Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Psicologia
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA
Insegnamento
TEORIA E TECNICA DEL COLLOQUIO AD ORIENTAMENTO PSICOANALITICO
PSN1032534, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
PSICOLOGIA CLINICO-DINAMICA
PS1088, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese THEORY AND TECHNIQUE OF THE PSYCHOANALYTICALLY-ORIENTED INTERVIEW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile CRISTINA MAROGNA M-PSI/07

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Psicologia dinamica e clinica M-PSI/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 07/10/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Le studentesse e gli studenti devono aver acquisito le basi fondamentali di: psicologia dinamica, colloquio psicodinamico, diagnosi psicoanalitica, diagnosi psicodinamica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire alle studentesse e agli studenti strumenti teorici e tecnici per comprendere come viene condotto il colloquio in ambito psicoanalitico. Partendo dal lavoro con le libere associazioni, che evidenziano l'esistenza del legame tra percezione e un ricordo, sarà possibile comprendere le trasformazioni del discorso nella coppia analitica, nel corso del processo analitico dal suo inizio alla sua conclusione. Per cogliere gli snodi del colloquio il controtransfert diviene un concetto-condizione indispensabile poiché evidenzia le dinamiche intrapsichiche, transpsichiche ed interpersonali. Approfonditi questi concetti il lavoro analitico con i sogni permette di ritrovare almeno una parte di quel che si è perduto, dimenticato o che non è presente alla coscienza e facilitare così il processo di cura e la ricostruzione di una continuità nell’esperienza del Sé. Durante il corso verrà mantenuto vivo un continuo dialogo tra la teoria e la pratica clinica e questo darà la possibilità di comprendere le differenze tra le fasi di: consultazione, sviluppo e conclusione della cura, nella coppia analitica.
Modalita' di esame: Orale
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione delle studentesse e degli studenti si baserà sulla comprensione degli argomenti trattati nei testi proposti. Viene considerata sia l'acquisizione dei concetti teorici e delle metodologie cliniche, sia la capacità di elaborare ed esemplificare le competenze acquisite, in modo autonomo, critico e consapevole.
Contenuti: La prima parte del corso presenterà l'utilizzo del Colloquio Psicoanalitico nei diversi setting (pubblico e privato, singolo e di coppia) e nelle diverse fasi di vita del paziente. Nello specifico il corso proporrà lo studio del metodo delle libere associazioni quale nuova forma di essere parlati dal Sé (Bollas 1999), delineando come esse portano a una decostruzione della relazione, ponendosi al servizio di una meta sovversiva: l'evoluzione mentale. La seconda parte del corso propone lo studio del controtransfert e del sogno quale luogo di elezione per osservare e analizzare le libere associazioni, trasversalmente al contesto clinico e alla fase di vita del paziente (bambino, adolescente, adulto e anziano). L'interpretazione dei sogni "via regia" verso l'inconscio è sempre più attuale nel panorama clinico di ricerca poiché presenta un territorio inconscio, personale e condivisibile, in cui la soggettività è possibile e la vita psichica non è ancorata alla realtà esterna.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L'insegnamento consiste: in lezioni frontali (presentazioni Power Point e video), analisi di casi, testimonianze di esperti psicoanalisti . Saranno proposti lavori di gruppo, esercitazioni su materiale clinico fornito dalla docente e analisi di casi clinici. Sono apprezzate: la partecipazione attiva degli studenti e le proposte di approfondimento di tematiche specifiche.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: - Bion W. R. (1972), “Apprendere dall'esperienza”. Armando, Roma
- Costantini M.V, Pierri M. (2016), “Al di là delle parole. La cura nel pensiero di Agostino Racalbuto” Franco Angeli, Milano
- Fabozzi P. (2015), “Forme dell’interpretare Nuove prospettive nelle teoria e nella clinica psicoanalitica” Franco Angeli, Milano.
- La Scala M. (2017), "Percepire, allucinare, immaginare. Il rispecchiamento, il simbolo, il soggetto. Franco Angeli, Milano.
- Nicolini C. (2009), “Il colloquio psicologico nel ciclo di vita”. Carocci, Roma
- Spagnolo R. (2018), "Building Bridges". Routledge, London.
Testi di riferimento:
  • Semi A.A., Il metodo delle libere associazioni. Milano: Raffaello Cortina, 2011. Cerca nel catalogo
  • Bolognini S. (A cura di), Il sogno cento anni dopo. Milano: Mimesis, 2016. capitoli:1, 2, 5, 6, 7, 8, 14, 15, 16, 17, 23, 26 Cerca nel catalogo
  • Donadio, C., Albarella M., Il Controtransfert. Napoli: Liguori, 1998. Da pag 81 a pag 130; da pag 163 a pag 188; da pag 201 a pag 242