che di quello dell’orale. Se lo studente decide di non sostenere l’orale, il voto finale sarà pari a 27, qualunque sia il voto dello scritto.
• Nel caso di voto dello scritto inferiore a 18 o di bocciatura all’orale si dovrà ripetere lo scritto.
Criteri di valutazione: La sufficienza è attribuita a chi sa impostare correttamente gli esercizi e ha una conoscenza minima dei concetti di base della teoria. Il voto massimo di 30 è dato a chi svolge esattamente ed in modo completo gli esercizi e risponde in maniera puntuale ed esaustiva alle domande di teoria.
Contenuti: Definizione e classificazione dei fenomeni aeroelastici, cenni storici. Richiami di meccanica delle vibrazioni per i sistemi ad uno o più gradi di libertà ed i sistemi continui; metodi di analisi anche in presenza di forzanti random. Principali strategie per lo studio aerodinamico (metodo dei pannelli, reticolo di vortici, piston theory). Tecniche di controllo e stabilità dei sistemi. Aeroelasticità statica, analisi degli effetti della flessibilità delle ali sulla distribuzione della portanza, modello a 2 GdL, studio della divergenza. Aeroelasticità in condizioni non stazionarie. Aeroelasticità dinamica, fenomeno del flutter e calcolo dei limiti di stabilità. Risposta del velivolo a raffiche e fenomeni di turbolenza. Tecniche numeriche per lo studio dell’aeroelasticità. Cenni al processo di certificazione di un velivolo con particolare riferimento ai fenomeni aeroelastici (verifiche strutturali richieste e test sperimentali).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'apprendimento è basato sulla frequenza alle lezioni e conseguente studio dei testi relativi. L'insegnamento è tradizionale e si avvale di vari esempi completamente svolti in aula.
Sono previste esercitazioni in aula informatica per acquisire la capacità nell'utilizzo di software (Patran-Nastran) per l’analisi dei problemi di aeroelasticità.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Oltre al testo di riferimento del materiale addizionale utile al corso sarà fornito dal docente e reso disponibile sulla piattaforma moodle.
Testi di riferimento:
  • Wright, Jan R.; Cooper, Jonathan E., Introduction to Aircraft Aeroelasticity and Loads. Wiley: --, 2014. Testo di riferimento (textbook) Cerca nel catalogo
  • Dewey H. Hodges, Introduction to Structural Dynamics and Aeroelasticity. --: Cambridge University Press, 2014. Testo di consultazione (additional reading)
  • Bisplinghoff, Raymond L.; Ashley, Holt, Aeroelasticity. --: Dover Publications, 1996. Testo di consultazione (additional reading) Cerca nel catalogo
  • Fung, Y.C.,, An Introduction to the Theory of Aeroelasticity. --: Dover Publications, 1994. Testo di consultazione (additional reading) Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Top Hat (active quiz, quiz)
  • FEM software (Patran-Nastran)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'