Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
DIRITTO DELL'ECONOMIA
Insegnamento
DIRITTO PRIVATO 1 (MOD. A)
EPP4067963, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
DIRITTO DELL'ECONOMIA (Ord. 2018)
SP1841, ordinamento 2018/19, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PRIVATE LAW 1
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede ROVIGO

Docenti
Responsabile MARIASSUNTA PICCINNI IUS/01

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP4067961 DIRITTO PRIVATO (C.I.) MADDALENA CINQUE

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE privatistico IUS/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Buona conoscenza della lingua italiana, parlata e scritta.
Conoscenze e abilita' da acquisire: - uso consapevole ed appropriato del linguaggio giuridico;
- conoscenza della struttura del codice civile, delle categorie e degli istituti del diritto privato oggetto del programma d'esame;
- riconoscere e analizzare un problema giuridico e proporre soluzioni adeguate.
Modalita' di esame: L'esame consiste in una prova scritta, con domande a risposta sintetica.
E' possibile sostenere i due moduli d'esame (Diritto privato 1 e Diritto privato 2) in un unico appello, o in due diversi appelli/sessioni.
E' consigliato sostenere Diritto privato 2 dopo aver studiato Diritto privato 1.
Per informazioni più dettagliate, consultare le pagine dei due moduli (Diritto privato 1 e Diritto pivato 2).
Criteri di valutazione: La valutazione terrà conto dell'appropriatezza del linguaggio giuridico, della conoscenza degli istituti del diritto privato e della capacità di rispondere alle domande in modo puntuale e completo.

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: Il Corso sarà suddiviso in due parti.
Nella prima parte si introdurrà al linguaggio ed al ragionamento giuridico, alle fonti ed alle categorie del diritto privato:
1- l’ordinamento giuridico;
2- il diritto privato e le sue fonti;
3- l'applicazione delle norme;
4- le situazioni giuridiche;
5- i fatti e gli atti giuridici;
6- i soggetti dell’attività giuridica (la persona fisica; le persone giuridiche e gli enti collettivi)
Nella seconda parte del Corso si analizzeranno gli istituti che disciplinano l'attività dei privati con riferimento:
1- agli interessi e rapporti di natura non patrimoniale (personalità e diritti della persona);
2- agli interessi e rapporti di natura reale (beni; diritto di proprietà e diritti reali di godimento; possesso; tutela dei diritti reali e del possesso);
3- agli interessi e rapporti di natura obbligatoria (obbligazione; disciplina e vicende del rapporto obbligatorio);
4- al problema della tutela delle situazioni giuridiche soggettive (pubblicità e trascrizione; prove ed elementi di tutela giurisdizionale dei diritti; responsabilità patrimoniale del debitore, cause di prelazione e garanzie del credito; mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale; prescrizione e decadenza).

Si farà riferimento alle corrispondenti parti del codice civile (preleggi, libro I, libro III, libro IV e libro VI), oltre che alla pertinente legislazione speciale. Le stesse saranno esaminate alla luce della Costituzione e delle principali fonti dell'Unione europea e sovranazionali.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il Corso è organizzato prevalentemente in lezioni frontali volte all’introduzione ed alla spiegazione delle principali nozioni ed istituti del diritto privato. Costante è il riferimento ai testi normativi, letti ed analizzati in modo interattivo in classe. Ci si serve, inoltre, della esemplificazione casistica e della soluzione guidata di semplici problemi giuridici per verificare il grado di comprensione della materia e sviluppare la capacità di ricollegare le norme ai problemi che si pongono nell'attività dei privati.
Sono, inoltre, previste esercitazioni di gruppo dirette alla verifica dell'apprendimento degli argomenti trattati a lezione e seminari per l'approfondimento di temi selezionati tra quelli oggetto di studio.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Per la preparazione dell'esame ci si può servire di un qualsiasi manuale di Istituzioni di diritto privato, purché di livello universitario e aggiornato. Si consiglia, tra i tanti, il testo sotto indicato (cfr. “Testi di riferimento”). Nel caso di scelta diversa, è preferibile consultare prima la docente.
E' inoltre necessario accompagnare lo studio con la costante consultazione di un codice civile, di qualsiasi edizione, purché aggiornato.
N.B. Si consiglia di verificare le notizie relative ai "testi di riferimento" in prossimità dell'inizio del Corso in quanto potrebbero esserci variazioni dovute all'aggiornamento degli stessi
Testi di riferimento:
  • Giovanni Iudica - Zatti Paolo, Linguaggio e regole del diritto privato. Padova: Cedam, 2017. Capitoli 1-18; 38 (cfr. "Eventuali indicazioni sui materiali di studio") Cerca nel catalogo
  • CODICE CIVILE AGGIORNATO, --. --: --, --. cfr. "Eventuali indicazioni sui materiali di studio" Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Mappe concettuali
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Salute e Benessere Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti