Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
MANAGEMENT DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMAZIONE CONTINUA
Insegnamento
CULTURA E POLITICHE DELL'APPRENDIMENTO PERMANENTE (MOD.B)
SUP4060939, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
MANAGEMENT DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMAZIONE CONTINUA
SU2089, ordinamento 2015/16, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese LIFELONG LEARNING CULTURE AND POLICIES (MOD.B)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO

Docenti
Responsabile ANDREA PORCARELLI M-PED/01

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
SUP4060937 ETICA ED ECONOMIA NELLE ORGANIZZAZIONI E CULTURA DELL' APPRENDIMENTO PERMANENTE (C.I.) ANDREA PORCARELLI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PED/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Buona padronanza della lingua italiana e consapevolezza di un lessico pedagogico di base.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Insegnamento di Cultura e politiche dell'apprendimento permanente:
1. definire la dimensione politica del lifelong learning;
2. esaminare le caratteristiche delle odierne knowledge societies con riferimento alla centralità del lifelong learning;
3. identificare alcuni temi centrali del dibattito europeo e internazionale sul lifelong learning;
4. approfondire il tema delle competenze, mettendo a confronto documenti internazionali e normativa italiana.
Insegnamento di Economia e Programmazione organizzativa:
5. analizzare tendenze e assetti collaborativo-competitivo di un settore di servizi;
6. identificare gli aspetti strategici e gestionali di base per lo start-up di un'impresa nel settore dei servizi socio-assistenziali o in altri settori nei quali attivare sevizi educativi e/o formativi (business plan);
7. riconoscere gli elementi fondanti del modello di bilancio.
Insegnamento di Etica nelle organizzazioni:
8. Acquisire una conoscenza adeguata dei concetti fondamentali dell’etica professionale (etica, decisione, azione, responsabilità), necessari per rendersi conto di quando ci si trova di fronte ad un problema eticamente rilevante, a seconda degli ambiti diversi nei quali tali problemi si possono presentare (rispetto della legalità; relazioni interpersonali; azioni collettive; responsabilità sociale d’impresa)
9. Sviluppare la capacità di prendere decisioni razionali e motivate, alla luce delle principali teorie etiche utilizzate nell’etica professionale, della conoscenza dei pregiudizi e degli “angoli ciechi” che possono ostacolare le decisioni, della necessità di conciliare tra le esigenze individuali e quelle dell’organizzazione.
10. Acquisire le competenze necessarie a chi svolge delle professioni nell’ambito della formazione, per contribuire a innalzare il livello etico di ogni ambiente lavorativo: la leadership etica, il programma di “Giving Voice to Values”, l’uso della teoria dei nudges in etica e lo sviluppo delle virtù.
11. approfondire il tema della fiducia e delle sue implicazioni etiche in ambito professionale.
Modalita' di esame: Per tutti gli studenti (frequentanti e non) l’esame si svolge in forma scritta, tramite un’unica prova che coinvolge tutti e tre i moduli del corso, con domande aperte e chiuse, sui temi fondamentali affrontati durante il corso, in riferimento alla bibliografia indicata come “testi per il corso” e ai risultati di apprendimento da 1 a 10.
Parte integrante della valutazione complessiva del corso – secondo i criteri di seguito indicati – sarà la valutazione delle attività on line, che consistono:
a) per l’insegnamento di Culture e politiche dell’apprendimento permanente, nell’analisi e discussione (tramite forum on line) di alcuni testi delle organizzazioni internazionali compresi tra quelli in programma;
b) per l’insegnamento di Economia e programmazione organizzativa nella definizione dell’idea imprenditoriale e delle relative vision, mission e valori di una possibile start-up nel mondo dei servizi educativi e formativi.
c) per l’insegnamento di Etica nelle organizzazioni, nell’analisi di un caso etico secondo le tappe della decisione etica e di un altro caso etico, alla luce delle quattro prospettive teoriche più significative per l’etica della professione (teorie dei risultati, dei principi, della giustizia e delle relazioni, dell’eccellenza personale).
Tali prove riguardano in particolare i risultati di apprendimento n. 3, 5, 6, 9 e 11.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione che verranno applicati in sede di esame per ciascuno dei tre moduli sono i seguenti:
-adeguata conoscenza e padronanza della materia oggetto d'esame, con particolare riferimento alla bibliografia fondamentale;
-chiarezza espositiva e capacità di sintesi;
-capacità di argomentare in modo pertinente ed esaustivo;
-capacità di rielaborare in modo critico, originale e costruttivo i temi di studio.
Inoltre, si specifica che, poiché ciascun modulo si svolgerà in modalità blended, il voto finale risulterà dalla combinazione del risultato ottenuto nella parte online e nell'esame in presenza. Il voto finale del corso integrato (18 CFU) risulterà, infine, dalla media aritmetica dei tre voti riportati nella parte online (che peserà per un terzo, ovvero 10/30) e dalla valutazione complessiva della prova unica in presenza (che peserà per due terzi, ovvero 20/30).

