Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
Insegnamento
DEVELOPMENT MODELS AND PRACTICES IN DIACHRONIC PERSPECTIVE
SUP8083797, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
IA2447, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese DEVELOPMENT MODELS AND PRACTICES IN DIACHRONIC PERSPECTIVE
Sito della struttura didattica https://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile DAVID CELETTI SECS-P/12

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE discipline storiche e geografiche SECS-P/12 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 24/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Nessuna.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Gli studenti acquisiranno le conoscenze necessarie per capire e analizzare criticamente i diversi modelli e pratiche di sviluppo ponendoli entro un quadro diacronico e comparativo e relazionandoli con i loro effetti sociali di medio e lungo termine.
In particolare gli studenti acquisiranno le conoscenze necessarie a comprendere i seguenti aspetti determinanti le dinamiche di sviluppo:
1) i modelli e le pratiche economiche sottostanti la cosiddetta “grande divergenza” e “grande convergenza”, come per esempio il Mercantilismo, il Liberismo, l’Economia Pianificata, il Keynisianismo e il Neoliberismo.
2) I presupposti teorici dei modelli di sviluppo, visti sia sotto l’aspetto socio-culturale che dal punto di vista tecnico - economico
3) Le conseguenze delle pratiche di sviluppo sulla creazione di ricchezza e distribuzione della ricchezza a livello locale e globale, nonché sull’organizzazione sociale e il benessere pubblico
4) I Nuovi modelli e pratiche di sviluppo, quali lo sviluppo sostenibile, la Green Economy e la Blue Economy.
Alla fine del corso gli studenti saranno capaci di:
1) Ricercare, acquisire e analizzare la letteratura scientifica, dati qualitativi e statistiche relative allo sviluppo, alla globalizzazione economica, alla creazione e distribuzione di ricchezza, allo sviluppo umano;
2) Analizzare criticamente i modelli di sviluppo, collegandoli con i loro presupposti teorici, con il contesto sociale e istituzionale nel quale sono emersi, nonché con le pratiche effettive di sviluppo economico che ne sono emerse;
3) Valutare criticamente i modelli e le pratiche di sviluppo in relazione ai diversi aspetti del vivere umano (creazione e distribuzione di ricchezza, benessere e giustizia sociale, libertà individuale, uguaglianza,…) all’impatto sulle istituzioni e le relazioni internazionali (organizzazione istituzionale a livello locale e centrale, relazioni internazionali tra aree regionali e stati), così come sulle loro conseguenza ambientali;
4) Collegare criticamente processi di sviluppo locali e globali e valutare l’impatto dell’attuale processo di globalizzazione sulle società facendo riferimenti anche a fattori quali l’azione delle multinazionali, i flussi d’investimento internazionale, le strategie di offshoring, la gestione monetaria e finanziaria;
5) Valutare le potenzialità dello sviluppo sostenibile locale, della Green Economy e della Blue Economy quali pratiche alternative di sviluppo.
Modalita' di esame: Per gli studenti frequentanti l’esame è strutturato in due parti:
1) Presentazione in classe di un tema collegato al corso scelto dallo studente e approvato dal docente (30% del voto finale);
2) Esame orale basato su:
- le slides presentate durante le lezioni, e caricate sulla piattaforma moodle;
- un articolo scelto dallo studente tra quelli sotto-indicati nella rubrica “eventuali indicazioni sui materiali di studio”.

Per gli studenti non frequentanti l’esame consiste in una sola prova orale basata su un libro e due articoli tra quelli sotto indicati nella rubrica “eventuali indicazioni sui materiali di studio”.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione sono i seguenti:
1) Capacità di capire pienamente, analizzare criticamente e presentare chiaramente i concetti presentati in aula, e nella letteratura scientifica di riferimento portata all’esame;
2) Abilità d’analisi critica e completa dei diversi modelli e pratiche di sviluppo;
3) Capacità di valutazione critica dei risultati economico-sociali dei modelli di sviluppo, di pensiero autonomo e critico;
4) Capacità di preparare e presentare in aula con chiarezza ed efficacia il tema scelta (solo per gli studenti frequentanti).

I parametri di valutazione sono:
1) Grado di conoscenza e comprensione dei temi attinenti al corso;
2) Livello di analisi critica e di capacità di collegamento degli argomenti del corso;
3) Livello di analisi critica e autonoma dei modelli e pratiche di sviluppo
4) Livello di sintesi e chiarezza espositiva.
Contenuti: Il corso affronta la questione dell'impatto dei diversi modelli di sviluppo e della loro effettiva attuazione (pratiche) su economie, società e territori. L'accento è posto sulla relazione tra lo sviluppo economico e umano in tutto il mondo; sulle conseguenze a lungo termine dei diversi percorsi di sviluppo; sulle potenzialità dei nuovi modelli economici.
Il corso è strutturato in due parti. Il primo (parte A) analizza modelli e pratiche di sviluppo all'interno di un quadro cronologico, mentre il secondo (parte B) approfondisce gli aspetti tematici prescelti.
Parte A:
1. Monarchia, mercantilismo e prima colonizzazione
2. Il modello economico precoce moderno cinese: dalla stabilità a lungo termine alla stagnazione
3. Liberalismo: dalla rivoluzione industriale alla grande guerra
4. Economia centrale pianificata: il soviet e gli esperimenti
5. Keynesianism: economia della domanda, sviluppo sociale e crescita sostenuta
6. Neoliberismo e globalizzazione: economie occidentali, economie di transizione e Cina
7. Nuove prospettive di sviluppo: sviluppo locale sostenibile, economia verde, economia blu. Teorie e casi di studio.

