Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
CINEMA E PSICANALISI
LEN1028739, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
LE0615, ordinamento 2017/18, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CINEMA AND PSYCHOANALYSIS
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile ROSAMARIA SALVATORE L-ART/06

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LEN1028739 CINEMA E PSICANALISI ROSAMARIA SALVATORE IF0314

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline dello spettacolo, della musica e della costruzione spaziale L-ART/06 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 2016/18 01/10/2017 30/11/2018 SALVATORE ROSAMARIA (Presidente)
BAROLO CLAUDIA (Membro Effettivo)
LAVARONE GIULIA (Membro Effettivo)
POLATO FARAH (Membro Effettivo)
VERONA FRANCESCO (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso di studio non prevede propedeuticità
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire:
1) una buona conoscenza delle interferenze tra teoria psicoanalitica e testi filmici.
2) la capacità di cogliere nell’opera filmica quei punti di tensione di ordine narrativo e visivo, quelle zone ambigue, ascrivibili a una funzione evocativa, quindi non riducibili a un’interpretazione univoca che consentono, una volta osservati con occhi nuovi, di rileggere momenti importanti rispettivamente del pensiero psicoanalitico e della teoria del cinema.
3) la consapevolezza relativa a un capovolgimento della prospettiva attraverso cui vengono comunemente interpretati i film in chiave psicoanalitica. Ovvero, che non riduca il lungometraggio a un oggetto su cui applicare protocolli interpretativi precostituiti di matrice psicoanalitica. Il lavoro interpretativo si fonda sull'analisi del testo filmico e dai suoi punti di tensione per cogliere possibili accostamenti con forme del pensiero psicoanalitico volte a una lettura inedita delle strategie narrative e visive dell’opera.
Modalita' di esame: L'esame si svolge in forma orale con discussione su una o più delle tematiche affrontate nel corso delle lezioni. Oltre a verificare le conoscenze acquisite dallo studente sarà valutata la capacità di esprimersi in maniera chiara e si sonderanno le singole peculiarità critiche, riflessive e argomentative. Almeno una domanda verterà su uno dei punti nodali delle intersezioni tra cinema e psicoanalisi.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti oggetto del corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e delle metodologie di analisi proposte
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole
4) le abilità critiche riflessive e logico-argomentative secondo le peculiari attitudini del singolo studente. Ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di costruire un proprio discorso critico pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:
1)Durante il corso ci si propone di esplorare le molteplici interferenze e contaminazioni tra cinema e psicoanalisi. Le intersezioni tra forme del pensiero contemporaneo, quali la psicoanalisi e la lettura del testo filmico, verranno studiate nell’orizzonte teorico di una reciproca contaminazione.
2)Verranno analizzati film importanti sul piano estetico-formale, e attraverso l'esame della loro organizzazione compositiva, si intende studiarli quale scenario privilegiato per far emergere elementi strutturali che ordinano e regolano singoli momenti della concettualizzazione psicoanalitica. Parimenti l'attraversamento di alcuni nodi teorici della psicoanalisi è rivolta a fare acquisire allo studente una maggiore consapevolezza di quei momenti del testo filmico refrattari ad una interpretazione univoca, e al tempo stesso accostabili ad alcuni nodi del pensiero psicoanalitico, quali Lo Stadio dello specchio, la Pulsione e i propri oggetti, il Desiderio, la Teoria dello Sguardo, l’Identità di Genere, la funzione del Nome del Padre.
3)Attraverso l’analisi delle procedure compositive dei film verranno precisati i caratteri, i tratti distintivi dei singoli personaggi e della cornice situazionale in cui essi agiscono per cogliere, nelle figure raffigurate, la tracce pulsatili, ritmiche, dell’inconscio e delle sue formazioni (come sogni e produzioni fantasmatiche).
4)Verranno studiati alcuni archetipi presenti nella narrazione cinematografica come la solitudine, l’amore o la morte che, riletti attraverso una prospettiva psicoanalitica, permettono di dare un diverso respiro all’orizzonte interpretativo di film di registi significativi nel panorama internazionale, in particolare Nuri Bige Ceylan, Pawel Pawlikowski e Michael Haneke.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali cercheranno sempre di coinvolgere gli studenti e di stimolare la discussione. La frequenza è vivamente consigliata.
Dal punto di vista metodologico non si intende seguire una logica applicativa ai film relativamente a protocolli preesistenti di matrice psicoanalitica. La metodologia adottata inverte sistematicamente tale modello e insiste piuttosto su una interpretazione delle opere volta a rintracciare, nelle componenti espressive di esse, momenti refrattari ad una intensificazione univoca del senso che, attraverso l’accostamento con nodi significativi della psicoanalisi, riverberano prospettive inedite e molteplici. L’analisi dei lungometraggi si inserisce all’interno del campo dei Film Studies.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La visione dei film fa parte dei materiali di studio.
Testi di riferimento:
  • Rosamaria Salvatore, La distanza amorosa. Il cinema interroga la psicoanalisi. Macerata: Quodlibet, 2011. Cerca nel catalogo
  • --, Materiali caricati sulla piattaforma moodle: saggi e testi critici sugli argomenti delle lezioni. --: --, --.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Mappe concettuali
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Scrittura riflessiva

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze