Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA
Insegnamento
PSICOPATOLOGIA GENERALE E DELLO SVILUPPO (AVANZATO)
PSN1032409, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA
PS1088, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL AND DEVELOPMENTAL PSYCHOPATHOLOGY (ADVANCED)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolapsicologia/course/view.php?idnumber=2018-PS1088-000ZZ-2018-PSN1032409-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LAURA BALOTTIN

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PSI/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 BALOTTIN LAURA (Presidente)
MANNARINI STEFANIA (Membro Effettivo)
PALMIERI ARIANNA (Membro Effettivo)
5 2017/18 01/10/2017 30/11/2018 BALOTTIN LAURA (Presidente)
MANNARINI STEFANIA (Membro Effettivo)
PALMIERI ARIANNA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base di psicologia clinica. Principali concetti e teorie della psicologia dinamica e della psicologia dello sviluppo. Può essere utile inoltre una basilare conoscenza degli strumenti di valutazione psicologica nell'infanzia e nell'adolescenza e delle tecniche del colloquio psicologico.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti conoscenze specialistiche e il più possibile professionalizzanti sui principali quadri psicopatologici che si osservano nella clinica delle patologie psichiche dell’infanzia e dell’adolescenza. L’approfondimento teorico della psicopatologia classica di matrice psicodinamica si affiancherà alla descrizione specifica, anche mediante esemplificazioni cliniche, delle principali manifestazioni sintomatologiche e dei quadri clinici psicopatologici correlati. Si farà riferimento alle classificazioni diagnostiche maggiormente in uso (DSM-5 e ICD-10) per offrire ai futuri psicologi la possibilità di interagire con professionisti di altre formazioni, all’interno per esempio di équipe medico-psicologiche nei servizi di salute mentale. Sarà fatto cenno inoltre alla classificazione del Manuale Diagnostico Psicodinamico (PDM).
Infine, verrà favorita l'acquisizione di competenze relative all’utilizzo critico dei dati di ricerca per il miglioramento della qualità delle attività cliniche diagnostico terapeutiche. Saranno costantemente trattate le implicazioni cliniche e terapeutiche nel lavoro psicologico con i bambini, con gli adolescenti e con le famiglie, allo scopo di favorire nello studente una visione critica e personale sui modelli diagnostici trattati.
Modalita' di esame: E' prevista una prova scritta con domande aperte e a risposta multipla alle quali lo studente dovrà rispondere facendo riferimento ai testi d'esame e a quanto affrontato durante il corso
Criteri di valutazione: Saranno valutate le seguenti acquisizioni:
• capacità di riconoscere e descrivere fenomeni psicopatologici
• capacità di ragionare in termini di ipotesi diagnostiche sulla base di una storia clinica e di esprimere un proprio pensiero critico
• livello di approfondimento dei contenuti appresi
• pertinenza, completezza e precisione (terminologia, capacità di sintesi ecc…) delle risposte
• partecipazione facoltativa a valutazioni in itinere durante le lezioni (per i frequentanti)
Contenuti: Il corso sarà strutturato in tre aree tematiche

1) FONDAMENTI - Breve rassegna dei concetti cardine della psicopatologia dello sviluppo
• Lo sviluppo neuropsichico fra natura e ambiente. Caratteristiche individuali e influenze ambientali, con particolare riferimento alla genitorialità: un’interazione complessa
• Modelli teorici in psicopatologia dello sviluppo
• Il problema della diagnosi in età evolutiva
• Il processo diagnostico con il bambino e con la famiglia
• I sistemi di classificazione della psicopatologia (Sistema DSM, Classificazione ICD-10, Classificazione diagnostica: 0-3R, PDM): fondamenti, criteri di definizione e d’inquadramento diagnostico.

I principali quadri psicopatologici saranno in seguito trattati facendo riferimento alla psicopatologia classica di matrice psicodinamica, e in particolare psicoanalitica, e alle classificazioni nosografiche maggiormente diffuse. Verranno inoltre trattate le implicazioni cliniche e terapeutiche nel lavoro psicologico con i bambini, gli adolescenti e le famiglie.

2) PSICOPATOLOGIA DELL’INFANZIA
• I disturbi della regolazione. Quando il disagio si esprime attraverso il sonno o il cibo
• Psiche e soma. Il complesso problema della psicosomatica nel bambino
• Il trauma e il suo impatto sullo sviluppo. Oltre il Disturbo Post Traumatico da Stress
• I disturbi dello spettro autistico. Tra genetica e ambiente
• I disturbi del comportamento e la questione dell’ADHD. Dare senso a opposizione e iperattività?
• I disturbi affettivi e d'ansia. Tra attaccamento e separazione.

3) PSICOPATOLOGIA DELL’ADOLESCENZA
• Adolescenza tra normalità e patologia. I sintomi dell’area nevrotica
• Disturbi della condotta, aggressività e impulsività. Il significato dell’agire e del passaggio all’atto
• I disturbi affettivi. Depressione, lutto e separazione in adolescenza
• Le psicosi. Esordio psicotico e breakdown evolutivo
• Disturbi di personalità e patologie limite. La questione dell’identità
• I disturbi del comportamento alimentare e le addiction. Adolescenza tra dipendenza e indipendenza
• Tentativi di suicidio e autolesionismo. Il problema del corpo in adolescenza
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolgerà secondo le seguenti metodologie di insegnamento:
• Lezioni frontali
• presentazione di casi clinici
• presentazione in aula da parte degli studenti e discussione

Sarà favorita la discussione critica in aula e la possibilità da parte degli studenti di esprimere dubbi e richiedere approfondimenti
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Anche se verrà privilegiato un approccio alla psicopatologia di tipo psicodinamico, potrà essere utile consultare e fare riferimento, rispetto alla classificazione delle patologie, ai manuali diagnostici attualmente maggiormente in uso (ICD-10, DSM-5 ecc...) per facilitare il confronto con le conoscenze scientifiche e mediche più aggiornate
Testi di riferimento:
  • Tambelli, R., Manuale di psicopatologia dell’infanzia. Bologna: Il Mulino, 2017. Capitoli 1, 2, 3, 5, 6, 7, 8, 9. Cerca nel catalogo
  • Ammaniti, A., Manuale di psicopatologia dell'adolescenza. Milano: Raffaello Cortina, 2002. Capitoli 1, 7, 9, 11, 12, 13, 14. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Peer feedback
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere