Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
CHIMICA
Insegnamento
BREVETTAZIONE, REGOLAMENTI E SVILUPPO DI PRODOTTI
SCP7079097, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
CHIMICA
SC1169, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum CHIMICA [001PD]
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese PATENTS, RULES AND PRODUCT DEVELOPMENT
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Chimiche
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di CHIMICA

Docenti
Responsabile STEFANO MARETTO 000000000000
Altri docenti MARCO FACHINI 000000000000
GIANLUCA STOCCO 000000000000

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SCP5071658 BREVETTAZIONE E SVILUPPO DI PRODOTTI STEFANO MARETTO SC1174
SCP7079097 BREVETTAZIONE, REGOLAMENTI E SVILUPPO DI PRODOTTI STEFANO MARETTO SC1170

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro -- 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 3.0 30 45.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Syllabus
Prerequisiti: Cultura scientifica e chimica di base.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Brevettazione:
la prima parte del corso è indirizzata a fornire una preparazione di base sui diritti di proprietà industriale, in particolare in ambito chimico e settori correlati. Saranno fornite conoscenze di base su tre aspetti fondamentali:
i) che cosa è un’invenzione e quali invenzioni sono brevettabili;
ii) come definire un’invenzione in campo chimico e settori correlati ai fini brevettuali; e
iii) quali sono gli strumenti procedurali per ottenere una tutela legale dei diritti di brevetto in Italia e all’estero.
Lo scopo è permettere ai partecipanti al corso di:
i) capire le problematiche connesse all’identificazione di un’invenzione rispetto al normale progresso tecnico del settore;
ii) leggere un documento brevettuale e capire il significato del linguaggio tecnico usato ai fini della tutela legale dell’invenzione.
Allo scopo alla teoria sarà affiancata l’analisi di casi pratici.

Sviluppo di prodotti:
Preparazione degli studenti ai meccanismi che regolano la vita aziendale.
Viene usato l’esempio dello sviluppo di un prodotto per descrivere gli elementi fondamentali di “project management”, le funzioni coinvolte e le capacità richieste.

Regolamenti europei REACH e CLP
Modalita' di esame: Esame scritto composto da una serie di test a risposta multipla su tutti gli argomenti trattati nel corso
Criteri di valutazione: La valutazione si baserà su un test scritto a risposta multipla in modo di valutare la comprensione e l’acquisizione corretta dei concetti teorici ai fini di una loro applicazione autonoma.
Contenuti: Brevettazione:
⁃ l'evoluzione storica delle leggi sui brevetti e le convenzioni internazionali in vigore sui brevetti, come quadro di riferimento alle leggi regionali e nazionali;
⁃ il concetto di invenzione;
⁃ il brevetto verso il segreto industriale;
⁃ i requisiti dell’invenzione;
⁃ i requisiti della domanda di brevetto;
⁃ la funzione del brevetto;
⁃ i diritti dell’inventore e del richiedente;
⁃ la struttura della domanda di brevetto e le peculiarità del brevetto chimico (definizione dell’invenzione mediante la formula generale e/o parametri funzionali; le tipologie di rivendicazioni ed il loro ambito);
⁃ le procedure di deposito ed esame, con particolare riferimento all’esame secondo la normativa italiana (Codice della Proprietà Industriale) ed europea (EPC);
⁃ le strategie di brevettazione e le convenzioni internazionali ed europee (la Convenzione Unionista di Parigi; gli accordi TRIPs; Il Patent Cooperation Treaty PCT; la European Patent Convention EPC ed il Brevetto Unitario).

Sviluppo di prodotti:
1- Introduzione
- Regole di base
- Panoramica del corso – il processo di sviluppo prodotto
- L’industria chimica – materie prime e prodotti finiti
2- La struttura aziendale
- Panoramica delle funzioni e interfacce
3- Generazione delle nuove idee
- Definizione di “concetto”
- Generazione di idee – brainstorming e pensiero laterale
- - vendere le proprie idee al marketing
- Valutazione della fattibilità tecnica
4- Sviluppo prodotto
- Definizione di progetto
- Pianificazione del progetto
- Costruire e gestire un team – gestire i conflitti – ruolo del capo progetto
- Abilità comunicative
• Entrare in contatto con le persone
• Gestire le parti interessate
• Presentare con efficacia
• Gestire le riunioni
- Esecuzione del progetto :Piccola scala e livello pilota , Larga scala – Investimenti e ritorno dell’investimento
- Analisi dei costi (documento P&L)
- Ricerche di mercato (test qualitativi e quantitativi)
- Analisi del rischio
5- Fase di lancio
- Creazione del dossier
- Passaggio di informazioni alla produzione
- Revisione post-lancio

Regolamenti REACH e CLP:
- i Regolamenti europeo CE 1907/2006 REACH e CE 1272/2008 CLP; la loro applicazione, problematiche e opportunità per il chimico moderno;
- Identificazione delle sostanze chimiche secondo REACH.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali con presentazioni in Powerpoint; analisi di casi pratici ed esercitazioni sui temi trattati.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Testi di consultazione consigliati:
AA.VV. a cura di A. Vanzetti, I nuovi brevetti. Biotecnologie ed Invenzioni Chimiche, 1995, Giuffrè Editore
A. Vanzetti e V. Di Cataldo, Manuale di Diritto Industriale, 7° ed., 2012, Giuffrè Editore
De Vita, Diego, Brevettare Facile. Napoli: Finanze & lavoro, 2010.

Dispense pdf scaricabili dalla pagina web dedicata all’insegnamento.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Questioning

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'