Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
DEMOGRAFIA STORICA (AVANZATO)
SUP3060278, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORICAL DEMOGRAPHY (ADVANCED)
Sito della struttura didattica https://www.dissgea.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile IRENE BARBIERA SECS-S/04

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline storiche, sociali e del territorio SECS-S/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
3 Commissione 2017/18 01/12/2017 30/11/2018 BARBIERA IRENE (Presidente)
ROSSI FIORENZO (Membro Effettivo)
CASTIGLIONI MARIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: E’ auspicabile, ma non necessaria, una conoscenza di base delle dinamiche di popolazione e dei metodi di analisi demografica delle fonti storiche. Ritorneranno invece molto utili e saranno costantemente richiamate le conoscenze di base di storia antica, medievale, moderna e contemporanea acquisiti durante il corso di Storia triennale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Obiettivo del corso è quello di rendere gli studenti familiari con le dinamiche di popolazione attraverso la discussione delle diverse teorie interpretative dei fenomeni demografici e attraverso l’analisi di diversi case studies; verrà sviluppata la capacità di analisi dei fattori culturali, sociali e ambientali che si combinano nel determinare specifiche dinamiche demografiche; verranno acquisiti e interiorizzati, attraverso esempi ed esercitazioni pratiche svolte a lezione, i metodi di analisi demografica che resteranno un utile bagaglio per le ricerche future. Verrà inoltre sviluppata la capacità di analisi critica delle fonti utili per comprendere le dinamiche demografiche del passato, e poiché si tratta di fonti di diversa natura ciò permetterà di sviluppare anche la capacità di ricerca interdisciplinare.
Modalita' di esame: Gli studenti dovranno presentare una tesina scritta riguardante uno dei temi discussi durante il corso, concordato con la docente. L’esame inoltre prevede diverse modalità per frequentanti e non frequentanti:

Per i frequentanti: la valutazione si baserà per il 60% sulla tesina scritta (di max 7000 parole), per il 40% sull’attività svolta durante il corso che prevede la presentazione e discussione di alcuni saggi e lo svolgimento di un’esercitazione da svolgere in gruppo su una fonte assegnata.

Per i non frequentanti: la valutazione si baserà sulla tesina ( max 7000 parole) ed un colloquio orale sui testi concordati con la docente.
Criteri di valutazione: Per gli studenti frequentanti, la valutazione si baserà sulla comprensione degli argomenti svolti, sulla capacità di intervenire attivamente a lezione e sulla capacità di discussione critica dei testi che verranno discussi a lezione. Si valuteranno la capacità di analisi critica delle fonti, nonché l'acquisizione e l’interiorizzazione dei concetti e delle metodologie proposte e la capacità di applicarli nella redazione di un elaborato scritto.

Per gli studenti non frequentanti la valutazione si baserà sulla capacità di comprensione e di analisi critica dei testi studiati e sulla capacità di applicare i concetti chiave all’elaborazione di un testo scritto.
Contenuti: Titolo del corso: Popolazioni e Migrazioni
Il corso sarà dedicato allo studio delle migrazioni nel passato, con particolare attenzione alle diverse dinamiche migratorie e ai loro effetti demografici, sociali ed economici sia presso le popolazioni di approdo che di partenza. Ci confronteremo con le difficoltà di comprensione e quantificazione dei fenomeni migratori del passato, dovuto alla problematicità delle fonti nel descrivere gli spostamenti di individui e gruppi umani; ciò ha portato alla formulazione di teorie diverse e contradditorie proposte da diversi studiosi in diversi momenti storici.
Più in dettaglio saranno affrontati i seguenti temi:
•Introduzione: le migrazioni come strategia evolutiva di Homo Sapiens, adattabilità e polimorfismo genetico.
•Le migrazioni in teoria: forme e dinamiche migratorie, migrazioni e genere, migrazioni e ciclo vitale, migrazioni e famiglia.
•Il problema delle fonti: identificare lo straniero e registrare il movimento, confini e stati nazionali, le migrazioni prima degli stati nazionali, testi narrativi, catasti, stati delle anime, fonti archeologiche, fonti biochimiche.
•Fari puntati sulle macro-migrazioni: La teoria della “Transizione di Mobilità”, la transizione demografica e le migrazioni tans-oceaniche, interpretare le grandi migrazioni nel passato: il caso della “Migrazione dei Popoli” nell’alto medioevo, movimenti micro alla base della macro migrazioni.
•Luci e ombre sulle micro-migrazioni: migrare verso le città, la teoria del “gravyard theory”, i casi di Roma nell’antichità e Londra in età moderna
•Politiche migratorie: Migrazioni organizzate, migrazioni forzate, chiusura dei confini, le politiche migratorie durante il Fascismo in Italia
•Partire, arrivare e ritornare: conseguenze demografiche, sociali ed economiche delle migrazioni, migrazioni ed equilibri demografici, rapporti familiari e di genere nel paese di partenza e di approdo.
•Misurare le migrazioni: popolazioni stabili e movimenti migratori, migrazioni e struttura per età di una popolazione, nascite e morti
•Esercitazione: i censimenti di età fascista e gli effetti delle politiche migratorie di Mussolini sulla popolazione di alcune città italiane
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni comprenderanno lezioni frontali, seminari ed esercitazioni.
E’ prevista una esercitazione sui censimenti Italiani del 1931, 1936 e 1951.

Ogni studente dovrà inoltre presentare e discutere a lezione dei saggi a scelta. La lista dei saggi e copia degli stessi sarà fornita a lezione. Le presentazioni saranno valutate e rappresenteranno parte del voto finale.

E’ caldamente consigliata la frequenza
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi indicati al punto “testi di riferimento” sono di carattere introduttivo e generale.
I testi da discutere a lezione saranno scelti dalla docente e dagli studenti insieme e saranno disponibili sulla piattaforma Moodle del corso
I temi e i testi per la tesina saranno proposti dagli studenti e concordati con la docente
I non frequentanti dovranno concordare con la docente i testi per la tesina e per la discussione d’esame.
Testi di riferimento:
  • Livi Bacci, Massimo, Storia minima della popolazione del mondoMassimo Livi Bacci. Bologna: Il Mulino, 2011.
  • Del_Panta, Lorenzo; Rettaroli, Rosella, Introduzione alla demografia storicaLorenzo Del Panta, Rosella Rettaroli. Roma [etc.]: Laterza, 1994.
  • Franzina, Emilio, <<L'>>emigrazione dal Venetoun bilancio storiografico e ipotesi di ricercaa cura di Emilio Franzina. [S.l.: s.n.], stampa 1992, Verona, --.
  • Allievi, Stefano; Dalla_Zuanna, Gianpiero, Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazioneStefano Allievi, Gianpiero Dalla Zuanna. Roma: Bari, GLF editori Laterza, 2016.
  • Strozza, Salvatore; De_Santis, Gustavo, Rapporto sulla popolazione<<le>> molte facce della presenza straniera in Italiaa cura di Salvatore Strozza e Gustavo De Santis. Bologna: Il mulino, 2017.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere