Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE
Insegnamento
MORFOLOGIA
LE03122634, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E AMERICANE (Ord. 2018)
LE0613, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MORPHOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile DAVIDE BERTOCCI L-LIN/01

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE03122634 MORFOLOGIA DAVIDE BERTOCCI LE0610

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Metodologie linguistiche, filologiche, comparatistiche e della traduzione letteraria L-LIN/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno, ma è consigliabile aver frequentato e/o sostenuto un insegnamento introduttivo del settore L-LIN/01; si ricorda che la maggior parte della bibliografia scientifica richiede la conoscenza della lingua inglese
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire:
1) la conoscenza dei concetti fondamentali della disciplina;
2) la conoscenza delle operazioni morfologiche più comuni (sincroniche e diacroniche);
3) la capacità di inquadrare la morfologia all'interno del dibattito teorico
4) la abilità di rielaborare in modo autonomo le nozioni, e di analizzare dati linguistici empirici
Modalita' di esame: È previsto un esame scritto della durata massima di 2 ore, con tre domande strutturate e due aperte, volte a verificare l'acquisizione delle conoscenze sopra indicate.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti
3) la capacità di applicare tali conoscenze a dati linguistici empirici e in prospettiva comparativa
4) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di ‘costruire un proprio discorso critico’ pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: Prima parte. Nozioni generali e strumenti teorici fondamentali: verranno riepilogate le nozioni di base dell’analisi, e i principali fenomeni morfologici. Inoltre, verranno introdotti e problematizzati i modelli teorici più rilevanti. In particolare si approfondiranno i principi della Morfologia Distribuita.
La seconda parte del corso sarà dedicata a trattare alcuni fenomeni molto familiari in lingue europee e non, che pongono sfide alla teoria costruzionistica classica. Tratteremo cioè una casistica di situazioni (paradigmi verbali romanzi, germanici e latini) in cui: a) le unità morfologiche coinvolte non sembrano essere unità astratte vere e proprie; b) si osservano allomorfi la cui distribuzione sfugge a una regolarità chiara. Prenderemo in esame le spiegazioni più diffuse, che discutono aspetti sociolinguistici (conflitto di varianti), psicolinguistiche (effetti di frequenza), strutturali (morfologia ‘amorfica’). Inquadreremo le conseguenze di questi fenomeni per il tema del mutamento linguistico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali: le lezioni cercheranno di coinvolgere gli studenti e di stimolare la discussione. Sono previsti percorsi di approfondimento personale mediante piattaforma Moodle

La frequenza è vivamente consigliato, e raccomandata nel rispetto dell'art. 28, comma 1 del Regolamento carriere studenti: "Lo studente iscritto all’Università ha il diritto/dovere di frequentare le lezioni e di partecipare attivamente a tutte le attività formative previste dal Corso di studio cui è iscritto secondo le modalità previste dal Regolamento didattico del corso di studio".
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. La bibliografia d'esame, i materiali e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.
2. Nella pagina Moodle verrà inoltre verranno inoltre caricati ulteriori indicazioni sulla bibliografia d'esame e su quella utile a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.
Testi di riferimento:
  • Scalise, Sergio, e Bisetto, Antonietta, La struttura delle parole. Bologna: Il Mulino, 2008. (tutto) Cerca nel catalogo
  • Thornton, Anna, Morfologia. Roma: Carocci, 2005. capp. 4,5,6,7 Cerca nel catalogo
  • Mc Ginnis-Archibald, Martha, Distributed Morphology. --: --, 2016. IN: The Cambridge Handbook of Morphology (ed by A. Hippisley, G. Stump), Cambridge, University Press, 2016 (pp. 390-423)

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Working in group
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)