Parte B:
1. Guerra e sviluppo: la seconda guerra mondiale nell'economia sovietica;
2. Valute e sviluppo: yuan, dollari, euro e rubli nel mercato globale del XXI secolo;
3. Sviluppo in discussione: il turismo a Venezia dagli anni '50 a oggi;
4. Sviluppo in discussione: Amazon nel mercato alimentare.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso combina i seguenti approcci d’insegnamento e di studio:
- Letture frontali volte a fornire agli studenti gli strumenti analitici e i riferimenti teorici necessari per comprendere i diversi processi di sviluppo e collegarli tra loro;
- Discussione in aula, al fine di sostenere lo sviluppo del pensiero critica, rafforzare le capacità di giustificare logicamente le proprie interpretazione e promuovere la capacità di dialogo su diversi argomenti (ogni lezione avrà uno spazio per le interazioni personali tra il docente e i discenti su argomenti attinenti al corso);
- Elaborazione di un lavoro personale scelto dallo studente e approvato dal docente, sua presentazione in classe e discussione al fine di rafforzare le abilità di ricerca e selezione delle informazioni, analisi, sintesi, esposizione e discussione;
- Lavoro sul campo centrato su due casi studio che saranno presentati agli studenti tramite un’esperienza di osservazione diretta sul campo volta a dare loro una visione concreta di processi e problemi legati allo sviluppo, fare loro conoscere persone e associazioni che lavorano sul campo su progetti di sviluppo sostenibile, unire approccio teorico e esperienza pratica.
Tutti i documenti presentati e discussi durante le lezioni, così come utilizzati duranti il lavoro sul campo saranno caricati sulla piattaforma Moodle.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. Gli studenti frequentanti porteranno all’esame i seguenti materiali di studio:
a. Le slides presentate e discusse durante le lezioni e caricate sulla piattaforma Moodle;
b. La presentazione personale illustrata in classe durante il corso;
c. Uno dei seguenti due articoli caricati sulla piattaforma Moodle:
- David Harway, “Neoliberalism as Creative Destruction”, Annals of the American Academy of Political and Social Science, Vol. 610, NAFTA and Beyond: Alternative Perspectives in the Study of Global Trade and Development (Mar., 2007), pp. 22-44.
- Angus Maddison, “Chinese Economic Performance in the Long Run”, OECD 2007, p. 143-177.
- Vladimir Papov, “China’s Rise, Russia’s Fall: Medium Term Perspective”, ZBW, Tiger Working Papers, 2007, 99, p. 1-37.
2. Gli studenti non frequentanti porteranno i seguenti testi:
a. Gilbert Rist, “The History of Development from Western Origins to Global Faith”, London, Zed Books, 2003.
b. Vladimir Papov, “Mixed Fortunes. An Economic History of China, Russia and the West”, Oxford University Press, 2014.
Testi di riferimento:
  • Gilbert Rist, The History of Development from Western Origins to Global Faith. London: Zed Books, 2003.
  • Vladimir Papov, Mixed Fortunes. An Economic History of China, Russia and the West,. Oxford: Oxford University Press, 2014.
  • Vladimir Papov, Catching Up: Developing Countries in Pursuit of Growth. --: MPRA, 2015. (http://mpra.ub.uni-muenchen.de/65878/).
  • Vladimir Papov, Catching Up: Developing Countries in Pursuit of Growth. --: MPRA, 2015. (http://mpra.ub.uni-muenchen.de/65878/).
  • Giovanni Arrighi, Adam Smith in Beijing. --: Verso, 2017. Cerca nel catalogo
  • John H. Dunning, Sarianna M. Lundan, Multinational enterprises and the global economy. --: Edward Elgar, 2008. Cerca nel catalogo
  • John H. Dunning, Sarianna M. Lundan, Multinational enterprises and the global economy. --: Edward Elgar, 2008. Cerca nel catalogo
  • Elisa Giuliani, Human rights and corporate social responsibility in developing countries' industrial clusters. Lund University: CIRCLE Working Paper, n. 2014/09, 2014., 2014.
  • Pramit Chaudhuri, The Economic Theory of Growth. New York: Wheatsheaf, 1989. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Peer feedback
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Energia pulita e accessibile Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili Consumo e produzione responsabili