Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
SERVIZIO SOCIALE
Insegnamento
PEDAGOGIA DELL'INCLUSIONE
EPP7077797, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SERVIZIO SOCIALE
SF1330, ordinamento 2015/16, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INCLUSIVE EDUCATION
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile SIMONE VISENTIN M-PED/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-PED/03 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Syllabus
Prerequisiti: Non sono necessarie competenze di base.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso ci si aspetta che lo studente sia in grado di:
1. utilizzare con consapevolezza la terminologia scientifica che caratterizza la prospettiva inclusiva;
2. mettere a confronto criticamente i differenti modelli scientifico-culturali che contraddistinguono l’ambito della disabilità;
3. sviluppare una lettura sistemica, in chiave inclusiva, dei contesti educativi e di cura;
4. identificare gli elementi chiave che caratterizzano i processi partecipativi nei servizi per la disabilità;
5. delineare gli elementi generali di itinerario di co-progettazione tra un servizio (socio-educativo-sanitario) e il territorio di riferimento;
6. ipotizzare una progettazione personalizzata (nell'ottica del progetto di vita), attenta alla dimensione temporale e spaziale delle biografie.
Modalita' di esame: Per gli studenti frequentanti, sono previsti:
- una prova scritta finale (della durata di 1 ora), con domande aperte, sui principali argomenti trattati a lezione (2/3 del voto);
- elaborato di gruppo (composto da 4/5 studenti), da sviluppare seguendo una traccia che verrà fornita dal docente, in cui i corsisti sono chiamati a ideare creativamente e criticamente un progetto, a vocazione inclusiva, da poter idealmente concretizzare in un servizio socio-educativo-sanitario (1/3 del voto). Le proposte progettuali verranno presentate, in base al numero complessivo dei gruppi, nell'ultima settimana di lezione, con la possibilità di un peer assessment tra corsisti.
Per gli studenti non frequentanti, è prevista una prova scritta finale (1h15'), caratterizzata da domande chiude e aperte, sugli argomenti trattati a lezione e sui testi adottati per l'insegnamento.
Criteri di valutazione: Criteri per la prova scritta dei frequentanti:
1. Capacità di utilizzare un linguaggio scientifico appropriato
2. Esaustività dei contenuti
3. Capacità di creare collegamenti interdisciplinari
4. Capacità di riflessione critica
5. Capacità di proporre contenuti originali e personalizzati

Criteri per i prodotti di gruppo dei frequentanti:
1. Pertinenza dei contenuti proposti
2. Chiarezza espositiva
3. Capacità di creare collegamenti interdisciplinari
4. Capacità di trovare dei collegamenti tra i contenuti e le pratiche professionali

Criteri per la prova scritta dei corsisti non frequentanti:
1. Correttezza delle risposte
2. Completezza deller risposte
3. Capacità di creare collegamenti interdisciplinari
4. Capacità di riflessione critica
Contenuti: - La prospettiva attuale della pedagogia speciale
- Le rappresentazioni sociali sulla disabilità
- I modelli scientifico-culturali sulla disabilità (dal modelli bio-medico individuale all'approccio delle capability)
- Il modello bio-psico-sociale e l'ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health)
- I principali riferimenti normativi (nazionali e internazionali) in materia di inclusione scolastica, servizi per adulti con disabilità, integrazione lavorativa
- La progettazione educativa secondo la prospettiva del Progetto di Vita (adultità, autodeterminazione, vita indipendente)
- La progettazione partecipata: la collaborazione tra professionisti e l'alleanza famiglia-servizi
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Durante l'insegnamento sono previsti: lezioni frontali (con uso di slides, filmati e altre risorse multimediali), micro attività individuali o in piccolo gruppo (anche in riferimento a studi di caso); testimonianze di professionisti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per gli studenti frequentanti, il principale materiale di studio sarà rappresentanto dalle slides e dai contenuti condivisi a lezione. Per i corsisti non frequentanti, lo studio dovrà focalizzarsi sia sulle slides che sui testi indicati in bibliografia.
Testi di riferimento:
  • Lepri, Carlo, La persona al centro.. Milano: Angeli, 2016. cap. 1 Cerca nel catalogo
  • Ghedin, Elisabetta, Ben-essere disabili. Un approccio positivo all'inclusione.. Napoli: Liguori, 2009. Dal cap. 1 al cap. 5 (del capitolo 3 escludere il par. 3.2.2.1.) Cerca nel catalogo
  • Pavone, Marisa, L'inclusione educativa. Indicazioni pedagogiche per la disabilità.. Milano: Mondadori Università, 2014. Parti 1, 2, 3 Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Flipped classroom
  • Peer feedback
  • Peer assessment

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze