Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUISTICA
Insegnamento
DIDATTICA DELL'ITALIANO
SUP3053290, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUISTICA
LE0610, ordinamento 2008/09, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese TEACHING METHODOLOGY OF THE ITALIAN LANGUAGE
Sito della struttura didattica https://www.disll.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ELENA MARIA DUSO 000000000000

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Metodologie linguistiche, filologiche e semiotiche L-LIN/02 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 1920 01/10/2019 30/11/2020 DUSO ELENA MARIA (Presidente)
CORTELAZZO MICHELE (Membro Effettivo)
VANELLI LAURA (Membro Effettivo)
POLETTO CECILIA (Supplente)
4 1819 01/10/2018 30/11/2019 DUSO ELENA MARIA (Presidente)
CORTELAZZO MICHELE (Membro Effettivo)
VANELLI LAURA (Membro Effettivo)
POLETTO CECILIA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Ottima conoscenza della lingua italiana (madrelingua o stranieri di livello C1-C2) e della grammatica italiana. Un prerequisito importante (ma non necessario) è aver sostenuto l’esame di Lingua italiana.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenza del dibattito sull’insegnamento dell’italiano a partire dagli anni ’60; conoscenza dei programmi ministeriali attuali e delle prove Invalsi; conoscenza dei principali meccanismi di acquisizione dell’italiano L2 e degli strumenti per l’insegnamento.
Capacità di analizzare e valutare materiali didattici di italiano L1 o L2
Modalita' di esame: È previsto un esame scritto della durata massima di 2 ore, con 12/15 domande, in parte strutturate e in parte aperte, volte a verificare l'acquisizione delle conoscenze e la capacità di risoluzione di problemi legati alla didattica dell'italiano.
Verranno valutate come prove parziali anche le presentazioni fatte in classe su articoli e argomenti proposti dalla docente.
Criteri di valutazione: Si valuteranno
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti;
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole;
3) la capacità di costruire un proprio discorso critico, pertinente, chiaro, efficace e personale
Contenuti: Prima parte. Didattica dell'italiano L1
• L'Educazione linguistica
• L'acquisizione di italiano L1: competenza implicita ed esplicita
• Il ruolo della scuola:
- La lezione di don Milani
- Il Giscel e Le dieci tesi
- Il dibattito sull’insegnamento dell’italiano tra gli anni ’70 ed oggi
- La scuola di oggi: le Indicazioni nazionali; le prove Invalsi

•Le varietà dell’italiano: standard, neo-standard, italiani regionali, dialetti e linguaggi settoriali
•Insegnare la grammatica: strumenti e metodologia
•Insegnare la scrittura: Le prove d’esame e la scrittura di sintesi

Seconda parte: Didattica dell'italiano L2
•Differenze nell'apprendimento di una L1 e una L2
•Linguistica acquisizionale e Didattica acquisizionale
•Alcuni modelli di apprendimento (il modello di Krashen, il DP model di Ulmann e Paradis, La teoria della processabilità di Pienemann) e loro ricaduta didattica
•Interlingua, errore e feedback correttivo
•La classe di italiano L2
•La classe plurilingue
•Strumenti per l’insegnamento dell’italiano L2 (Quadro Comune europeo, i sillabi di italiano L2; i manuali e le grammatiche).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevede lezioni frontali e seminariali, ma anche presentazioni da parte degli studenti di alcuni articoli in bibliografia ed interventi di esperti su alcuni dei principali argomenti. La fequenza è caldamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La bibliografia d'esame, i testi e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.
Nella pagina Moodle verrà inoltre caricata la bibliografia d'esame e quella utile a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.
Testi di riferimento:
  • Lo Duca Maria G., Lingua italiana ed educazione linguistica. Roma: Carocci, 2003. (relativamente ai capitoli 1-4) Cerca nel catalogo
  • Chini, Marina, Che cos'è la linguistica acquisizionale. Roma: Carocci, 2005. (capitoli 1-5) Cerca nel catalogo
  • Rastelli Stefano, Che cos'è la didattica acquisizionale. Roma: Carocci, 2009. (capitoli 1-5) Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Case study
  • Working in group
  • Problem solving
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze