Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
ANALISI DEL TERRITORIO
SFO2042863, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese TERRITORY ANALYSIS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA PASE M-GGR/01

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SFO2042863 ANALISI DEL TERRITORIO ANDREA PASE IA1870

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline storiche, sociali e del territorio M-GGR/01 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Syllabus
Prerequisiti: Il prerequisito necessario è aver sostenuto un esame di geografia alla triennale o comunque nel precedente percorso di studio.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire elementi utili rispetto a:
1- conoscenza delle teorie e delle metodologie necessarie per condurre ricerche geografico-storiche e geografico-sociali;
2- conoscenza di alcuni concetti cruciali dell'analisi geografica, come spazio, territorio, territorialità, distanza e prossimità;
3- conoscenza della geografia storica di alcuni ambiti territoriali, selezionati quali esempi applicativi dei contenuti teorici e metodologici;
4- capacità di costruire un progetto di ricerca su un territorio specifico, sperimentando le diverse fasi progettuali;
5- capacità di confrontarsi con testimoni privilegiati attraverso interviste;
6- capacità di lavorare in gruppo;
7- capacità di esporre i contenuti emersi dalla ricerca sul terreno.
Modalita' di esame: L'esame consta di tre parti e si conclude con un colloquio orale.
Due parti sono scritte.
La prima comprende due relazioni individuali (diari di bordo) sulle escursioni scientifiche proposte durante l'insegnamento. Le relazioni sono da consegnare almeno quindici giorni prima della data di appello. Sono quindi valutate dal docente, che discuterà punti di forza e di debolezza durante il colloquio.
La seconda è la relazione sulle attività del Laboratorio di ricerca sul campo. Questa relazione sarà costruita dai gruppi di lavoro durante l'insegnamento. La valutazione del docente è relativa, da un lato, al lavoro nel suo insieme (elaborato finale collettivo) e, dall'altro, al contributo individuale (costanza nella partecipazione, inserimento nelle dinamiche del Laboratorio).
Il colloquio finale è orale. Oltre ad analizzare con lo studente gli scritti presentati, il docente proporrà due domande: la prima sulla dimensione teorica e metodologica; la seconda sui casi di studio presentati a lezione e/o su un eventuale caso di studio diverso, proposto e predisposto dallo studente stesso.

Le tre parti hanno uguale valore nel determinare il voto finale, che quindi sarà costruito come media dei risultati ottenuti nelle tre parti.

A chi non potesse partecipare alle escursioni o al Laboratorio sarà richiesto di portare materiale aggiuntivo, che sarà discusso durante il colloquio.
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente avviene in modo distinto per le parti scritte e per il colloquio orale.
Per quanto riguarda gli scritti si valuteranno: coerenza e chiarezza espositiva, cura del testo e delle immagini, approfondimento dei contenuti.
Per quanto riguarda il colloquio orale saranno oggetto di valutazione:
1- la comprensione degli aspetti teorici e metodologici;
2- le conoscenze relative ai casi di studio presentati a lezione;
3- la capacità di riconoscere e correlare gli elementi costitutivi di un contesto territoriale;
4- la capacità di interpretare il processo di territorializzazione e le dinamiche di territorialità ad esso collegate, anche attraverso esempi;
5- la capacità di esporre in modo chiaro ed efficace.
Contenuti: Il corso prevede tre dimensioni di apprendimento:
1- le lezioni in aula;
2- le escursioni scientifiche sul terreno;
3- un Laboratorio di analisi territoriale.

Le lezioni partiranno dagli aspetti teorici della ricerca in geografia storica e sociale, per approdare quindi ad una panoramica delle principali metodologie di ricerca. Si approfondiranno in seguito alcuni aspetti cruciali dell'analisi territoriale, quali: definizione di spazio e di territorio, il processo di costruzione del territorio, gli attori e il campo dinamico della territorialità, le diverse distanze e le prossimità, la mobilità. Si discuterà anche delle metodologie per la costruzione partecipata di progetti di intervento territoriale.

Le due escursioni scientifiche, della durata di un giorno ciascuna, si svolgeranno nell'ambito della regione Veneto e permetteranno di verificare sul terreno gli argomenti trattati a lezione.

Il Laboratorio (che si articolerà in 16 ore di impegno durante l'insegnamento) avrà come oggetto di studio un quartiere della città di Padova, che sarà analizzato attraverso bibliografia e sitografia, interviste e visite sul terreno. Il Laboratorio coinvolgerà gli attori del territorio quali: l'amministrazione comunale e le sue articolazioni nel quartiere, scuole, associazioni, cooperative ecc.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le attività di apprendimento sono molteplici:
- le lezioni frontali, con il supporto di PPT che saranno caricati in moodle;
- il confronto in aula, anche attraverso lavori di gruppo;
- le escursioni sul terreno, che prevedono visite, confronto con attori locali, momenti di incontro con rappresentanti delle istituzioni;
- il Laboratorio, che è organizzato seguendo la metodologia dell'apprendimento cooperativo;
- l'esposizione in aula e in contesto aperto al pubblico dei risultati del Laboratorio.

Si prevede inoltre lo studio individuale degli appunti e dei testi proposti, anche in moodle.

La frequenza è assolutamente consigliata, in considerazione delle modalità di apprendimento previste.

Per il tipo di attività proposte, si stabilisce un numero massimo (12) di studenti provenienti dalla Laurea in Scienze della Formazione Primaria. La selezione avverrà a partire dalle motivazioni espresse al docente via mail o in un colloquio diretto.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il materiale di studio verrà inserito in moodle con chiave di accesso. Riguarderà tutti e tre gli aspetti del corso: 1- lezioni; 2- escursioni; 3- Laboratorio.
In aula si discuterà di come affrontare il materiale di studio, selezionando le priorità anche in vista del colloquio finale.

Tenuto conto dell'impostazione laboratoriale e di ricerca sul campo, la frequenza è vivamente consigliata.

Per chi fosse costretto a fare l'esame da non frequentante, è necessario un colloquio con il docente, da fissare via mail, per individuare un programma personalizzato che tenga conto degli esami di materia geografica già sostenuti, degli interessi di ricerca e delle possibilità pratiche di approfondimenti individuali rispetto a problematiche dei territori di provenienza.
Testi di riferimento:
  • Bertoncin M., Pase A., D. Quatrida, Geografie di prossimità. Prove sul terreno. Milano: FrancoAngeli, 2014. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Learning contract/agreement

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili Pace, giustizia e istituzioni forti