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il corso si propone di :
-fornire alcuni elementi di analisi delle odierne knowledge societies che aiutino a comprendere e giustificare la centralità della prospettiva dell'apprendimento permanente (lifelong learning);
-evidenziare i tratti essenziali della dimensione politica della prospettiva del lifelong learning;
-introdurre alla conoscenza di alcuni documenti strategici per la comprensione della dimensione politica dell'educazione e della formazione nel contesto europeo e internazionale;
- evidenziare come il riferimento a documenti internazionali abbia dei riflessi nella formazione delle normative italiane, prenderemo a titolo esemplificativo la riflessione sulle competenze, con particolare riferimento alle "Competenze chiave" di cui parlano OCSE e Unione europea.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Gli studenti saranno invitati a partecipare attivamente alle lezioni, sia in presenza che online, in conformità con le caratteristiche del corso di laurea in modalità blended. Viene proposta, come parte integrante della bibliografia d'esame, l'analisi di alcuni documenti in inglese provenienti da istanze internazionali e pertinenti rispetti ai temi affrontati durante il corso. Le lezioni in presenza avranno luogo in forma dialogata e interattiva, con l’attivazione di alcuni lavori di gruppo che in parte “simuleranno” alcune delle attività che verranno fatte online.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per l'esame è richiesto, a frequentanti ed eventuali non-frequentanti, lo studio di alcuni capitoli della bibliografia:
- Pavan A., Nelle società della conoscenza. Il progetto politico dell’apprendimento continuo, Armando, Roma 2008 (da studiare per intero);
- Delors J., Nell’educazione un tesoro. Rapporto all’UNESCO della Commissione Internazionale sull’Educazione per il Ventunesimo Secolo, tr. it. Armando, Roma 1997, pp. 11-147.
- Porcarelli A., Progettare per competenze. Basi pedagogiche e strumenti operativi, Diogene Multimedia, Bologna 2016 (da studiare per intero).

Inoltre, fanno parte integrante dei materiali da preparare per l'esame i documenti internazionali caricati in piattaforma Moodle, con relative indicazioni circa le parti da studiare.
Testi di riferimento:
  • Pavan Annalisa, Nelle società della conoscenza. Il progetto politico dell'apprendimento continuo. Roma: Armando, 2008. Testo obbligatorio da studiare per intero Cerca nel catalogo
  • Delors Jacques, Nell'educazione un tesoro. Rapporto all'UNESCO della Commissione Internazionale sull'Educazione per il XXI secolo. Roma: Armando, 1997. Testo molto importante, le pagine in programma sono quelle indicate, ma è importante averne una conoscenza d'insieme Cerca nel catalogo
  • Porcarelli Andrea, Progettare per competenze. Basi pedagogiche e strumenti operativi. Bologna: Diogene Multimedia, 2016. Testo obbligatorio, da studiare per intero Cerca nel catalogo
  • Pavan Annalisa, Cultura della formazione e politiche dell'apprendimento. Roma: Armando, 2005. Testo consigliato come lettura facoltativa Cerca nel catalogo
  • Mollo Gaetano, Porcarelli Andrea, Simeone Domenico, Pedagogia sociale. Brescia: La Scuola, 2014. Testo di lettura facoltativa, fortemente consigliato per chi proviene da studi non pedagogici Cerca nel catalogo
  • Porcarelli Andrea, Saper guardare al di là degli occhi. Come percorrere i sentieri della vita imparando dalle proprie esperienze. Bologna: Diogene Multimedia, 2016. Testo di lettura facoltativa, scritto con stile narrativo e scorrevole Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Mappe concettuali
  • Peer feedback

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Pace, giustizia e istituzioni forti