Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE STORICHE
Insegnamento
FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE
SUP5070218, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE STORICHE
LE0607, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PHILOSOPHY OF COMMUNICATION
Sito della struttura didattica www.dissgea.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ANDREA ALTOBRANDO M-FIL/01

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
SUP5070218 FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE ANDREA ALTOBRANDO LE0614

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-FIL/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenza di base della storia della filosofia; discreta conoscenza degli elementi di base di logica; capacità di muoversi fra autori e testi della tradizione filosofica secondo un itinerario concettuale.
Buona conoscenza della lingua inglese o francese o tedesca (parte non sostituibile della bibliografia da portarsi all'esame sarà necessariamente in una di queste lingue).
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di far acquisire allo studente:

(I) competenze analitiche (saper analizzare in un problema, specificando gli elementi che lo compongono; saperne dettagliare le parti essenziali e le parti non essenziali; saper specificare i criteri per la sua soluzione);

(II) competenze ermeneutiche (saper interpretare un testo e inserirlo nell’appropriato contesto storico; saperne isolare gli argomenti principali e discuterli; saper esplicitare e valutare punti di vista diversi su un problema o su un processo; saper soppesare pro e contro di un punto di vista rispetto ad un altro in funzione della formulazione di un giudizio; saper connettere tesi provenienti dalla storia della filosofia con i dibattiti filosofici contemporanei).

(III) competenze logiche (saper dedurre conclusioni da determinate assunzioni, fornendo una prova, valutare la correttezza di un ragionamento e saper formulare contro-argomenti adeguati)

(IV) competenze comunicative ed espressive (saper produrre testi ben organizzati e adeguati agli obiettivi; saper sintetizzare argomenti complessi).
Modalita' di esame: È obbligatoria la presentazione di un paper (intorno ai 20.000 caratteri spazi inclusi), che sarà inviato al docente via email almeno una settimana prima dell'esame. Alcuni paper potranno essere presentati e discussi a lezione. Il paper pesa il 50% nella valutazione complessiva dell'esame. 
Il paper deve essere redatto in lingua Italiana, Inglese o Tedesca.

L'esame orale consiste in un colloquio della durata di ca 20 minuti. Più 10 minuti riservati alla discussione sul paper. Saranno inizialmente presentate allo studente 3 differenti domande (tempo di risposta 6-7 minuti per ciascuna domanda): 
- la prima domanda verterà sui caratteri generali del corso; 
- La seconda e la terza questione sono di analisi testuale: si chiede allo studente di analizzare, interpretare e contestualizzare un brano tratto dai testi di letteratura primaria affrontati nel corso.
Si passerà, quindi, alla discussione del paper.
Criteri di valutazione: Conformemente agli obiettivi del corso, verranno valutate in sede di esame le capacità analitiche, ermeneutiche, logiche e comunicative sviluppate in relazione ai temi trattati nel corso. 
Per quanto riguarda la valutazione del paper, verranno prese in considerazione: la capacità di esprimersi correttamente nella lingua prescelta per la scrittura del paper, la chiarezza espositiva (ovvero, l'organizzazione logica degli argomenti presentati), la padronanza del lessico filosofico, l'originalità delle argomentazioni prodotte, la qualità della bibliografia presentata.

Verranno valutate:
- l'acquisizione delle conoscenze richieste;
- la capacità di esporle criticamente;
- la capacità di ricostruzione argomentativa dei testi;
- l’adeguatezza nell’uso del linguaggio filosofico;
- la capacità di sostenere una discussione sui temi del corso in modo logicamente rigoroso e comunicativamente efficace.
Contenuti: Il corso tratterà del tema degli atti di giudizio nell'insieme della vita psichica di un soggetto e del loro rapporto con altre sfere e dimensioni della soggettività e della coscienza, nonché nell'economia della conoscenza e della comunicazione. Il giudizio verrà innanzitutto considerato in quanto “atto intenzionale”, secondo una tradizione che inizia in epoca contemporanea che inizia (come minimo) con Brentano e arriva fino ai giorni nostri. Particolare attenzione sarà dedicata alle tematiche relative a ciò che un giudizio “esprime” e a ciò che “comunica”. Al fine di meglio comprendere e affrontare tali argomenti, date le peculiari questioni sia “psicologiche” che “ontologiche” che esso comporta, sarà prestata particolare attenzione al giudizio negativo.
Si prenderanno le mosse dalla teoria del giudizio di Brentano (ca. 15h), considerandone gli elementi di originalità ed eccentricità rispetto alle teorie dominanti soprattutto nel '900, ma anche la continuità rispetto a una certa tradizione aristotelica e cartesiana.
Si passerà, poi, alla considerazione dell'approccio “fenomenologico” al giudizio inaugurato da Husserl (ca. 20h), con particolare riguardo alle Ricerche logiche e a Esperienza e giudizio, e si considereranno i contributi di A. Reinach, M. Heidegger e J.-P. Sartre.
Nella parte finale del corso (ca. 8h.) si considereranno alcuni dibattiti contemporanei, soprattutto relativi al significato del giudizio rispetto al cosiddetto “impegno ontologico” del giudicante e del suo significato nell'ambito della comunicazione intersoggettiva.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: All'inizio delle lezioni verrà caricato in Moodle il calendario completo delle lezioni (indicando giorno per giorno gli argomenti che verranno trattati). 
La metodologia di insegnamento prevede i seguenti elementi: 
- analisi integrale di testi complessi; 
- didattica "problem based"; 
- individuazione e costruzione di argomenti filosofici; 
- reading di gruppo.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La bibliografia d’esame dovrà essere concordata col docente a partire da alcuni dei testi segnalati tra i testi di riferimento. (vedi sezione successiva)
Indicazioni bibliografiche supplementari rispetto a quelle qui sotto indicate (anche in vista della redazione del paper) verranno fornite a lezione. Sarà possibile discutere di una bibliografia alternativa rispetto a quella fornita.
Almeno uno dei testi che saranno portati all'esame dovrà essere in lingua inglese o francesce o tedesca.
Tramite moodle, verrà attivata una piattaforma di supporto didattico in cui verranno depositati i paper, i materiali per le lezioni, le schede dei testi, etc. Gli studenti, qualora volessero, potranno usare la piattaforma moodle anche per costruire eventuali pagine wiki e per attivare un forum di discussione parallelo al corso. 

Gli studenti non frequentanti dovranno concordare con il docente uno o più testi a scelta da portare all'esame.
Testi di riferimento:
  • Brentano, Franz; Albertazzi, Liliana, <<La >>psicologia dal punto di vista empiricoFranz Brentanoa cura di Liliana Albertazzi. Roma \etc.!: Laterza, 1997. Cerca nel catalogo
  • Husserl, Edmund; Piana, Giovanni, Ricerche logicheEdmund Husserlintroduzione e cura di Giovanni Piana. Milano: Il saggiatore, 2015. Cerca nel catalogo
  • Heidegger, Martin; Babolin, Albino, <<La >>dottrina del giudizio nello psicologismoMartin Heideggera cura di Albino Babolin. Padova: La garangola, 1972. Cerca nel catalogo
  • Chiurazzi, Gaetano, Teorie del giudizioGaetano Chiurazzi. [Roma]: Aracne, 2005. Cerca nel catalogo
  • Reinach, Adolf; Besoli, Stefano; Salice, Alessandro, <<La >>visione delle ideeil metodo del realismo fenomenologicoAdolf Reinachintroduzione di Stefano Besolicon un saggio di Alessandro Salice. Macerata: Quodlibet, 2008. Cerca nel catalogo
  • Husserl, Edmund; Landgrebe, Ludwig; Costa, Filippo; Samonà, Leonardo, Esperienza e giudizioricerche sulla genealogia della logicaEdmund Husserlredatte ed edite da Ludwig Landgrebetraduzione italiana di Filippo Costa e Leonardo Samonàpostfazione di Filippo Costa. Milano: Bompiani Il pensiero occidentale, 2007. Cerca nel catalogo
  • Husserl, Edmund; Landgrebe, Ludwig; Costa, Filippo; Samonà, Leonardo, Esperienza e giudizioricerche sulla genealogia della logicaEdmund Husserlredatte ed edite da Ludwig Landgrebetraduzione italiana di Filippo Costa e Leonardo Samonàpostfazione di Filippo Costa. Milano: Bompiani Il pensiero occidentale, 2007. Cerca nel catalogo
  • Quine, Willard Van Orman; Valore, Paolo, Da un punto di vista logicosaggi logico-filosoficiWillard Van Orman Quineedizione italiana a cura di Paolo Valore. Milano: R. Cortina, 2004. Cerca nel catalogo
  • Carrara, Massimiliano, Impegno ontologico e criteri d'identitàun'analisiMassimiliano Carrara. Padova: CLEUP, 2001. Cerca nel catalogo
  • Sartre, Jean Paul; Fergnani, Franco; Del_Bo, Giuseppe; Lazzari, Marina, <<L'>>essere e il nullasaggio di ontologia fenomenologicaJean-Paul Sartretraduzione di Giuseppe del Borevisione a cura di Franco Fergnani e Marina Lazzari. Milano: Il saggiatore, 1997. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Peer feedback
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Peer review tra studenti

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita'