Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
SERVIZIO SOCIALE
Insegnamento
PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
SFM0014275, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SERVIZIO SOCIALE
SF1330, ordinamento 2015/16, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GENERAL AND SOCIAL PEDAGOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile PAOLA MILANI M-PED/01

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline storico-antropologiche-filosofico-pedagogiche M-PED/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2015

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: Lo studente sarà in grado di:
- riconoscere la specificità delle funzioni educative, sociali e cliniche nei servizi sociali
- utilizzare le competenze educative appropriate relative all'intervento educativo nei servizi sociali, secondo un empowerment e resiliency approach
- orientarsi nell'ambito dell'intervento con i bambini e le famiglie sia nella promozione, che nella prevenzione, che nella protezione e tutela dei bambini e delle famiglie in situazione di vulnerabilità
- saper riconoscere le differenze fra maltrattamento, abuso, vulnerabilità e negligenza familiare
- saper individuare forme ed azioni sia di prevenzione, sia di intervento e presa in carico nel caso di violazioni dei diritti dei bambini e delle bambine, alla luce dei principi indicati nelle Linee di Indirizzo nazionali per l'intervento con le famiglia in situazione di vulnerabilità del 2017
Modalita' di esame: La prova d'esame è scritta.
Si compone di 15 domande chiuse a scelta multipla, più una domanda aperta a carattere argomentativo.
La prova verte sui testi indicati nella bibliografia d’esame.
La conoscenza dei contenuti sarà verificata attraverso domande di carattere sia generale che specifico, nel rispondere alle quali lo studente dovrà dimostrare comprensione del testo, conoscenza delle nozioni teoriche e delle metodologie proposte.
L'acquisizione delle competenze sarà verificata tramite domande che vertono sui casi proposti in aula, in cui lo studente sarà invitato a scegliere fra soluzioni diverse, che richiedono la capacità di applicare le nozioni acquisite ai casi reali, in modo critico, evidenziando le proprie capacità di comprensione, interpretazione e sintesi.

La prova d'esame verte sempre e soltanto sul programma dell'anno accademico in corso.
Criteri di valutazione: Criteri per attribuzione del punteggio delle domande a risposta chiusa:
Risposta esatta = 2 punti
Errata = 0 punti
3 domande comportano la sottrazione di un punto ciascuna (-1).
La soglia minima per la sufficienza è di 18 domande (fra quelle chiuse).

Criteri per attribuzione punteggio della domande a risposta aperta:
• la questione chiave è definita precisamente
• la risposta è pertinente rispetto alla domanda
• l'argomentazione è fondata sulle letture fra quelle indicate nella bibliografia d'esame che sono chiaramente indicate
• le letture sono utilizzate in maniera appropriata nel definire la questione (sono discusse e non parafrasate)
• la scrittura è chiara e ordinata, la forma italiana corretta.

La domanda aperta vale da 0 a 2 punti, eventualmente validi per la lode.
Gli studenti possono recarsi a ricevimento per analizzare la prova corretta e comprendere gli eventuali errori insieme alla docente.
Contenuti: - Identità e definizione epistemologica della disciplina
- Educazione familiare, disuguaglianze sociali e sviluppo umano
- Le nozioni di vulnerabilità e resilienza
- Le nozioni di negligenza, svantaggio, povertà educativa, BES: chiarimenti lessicali e ricadute sulle pratiche
- Le nozioni di maltrattamento, abuso e bentrattamento alla luce del paradigma dei Bisogni di sviluppo dei bambini
- Best-practices basate sulla resilienza nel lavoro con bambini e genitori: il programma nazionale P.I.P.P.I.
- La valutazione e la progettazione dell'intervento personalizzato con le famiglie vulnerabili
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: La metodologia didattica prevede:
- lezioni frontali con discussione in aula
- lavoro in piccoli gruppi
- esercitazioni di analisi e riflessione su casi specifici, anche con l'ausilio di materiali audiovisivi, testi narrativi, resoconti di esperienze
- seminari con esperti esterni e assistenti sociali in servizio
- l’interazione con gli studenti e fra gli studenti attraverso il supporto della piattaforma Moodle, anche per esercitazioni peer to peer.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi indicati in bibliografia vanno accuratamente letti e studiati, al fine di apprendere i contenuti in forma critica e analitica.
I materiali PPT utilizzati a lezione vengono messi a disposizione degli studenti sulla piattaforma Moodle, costituiscono materiale di studio, ma non sostituiscono in alcun modo i testi indicati in bibliografia.
I testi indicati valgono sia per gli studenti frequentanti che per quelli non frequentanti.
Testi di riferimento:
  • Milani Paola, Educazione e Famiglie. Ricerca e nuove pratiche per la genitorialità. Roma: Carocci, 2018. Cerca nel catalogo
  • PRILLELTENSKY I., NELSON G., PEIRSON L. (Eds.), Promoting family wellness and preventing child maltreatment. Toronto: University of Toronto Press, 2011. book only for foreign students
  • Ius M., Milani P. (a cura di), Educazione, pentolini e resilienza. Pensieri e pratiche per co-educare nella prospettiva della resilienza. Piazzola sul Brenta, Padova: Kite Edizioni, 2011. Quaderno pedagogico
  • Carrier I., Il pentolino di Antonino. Piazzola sul Brenta, Padova: Kite, 2011. trad. it. di M. Ius e P. Milani, album illustrato Cerca nel catalogo
  • Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Linee di Indirizzo Nazionali per l'intervento con i bambini e le famiglie in situazione di vulnerabilità. Roma: --, 2017. https://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Linee-di-indirizzo-per-il-sostegno-alle-famiglie-vulnerabili-per-la-tutela-dei-bambini-e-dei-ragazzi.aspx

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Laboratory
  • Case study
  • Working in group
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Poverta' Zero Istruzione di qualita' Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti