Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Insegnamento
GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO E MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' ASSISTENZIALE
MEP6077198, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
ME1844, ordinamento 2014/15, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE di MONSELICE (PD) [999ES]
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CLINICAL RISK MANAGEMENT AND QUALITY IMPROVEMENT OF CARE
Sito della struttura didattica https://www.medicinachirurgia.unipd.it/l-infermieristica/info
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Medicina (DIMED)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede MONSELICE (PD)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)

Docenti
Responsabile MAURIZIO AGNOLETTO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze infermieristiche MED/45 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 3.0 30 45.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 28/06/2019
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2014

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
5 Commissione d’esame AA 18/19 Sede di Monselice 01/10/2018 30/04/2020 AGNOLETTO MAURIZIO (Presidente)
LIZIERO LUCIANO (Membro Effettivo)
3 Commissione d'esame SEDE di Monselice - AA 2017/2018 01/10/2017 30/04/2019 AGNOLETTO MAURIZIO (Presidente)
LIZIERO LUCIANO (Membro Effettivo)
2 Commissione d'esame - sede di CONEGLIANO - AA 2017/2018 01/10/2017 30/04/2019 PAVAN GIOVANNI (Presidente)
DORIGO MARA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente dovrà possedere delle conoscenze di base acquisite nell’insegnamento di:
- Prevenzione e sicurezza
- Infermieristica clinica 1 e 2
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine del corso lo studente acquisirà conoscenze di base su modelli e strutture della gestione del rischio clinico ed il controllo della qualità dell’assistenza in ospedale, nelle strutture residenziali ed a domicilio.
Modalita' di esame: Gli esami di profitto possono consistere in:
prova orale, o prova scritta sottoforma di test con domande a risposta libera o a scelta multipla, o prova di laboratorio, o esercitazione al computer.
Criteri di valutazione: I criteri di valutazione del livello minimo accettabile verranno indicati dal docente ad inizio del corso in coerenza con gli obiettivi dello stesso
Contenuti: 1) Cenni storici e normativi:
- origini ed evoluzione storica della Gestione del Rischio Clinico
- evoluzione normativa Nazionale e Regionale
2) Obiettivi e strumenti del Rischio Clinico:
- obiettivi del rischio clinico in ospedale, nelle strutture residenziali ed a domicilio
- concetti di: evento avverso, quasi evento, causa attiva e latente
- le fonti di identificazione dei rischi ed i sistemi di segnalazione
- strumenti operativi utili alla prevenzione ed alla valutazione del Rischio Clinico nei contesti sanitari
- gli eventi sentinella e il rapporto di monitoraggio ministeriale degli stessi
- analisi di alcuni casi esemplificativi delle situazioni evidenziabili nelle realtà operative
3) Filosofia di approccio per la gestione del Rischio Clinico:
- l’Etica ed il Codice Deontologico Professionale dell’infermiere nella Gestione del Rischio Clinico
- gestione dell’incertezza per le ‘buone decisioni’ in sanità
- la responsabilità etico/deontologica dell’operatore nei riguardi del Rischio Clinico
- l’apprendimento dall’errore
- le barriere al cambiamento
- la “nursing malpractice”
- analisi di alcuni casi esemplificativi di situazioni evidenziabili nelle realtà operative
4) Interventi di gestione del Rischio Clinico nelle realtà sanitarie:
- le Raccomandazioni Ministeriali: interpretazione e loro applicazione nelle realtà operative
- le Raccomandazioni e loro ricaduta applicativa a beneficio della sicurezza degli operatori sanitari e dei pazienti;
- la Gestione del Rischio Clinico nelle realtà operative:
• della Documentazione Sanitaria;
• degli aspetti di Prevenzione delle Infezioni Correlate all’Assistenza;
• come implementare la Campagna per il lavaggio delle mani;
• la valutazione del rischio di cadute del paziente;
• diluizione dei farmaci chemioterapici e assistenza al paziente in caso di stravaso.
• La somministrazione sicura della terapia farmacologica
• L’identificazione corretta del paziente
5) Il Sistema Qualità e il Governo Clinico:
- definizioni
- gli strumenti del Governo Clinico
- concetto di accreditamento
- concetti di efficacia, efficienza e appropriatezza
6) La qualità dell’assistenza infermieristica:
- gli indicatori di qualità dell’assistenza infermieristica e gli standard di riferimento
• concetto di efficacia attesa ed efficacia pratica
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Saranno tenute lezioni frontali con spazi di interattività, esercitazioni a piccoli gruppi e simulazioni con riconduzione in plenaria
Verranno trattati:
- analisi di casi clinici (o sentenze di Cassazione) nel quale individuare:
• gli aspetti non soddisfatti di difesa del minimo morale e gli aspetti di promozione del massimo morale;
• mancato rispetto di elementi contenuti in almeno una delle Raccomandazioni Ministeriali evidenti trasgressioni al codice Deontologico Professionale (uno o più di questi elementi) con considerazioni e commento finale
- strategie per divulgare le informazioni ed aumentare la compliance degli operatori sanitari in tema di:
• le Raccomandazioni Ministeriali sulle infezioni correlate all’assistenza (in particolare trattando la campagna per il lavaggio delle mani) e le Raccomandazioni Ministeriali sulle azioni da intraprendere per prevenire gli eventi avversi (per categoria)
• il paziente fragile e le cadute in ambito assistenziale: applicazione sistematica della valutazione del rischio.
Sarà favorito l’apprendimento con metodo autobiografico. Saranno forniti pacchetti di autoapprendimento.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Ulteriore letteratura verrà indicata o fornita dal docente nel contesto del corso
Testi di riferimento: