Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOLOGIA MODERNA
Insegnamento
LETTERATURE ROMANZE MEDIEVALI
LEO2043971, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
FILOLOGIA MODERNA (Ord. 2018)
LE0611, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MEDIEVAL ROMANCE LITERATURES
Sito della struttura didattica https://www.disll.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scienzeumane/course/view.php?idnumber=2018-LE0611-000ZZ-2018-LEO2043971-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FRANCESCA GAMBINO L-FIL-LET/09

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEO2043971 LETTERATURE ROMANZE MEDIEVALI FRANCESCA GAMBINO IA2451

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline linguistiche, filologiche e metodologiche L-FIL-LET/09 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/09/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2018/19 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
1 1819 01/10/2018 30/11/2019 GAMBINO FRANCESCA (Presidente)
PERON GIANFELICE (Membro Effettivo)
BARBIERI ALVARO (Supplente)
LACHIN GIOSUE' (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso di studio non prevede propedeuticità.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire agli studenti i principali lineamenti di alcune letterature romanze medievali secondo un'ottica comparativa e gli strumenti per iniziare a svolgere un'autonoma attività di ricerca nell'ambito della filologia medievale.
Le competenze acquisite durante il seminario torneranno utili al momento della stesura della tesi di laurea magistrale.
Grazie alle conoscenze grammaticali apprese a lezione e all'esperienza maturata in classe gli studenti potranno inoltre leggere, capire e interpretare un testo in antico francese e in franco-italiano.
Modalita' di esame: Seminario (saggio scritto, esposizione orale) ed esame scritto.

La verifica delle conoscenze acquisite durante il corso si articola in due fasi:
1) il seminario, che consiste nell'elaborazione di una breve ricerca personale di circa 20 pagine su un tema a scelta e si conclude con l'esposizione alla classe del proprio lavoro;
2) un esame finale scritto della durata massima di 2 ore, con tre domande strutturate di carattere storico-letterario e la traduzione/commento di un brano scelto tra quelli letti a lezione.
Nella valutazione di questa prova sarà molto apprezzata la capacità dello studente di non limitarsi alla traduzione, pure importante, ma di commentare tutti gli spunti offerti dal testo (analisi metrica, linguistica, letteraria).
Il carico didattico non sarà troppo oneroso e terrà conto dell'impegno richiesto per la stesura del seminario.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti;
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole;
3) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di ‘costruire un proprio discorso critico’ pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:

I) Gli albori delle letterature romanze medioevali. Il primato della Francia. La letteratura francese. La letteratura franco-italiana.

II) Pillole di linguistica: il francese antico, l'anglo-normanno, il franco-italiano.

III) Filologia digitale: strumenti e prospettive di ricerca. Oltre alle lezioni della docente, due studiosi stranieri, Marjorie Burghart e Jean-Baptiste Camps, terranno un seminario di introduzione alle "Digital humanities".

IV) Approfondimento. "Isot ma drue, Isot m’amie, | En vus ma mort, en vus ma vie".
Amore fatale che conduce alla morte, Eros e Thanatos indissolubilmente uniti, uno dei miti letterari di tutti i tempi. La genesi del racconto di Tristano e Isotta non è ancora del tutto delineata e il corso comincerà a scandagliarne le diverse componenti, a partire dall’apporto della cultura celtica.
Le più antiche versioni letterarie conservate datano all’ultimo terzo del XII sec., sono in versi e in francese antico. Alle versioni francesi si ispirarono gli adattamenti che nel XIII sec. circolarono in vari paesi d’Europa, la Germania, la Norvegia e l’Inghilterra.
Tutte queste opere sono tradizionalmente suddivise dalla critica in due gruppi: la «versione comune», che comprende il "Tristan" di Béroul e la "Folie" di Berna; e la «versione cortese», cui riconducono il "Tristan" di Thomas (1170-1173), la "Folie" d’Oxford (ultimo terzo del XII sec.) ed altri testi in tedesco e in inglese.
La parte centrale del corso consisterà nella lettura di alcuni passi del “Tristano e Isotta” di Thomas, un’opera intensamente lirica che indaga con straordinaria modernità le precarie dinamiche in gioco in un triangolo amoroso e i sentimenti scatenati dalla passione: abnegazione di sé, gioia, dolore, gelosia, rimpianti, nostalgia. Non mancheranno escursioni nelle altre letterature romanze e nelle letterature germaniche. Dell’opera di Thomas si studierà inoltre la fortuna, a partire dalla riscoperta della leggenda all’inizio dell’Ottocento. Richard Wagner ne mise in scena il tratto fondamentale, il legame tra l’amore passione e la morte, nel suo “Tristan und Isolde”, che pubblicò come dramma nel 1857. Nel 1900 Joseph Bédier pubblicò un romanzo su Tristano e Isotta. Non fu che l’inizio di una lunga serie di traduzioni, rappresentazioni teatrali, opere letterarie, versioni cinematografiche: "L’Éternel Retour" di Jean Cocteau (1943), il "Tristan et Yseut" d’Yvan Lagrange (1973), "Le femme d’à côté" di François Truffaut (1981), per citare solo alcuni classici.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali cercheranno sempre di coinvolgere gli studenti e di stimolare la discussione.

Le ore di lezione frontale saranno bilanciate da ore di carattere seminariale in cui ogni studente potrà individuare un proprio percorso personale.
Gli studenti frequentanti cominceranno presto ad elaborare un saggio su un argomento attinente al corso seguiti dalla docente e lo esporranno alla classe. Nella scelta dell’argomento saranno assecondate le vocazioni personali e saranno valorizzate eventuali idee degli studenti, anche di carattere interdisciplinare (letteratura, cinema, arte).
Al seminario sarà dedicata un'ora di lezione il mercoledì. Si comincerà con un avviamento alla ricerca filologico-letteraria in ambito medievale, per imparare a navigare nel mare magnum della rete: bibliografie, riviste elettroniche, banche dati, strumenti informatici, filologia digitale, ebooks, proxy, ecc.

La frequenza è vivamente consigliata.

Faranno parte integrante del corso alcune conferenze. In particolare il 22 (pomeriggio) e il 23 ottobre (mattina) gli studenti sono invitati a seguire un seminario internazionale sul franco-italiano.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Nella pagina moodle del corso saranno disponibili per gli studenti:

1) le dispense con i testi e altri materiali utilizzati a lezione;

2) ulteriori indicazioni sulla bibliografia d'esame;

3) alcune letture con le relative "guida alla lettura" utili a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.

Si noti che le ore di lezione sono due anche il mercoledì. Questa organizzazione degli orari consentirà di concludere il corso entro dicembre.
Testi di riferimento:
  • Furio Brugnolo e Roberta Capelli, "Profilo delle letterature romanze medievali". Roma: Carocci ("Studi superiori", 590), 2111. Opera di consultazione, soprattutto per i capitoli dedicati alla letteratura francese e franco-italiana. Cerca nel catalogo
  • Thomas, "Tristano e Isotta", revisione del testo, traduzione e note a cura di Francesca Gambino. Modena: Mucchi, 2014. Cerca nel catalogo
  • Francesco Stella, "Testi letterari e analisi digitale". Roma: Carocci, 2018. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Action learning
  • Problem solving
  • Peer feedback
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Peer review tra studenti

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Kaltura (ripresa del desktop, caricamento di files su MyMedia Unipd)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Lavoro dignitoso e crescita economica