Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE ARCHEOLOGICHE
Insegnamento
ARCHEOLOGIA DEI PROCESSI PRODUTTIVI
LEO2044166, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE ARCHEOLOGICHE (Ord. 2018)
LE0616, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese ARCHEOLOGY OF PRODUCTION PROCESSES
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MASSIMO VIDALE L-ANT/10

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Archeologia e antichità classiche e medievali L-ANT/10 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 25/02/2019
Fine attività didattiche 14/06/2019

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso di Studio non prevede propedeuticità. Tuttavia il docente consiglia la frequenza a quanti abbiano già maturato uno specifico interesse nell'evoluzione della tecnologia umana (dal Paleolitico inferiore in poi) e desiderino affinare le proprie conoscenze e capacità diagnostiche nello studio della ceramica archeologica di qualsiasi periodo.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso di propone di fornire: la conoscenza delle tematiche fondamentali inerenti lo sviluppo delle industrie litiche preistoriche; la conoscenza dei tempi e dei modi in cui, nel corso Paleolitico Inferiore, Medio e Superiore, Homo iniziò a padroneggiare l'uso del fuoco e i principali processi pirotecnologici; la conoscenza delle modalità, della cronologia e del significato simbolico e funzionale dell'invenzione della ceramica In Eurasia e in Africa. Il corso si propone inoltre di fornire la conoscenza e la capacità di osservare le ceramiche archeologiche sulla base di un personale apparato critico e diagnostico generalmente non fornito, o fornito solo in parte, dalla manualistica corrente.
Modalita' di esame: E' previsto un esame scritto della durata massima di 75 minuti, con tre domande strutturate (per es., riconoscimenti di immagine o domande con risposta a scelta multipla) e tre domande aperte, nelle quali allo studente verrà richiesto, in modo assolutamente sintetico, di esplicitare alcuni temi cruciali degli argomenti trattati, o di riassumere il proprio parere sulle stesse questioni. Le sei domande, così accostate, hanno il preciso scopo di accertare l'acquisizione delle conoscenze trasmesse nel corso delle lezioni.
Criteri di valutazione: Tramite l'opinione che il docente avrà maturato degli studenti nel corso della frequenza alle lezioni, e la prova scritta, verranno valutati non solo la conoscenza delle nozioni, dei concetti e dei metodi trattati nel corso, ma anche la capacità di costruire un proprio discorso critico.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:
1. Definizioni e natura della produzione artigianale confrontata a quella industriale
2. Sviluppo delle industrie litiche preistoriche e principali problemi interpretativi in merito
3. Nuove acquisizioni scientifiche sulle tecnologie del Paleolitico Medio.
4. Una "freccia del tempo" relativa alle principali invenzioni e innovazioni nella tecnologia di Homo
5. Invenzione della ceramica nel Paleolitico Superiore.
6. Innovazioni tecnologiche di età neolitica in Eurasia.
7. Aspetti teorici del concetto di chaine operatoire ed approcci analitici vari allo studio del lavoro preistorico.
8. Materie prime, tecniche di formatura, di rifinitura delle superfici, di decorazione pittorica, di rivestimento, di cottura nelle industrie ceramiche del mondo antico.
9. Un approccio critico all'interfaccia tra ricerca archeologica e archeometrica.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali, concepite sempre in forma dialettica, coinvolgeranno gli studenti tramite l'alternanza tra presentazioni in formato powerpoint, filmati di carattere etnografico relativi alle tecnologie tradizionali in discussione, alcuni stage nel laboratorio di archeologia sperimentale del dBC (LASeRT); e privilegiando costantemente la modalità domanda del docente/risposta degli studenti alle numerose questioni scientifiche ancora del tutto aperte che saranno esposte. La frequenza alle lezioni, pertanto, è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: La bibliografia d'esame, i testi e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del corso.
Testi di riferimento:
  • Enrico Giannichedda, Archeologia teorica. Nuova edizione. Roma: Carocci editore, studi superiori, 2016. Cerca nel catalogo
  • Massimo Vidale, Ceramica e Archeologia. Roma: Carocci editore, 2013. Cerca nel catalogo