Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Insegnamento
ELEMENTI DI CHIMICA (Canale B)
IN03122522, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
IN0511, ordinamento 2011/12, A.A. 2018/19
Sf0802
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CHEMISTRY
Sito della struttura didattica https://elearning.unipd.it/dii/course/view.php?id=472
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile VITO DI NOTO CHIM/07
Altri docenti PAOLO SGARBOSSA CHIM/07

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
IN03122522 ELEMENTI DI CHIMICA (Canale B) VITO DI NOTO IN0515

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Fisica e chimica CHIM/07 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
15 A.A. 2017/18 canale B 01/10/2017 30/11/2018 DI NOTO VITO (Presidente)
NEGRO ENRICO (Membro Effettivo)
VEZZU' KETI (Supplente)
14 A.A. 2018/19 canale A 01/10/2018 30/11/2019 BERTANI ROBERTA (Presidente)
SGARBOSSA PAOLO (Membro Effettivo)
MOZZON MIRTO (Supplente)
13 A.A. 2017/18 canale B 01/10/2017 30/11/2018 SGARBOSSA PAOLO (Presidente)
BERTANI ROBERTA (Membro Effettivo)
MOZZON MIRTO (Supplente)
12 A.A. 2017/18 canale A 01/10/2017 30/11/2018 BERTANI ROBERTA (Presidente)
SGARBOSSA PAOLO (Membro Effettivo)
MOZZON MIRTO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Nessuno
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al superamento della prova di profitto, lo studente avrà acquisito conoscenza e comprensione dei fenomeni fondamentali della chimica e delle leggi che li regolano e la capacità di correlare gli aspetti chimico-fisici della materia (elettronici, termodinamici, cinetici) con le proprietà della stessa. Avrà inoltre acquisito capacità nel risolvere esercizi e problemi riguardanti gli argomenti principali della stechiometria, dell'equilibrio chimico e dell'elettrochimica.
Modalita' di esame: Le modalità di esame sono costituite da una prova scritta. Il superamento della prova scritta permette di superare l'esame o di accedere ad una prova orale facoltativa per il miglioramento del voto. E' previsto un accertamento scritto in itinere durante lo svolgimento dell'insegnamento (consistente in circa metà del programma) e poi un successivo accertamento scritto a fine corso sulla restante parte del programma. Se le due prove sono svolte positivamente, l'esame si considera superato con un voto che è la media aritmetica di quelli dei due accertamenti. Sono previsti inoltre durante l'anno accademico 4 appelli scritti: due a fine corso (sessione invernale a febbraio), uno nella sessione estiva (luglio) ed uno a settembre. Ogni prova scritta consiste nella risoluzione di 3-4 esercizi e 10-15 domande a risposta multipla. Il tempo assegnato è normalmente di 2 ore sia per accertamento sia per l'appello scritto. L'esame si considera superato se il voto finale è superiore o uguale a 18/30. Informazioni precise sulle modalità d’esame, sui punteggi minimi per il superamento delle prove d’esame e le date delle prove stesse saranno disponibili a tutti gli studenti iscritti al corso (sia frequentanti che non frequentanti) nella pagina Moodle del corso
Criteri di valutazione: La valutazione della preparazione dello studente si baserà sulla comprensione degli argomenti teorici svolti e sull'acquisizione dei concetti proposti attraverso la risposta a domande a risposta multipla. La capacità di applicare in modo autonomo e consapevole le metodologie risolutive fornite viene valutata attraverso esercizi di calcolo e problemi di chimica.
La parte di esercizi e quella di domande a risposta multipla valgono fino ad un massimo di 15/30 ciascuna contribuendo al voto finale con uguale peso.
Contenuti: La struttura atomica della materia. La struttura del nucleo atomico. La struttura elettronica degli atomi; orbitali atomici; le configurazioni elettroniche e la classificazione periodica degli elementi. Proprietà periodiche: la carica nucleare efficace, le dimensioni atomiche (raggi atomici e ionici), l’energia di ionizzazione, l’affinità elettronica, l’elettronegatività, il carattere metallico. I legami chimici: legame ionico (ciclo di Born-Haber, energia reticolare), il legame covalente (stati di valenza, ibridazione, geometria molecolare orbitali molecolari), il legame metallico (teoria delle bande, conduttori, isolanti e semiconduttori), legami deboli. Le reazioni chimiche: bilanciamento, calcoli stechiometrici, nomenclatura dei principali composti inorganici. Gli stati di aggregazione della materia e loro proprietà: stato gassoso, liquido e solido. I principi della termodinamica chimica. Termochimica. L'equilibrio chimico: la costante di equilibrio (Kp e Kc). Equilibri omogenei ed eterogenei in fase gassosa. Il grado di avanzamento. Fattori che influenzano l’equilibrio chimico. Gli equilibri ionici in soluzione acquosa: acidi, basi e sali e loro proprietà. Elettrochimica: pile, potenziali elettrodici, potenziale di un semielemento, serie elettrochimica dei potenziali standard, accumulatori. Cenni di processi di corrosione dei metalli e dei sistemi di protezione.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: L’attività di apprendimento si sviluppa attraverso lezioni teoriche corredate da dimostrazioni, risoluzione di esercizi e di problemi. L’insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali. Ogni lezione frontale viene effettuata in modo tradizionale con gessi colorati e lavagna nera. In questo modo gli studenti avranno la possibilità di prendere appunti con la stessa velocità con cui il docente scrive e di seguire passo dopo passo la risoluzione di esercizi, cogliendone la difficoltà e individuando possibili errori o impostazioni sbagliate; inoltre durante le pause di cancellatura gli studenti possono riordinare le idee e manifestare eventualmente i loro dubbi. A fine lezione il docente è disponibile a dare ulteriori spiegazioni su eventuali dubbi emersi durante la lezione stessa. Il docente può essere contattato anche via email al suo indirizzo istituzionale e durante l'orario di ricevimento stabilito per il corso.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Si consiglia la raccolta di appunti di lezione e l’utilizzo dei testi di riferimento consigliati (sia sulla parte teorica che quella di test ed esercizi) i quali racchiudono tutto il programma svolto durante il corso. Ulteriore materiale didattico sarà fornito on-line alla pagina Moodle del corso.
Testi di riferimento:
  • R. A. MICHELIN, A. MUNARI, FONDAMENTI DI CHIMICA. PADOVA: CEDAM, 2016. 3a Edizione Cerca nel catalogo
  • R. A. MICHELIN, P. SGARBOSSA, M. MOZZON, A. MUNARI, CHIMICA DI BASE - TEST ED ESERCIZI. PADOVA: Wolters Kluwer - CEDAM, 2015. 1a Edizione Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Interactive lecturing
  • esercizi in classe

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • One Note (inchiostro digitale)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Consumo e produzione responsabili Agire per il clima La vita sott'acqua La vita sulla Terra