Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
Insegnamento
STRATEGIES TERRITORIALES DURABLES
SUP4065247, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
IA2447, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese REGIONAL SUSTAINABLE STRATEGIES
Sito della struttura didattica www.dissgea.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione FRANCESE
Sede Univ. Paris 1 Pantheon-Sorbonne
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT

Docenti
Nessun docente assegnato all'insegnamento

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE discipline economiche SECS-P/01 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 3.0 21 54.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire:
Modalita' di esame: Esiste un'ampia gamma di approcci di valutazione. Tali approcci riguardano obiettivi formativi e sommativi. Questo è in linea con i risultati di apprendimento mirati che si concentrano su conoscenze e approfondimenti, abilità applicative e comunicazione in modo equilibrato.
La varietà di approcci di valutazione è anche dovuta al fatto che i corsi sono offerti in combinazioni con diversi programmi di studio appartenenti a diverse università.
Un primo gruppo di esami sono scritti e di solito sono scritti saggi. Questo tipo di valutazione consente un approccio più creativo e orientato alla ricerca. Quando il saggio riflette le ricerche degli studenti, deve mostrare la capacità di formulare chiaramente le domande di ricerca, organizzare e condurre una ricerca, applicare metodi appropriati, essere in grado di raccogliere dati sul campo e analizzare quei dati.
Successivamente, gli studenti devono essere in grado di discutere i risultati e inserirli nel più ampio dibattito scientifico. Inoltre, la struttura e la scrittura del saggio devono essere conformi alle regole di scrittura corrette e accademiche. In molti casi la valutazione del processo, la valutazione tra pari e/o una presentazione sono collegate alla qualità della stesura del saggio.
Un secondo gruppo di esami viene implementato in modo orale. In questo modo possono essere personalizzati e sono più interattivi. Molti corsi hanno una politica di esami orali come procedura standardizzata (domande, presentazione, peer/autovalutazione). Ciò consente agli studenti di esprimersi in modo attivo e dialogico.
Gli esami orali sono particolarmente adatti per testare la comprensione/intuizioni e l'applicazione della conoscenza in quanto incoraggiano gli studenti a produrre una comunicazione chiara e a manifestare le proprie attitudini personali. Per quanto riguarda i saggi, una valutazione orale integrativa consente un approccio più creativo e orientato alla ricerca.
Le valutazioni intermedie sono generalmente utilizzate in modo formativo per fornire agli studenti feedback tempestivi, mentre le valutazioni finali sono utilizzate in modo sommativo. I risultati della valutazione dei pari possono influenzare il voto finale individuale.
Criteri di valutazione:
Contenuti: Il concetto di sviluppo sostenibile è stato costruito a livello internazionale, sulla base di riflessioni sul cambiamento climatico, cambiamenti ambientali che rivelano i limiti fisici del modello di sviluppo sul lavoro. I territori sono stati collocati molto rapidamente al centro dell'attuazione delle trasformazioni necessarie per affrontare questi problemi.

Uno degli obiettivi di questo corso sarà quello di presentare il quadro internazionale dello sviluppo sostenibile, la sua traduzione nazionale in evoluzione e il modo in cui i territori sono posti al centro delle strategie di trasformazione, attraverso approcci e programmi strutturanti. Queste azioni sono generalmente svolte attraverso le autorità locali (ad esempio Agenda 21, Plan Climat Air Energie territoriale ...) o attraverso l'integrazione dello sviluppo sostenibile in progetti territoriali.
Il corso si concentrerà sui mezzi che i territori possono mobilitare e sul ruolo dei diversi tipi di stakeholder, ma anche sugli effetti, le insidie ​​o gli impedimenti alle/delle strategie implementate. Questa riflessione consentirà di affrontare altri tipi di approcci di transizione che, partendo dalla nozione di resilienza, sono seguiti nelle città e nelle regioni, sulla base di iniziative intraprese dalla società civile, come in Gran Bretagna con il movimento di transizione avviato da Rob Hopkins.
Questa prima parte consentirà di mettere in discussione la nozione di transizione, nelle sue molteplici caratteristiche, nonché le condizioni necessarie per la sua attuazione e i cambiamenti che essa implica, in particolare dal punto di vista economico.

Il secondo asse del corso affronterà l'emergere di nuove forme di sviluppo economico locale che pongono la posta in gioco dello sviluppo sostenibile al centro della loro logica, con l'obiettivo di limitare l'impatto delle attività umane sull'ambiente, di essere una fonte di occupazione locale e miglioramento delle condizioni di vita nella zona. In particolare, il corso affronterà i concetti di economia sociale e solidale, condivisione dell'economia, economia di funzionalità, economia circolare, innovazione sociale e le questioni che si presentano riguardanti (1) gli attori di questo sviluppo economico, (2) i loro campi di attività (3) i loro rapporti con le autorità locali, (4) il legame con altri attori e settori dell'economia.

Sulla base di questi sviluppi, esamineremo in modo più generale il finanziamento della transizione ecologica nei territori e di queste nuove forme economiche di sviluppo: quali risorse? quali tipi di finanziamento? Sarà posto l'accento sulla questione delle monete locali, emesse e destinate a circolare a livello locale, che spesso accompagnano approcci di transizione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento:
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento: