Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA ENERGETICA
Insegnamento
MISURE E STRUMENTAZIONI INDUSTRIALI
INL1001630, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA ENERGETICA
IN0528, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INDUSTRIAL MEASUREMENTS
Sito della struttura didattica https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?id=473
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?idnumber=2018-IN0528-000ZZ-2018-INL1001630-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARCO PERTILE ING-IND/12

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-IND/12 6.0
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative ING-INF/07 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 72 153.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2014

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
10 A.A. 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 PERTILE MARCO (Presidente)
DEBEI STEFANO (Membro Effettivo)
FANTI GIULIO (Supplente)
9 A.A. 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 PERTILE MARCO (Presidente)
DEBEI STEFANO (Membro Effettivo)
FANTI GIULIO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: CONOSCENZE ATTESE - Durante lo svolgimento del corso gli studenti apprenderanno:
• le principali caratteristiche statiche e dinamiche di uno strumento di misura, da tenere in considerazione per la scelta della strumentazione;
• gli strumenti fondamentali della statistica per l’analisi dei dati acquisiti, per l’espressione e la valutazione dell’incertezza di misura e per la rimozione degli outliers;
• la procedura prevista dalla Guida ISO-GUM per la valutazione dell’incertezza di misura;
• i mezzi e le tecniche per valutare l’errore dinamico di uno strumento di misura;
• i principali metodi per la taratura statica e dinamica di uno strumento di misura;
• i parametri, i criteri di scelta e i principali problemi relativi alla conversione analogico-digitale di un segnale di misura;
• i rudimenti di alcuni software per l’analisi dei dati di misura e per la loro acquisizione mediante PC.
• il principio di funzionamento, le caratteristiche, i vantaggi e svantaggi dei principali strumenti per misure di grandezze di interesse, quali: deformazione e forza; temperatura con e senza contatto; portata e velocità nei fluidi; grandezze elettriche in corrente continua ed alternata;
• I principali disturbi da tenere in considerazione nella scelta di una catena di misura complessiva;
• I principali metodi per l’analisi in frequenza di un segnale di misura.

ABILITA’ ATTESE - Al termine del corso gli studenti, mediante opportuno software per PC, saranno in grado di:
• analizzare i dati di misura con gli strumenti fondamentali della statistica;
• rimuovere gli outliers dalle misure acquisite;
• valutare l’incertezza della misura a partire da dati sperimentali o da conoscenze pregresse secondo la Guida ISO-GUM;
• eseguire la taratura statica di uno strumento di misura;
• eseguire la taratura dinamica di uno strumento di misura;
• redigere un semplice programma software per l’acquisizione del segnale in uscita da uno strumento di misura e scegliere opportunamente i parametri della conversione analogico-digitale;
• valutare l’errore dinamico di uno strumento di misura;
• analizzare in frequenza un segnale di misura.
Modalita' di esame: L’esame comprende una prova scritta obbligatoria ed una prova orale facoltativa su richiesta dello studente:
• la prova scritta, della durata di 2 ore, è volta a verificare l’apprendimento delle conoscenze attese e il raggiungimento delle abilità attese, sopra elencate, mediante tre domande aperte sia sui contenuti svolti a lezione, sia sulle procedure sperimentali e di analisi affrontate nelle esercitazioni di laboratorio.
• La prova orale facoltativa può essere richiesta da ogni studente che abbia avuto una votazione almeno sufficiente nella prova scritta e comprende una o due domande aperte dello stesso tipo previsto per la prova scritta. La prova orale può comportare un aumento o un abbassamento del voto conseguito nella prova scritta, per un massimo di tre punti su trenta.
Criteri di valutazione: Sia per la prova scritta, sia per la prova orale facoltativa, i criteri sono:
• Conoscenza e comprensione dei contenuti del corso illustrati a lezione e delle procedure sperimentali e di analisi affrontate in laboratorio;
• Completezza e correttezza delle conoscenze acquisite;
• Completezza e rigore nella descrizione delle metodologie di analisi e sperimentali;
• Proprietà della terminologia tecnica utilizzata;
• Capacità di discutere gli argomenti in modo chiaro e sintetico.
Contenuti: Concetti e definizioni fondamentali. Richiami di analisi statistica e inferenza da un campione di dati sperimentali; riduzione statistica di outliers. Analisi dell’incertezza secondo la Guida ISO: incertezza nelle misure dirette e sua propagazione a misure indirette. Caratteristiche statiche degli strumenti e taratura statica. Caratteristiche dinamiche degli strumenti: trasformata di Laplace; funzione di trasferimento; diagrammi di Bode; taratura dinamica; valutazione degli errori dinamici. Acquisizione ed elaborazione digitale di misure tempo-varianti: conversione analogico-digitale; trasformata di Fourier; fenomeni dell’aliasing e leakage. Effetto di carico e disturbi nella catena di misura.

Principio di funzionamento e caratteristiche metrologiche di strumenti per la misura di grandezze fisiche di interesse, quali: deformazione e forza; temperatura con e senza contatto; flusso termico, resistenza termica ed energia; pressione; portata e velocità nei fluidi; accelerazione; grandezze elettriche in corrente continua ed alternata (tensione, corrente, potenza ed energia).

Introduzione a Matlab per l’elaborazione dei dati e a Labview per l’acquisizione delle misure.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Si prevedono lezioni in aula per affrontare i contenuti del corso, e lezioni ed esercitazioni in laboratorio didattico per applicare i metodi e le procedure proposte in aula. Durante le lezioni e le esercitazioni svolte in laboratorio vengono utilizzati PC con software Matlab e Labiew, e si prevede di dividere gli studenti in due turni con orari diversi e in gruppi di lavoro di 2-3 studenti per PC.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi consigliati:
E. O. Doebelin, “Strumenti e Metodi di Misura”, II ed, McGraw-Hill, New York, 2008;
appunti dalle lezioni e materiale didattico fornito dal docente.

Testi per consultazione:
F. Angrilli “Corso di Misure Meccaniche e Termiche e Collaudi”, CEDAM Padova
F. Angrilli: “Corso di Misure Meccaniche e Termiche e Collaudi: gli strumenti di misura”, CEDAM Padova,2006;
E. O. Doebelin, “Strumenti e Metodi di Misura”, McGraw-Hill, New York, 2008;
R. S. Figliola, D.E. Beasley: “Theory and Design for Mechanical Measurements”,
G. Fanti, “Aspetti pratici delle misure e collaudo di sistemi meccanici”, ed. Libreria Progetto Padova 2002
G. Zingales, “Misure Elettriche”, Utet
Testi di riferimento:
  • E. O. Doebelin, Strumenti e Metodi di Misura. New York: McGraw-Hill, 2008. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Peer feedback
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • One Note (inchiostro digitale)
  • Matlab
  • Labview

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'