Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
Insegnamento
NEUROFISIOPATOLOGIA 3
MEO2045427, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)
ME1858, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 10.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese NEUROPHYSIOPATHOLOGY 3
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di TECNICHE DI NEUROFISIOPATOLOGIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA)

Docenti
Responsabile PAOLO GALLO MED/26
Altri docenti DAVIDE MISEROCCHI
DAVIDE TONON

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Scienze e tecniche di neurofisiopatologia MED/26 6.0
CARATTERIZZANTE Scienze e tecniche di neurofisiopatologia MED/48 3.0
CARATTERIZZANTE Scienze e tecniche di neurofisiopatologia MED/50 1.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 10.0 100 150.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze di base che costituiscono prerequisiti Anatomia e Fisiologia del Sistema Nervoso Centrale e Periferico, nozioni di Neurochimica e di Immunologia.
Conoscenze di base che costituiscono prerequisiti: Anatomia e Fisiologia del Sistema Nervoso Centrale e Vegetativo. Meccanismi di funzionamento del sistema respiratorio e cardio-vascolare. Nozioni sulla regolazione del ritmo sonno-veglia.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Conoscenze sulla fisiologia e patologia del sonno, respiratoria e del Sistema Nervoso Vegetativo.
Acquisizione delle abilità mirate all’indagine polisonnografica mediante il corretto posizionamento dei sensori, il corretto impiego della strumentazione e del suo setting secondo quesito clinico, la capacità di analisi e riconoscimento degli eventi patologici e l’abilità nel valutare la congruità dei risultati ottenuti.
Impiego delle conoscenze sui ventilatori ACPAP e CPAP per eseguire un corretto processo di trattamento ventilatorio e per la valutazione del paziente a distanza.
Utilizzo delle metodiche e delle apparecchiature necessarie per la valutazione del SNV.
Modalita' di esame: Esame scritto/orale su argomenti svolti a lezione.
Criteri di valutazione:
Contenuti: Diagnostica strumentale:

• Polisonnografia (da livello I a livello IV)
• Pulsossimetria
• Actigrafia (monitoraggio prolungato del ciclo sonno-veglia)
• MSLT (Multiple Sleep Latency Test)
• MWT (Maintenance of Wakefulness Test)
• Test di valutazione del Sistema Nervoso Vegetativo (Tilt Test e test autonomici)
• Titolazione ACPAP e CPAP.

Linee guida AASM: siti di registrazione, filtri e campionamento raccomandati per la rilevazione del segnale EEG, EOG ed EMG ai fini della stadiazione del sonno.
Struttura di una stanza del sonno destinata alle registrazioni polisonnografiche.
Processi di regolazione del ritmo sonno-veglia e macrostruttura del sonno.
Parametri di valutazione del sonno (TRT, TST, latenza del sonno, latenza R, durata delle fasi, WASO, efficienza del sonno) e regole per il riconoscimento e stadiazione della veglia, del sonno NREM e del sonno REM.
Regole per la registrazione e la stadiazione del sonno nel lattante e nel bambino. Microstruttura del sonno: analisi CAP e riconoscimento della fase A (A1, A2, A3) e della fase B.
La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS), cenni di fisiopatologia respiratoria e descrizione dei sensori per il monitoraggio cardiorespiratorio completo.
Interpretazione delle curve di flusso e regole per l’identificazione delle apnee, ostruttive, centrali, miste, ipopnee ostruttive e centrali, RERA, limitazioni di flusso, desaturazioni ossiemoglobiniche.
Tecniche di rilevazione della pCO2 e definizionie degli stati di ipercapnia ed ipossia.
La pulsossimetria notturna: limiti e utilità.
Linee guida AIPO-AIMS ed AASM a confronto per l’identificazione delle ipopnee.
Linee guida per l’analisi degli eventi respiratori in età pediatrica.
Tecniche di registrazione, identificazione e analisi dei movimenti derivati dai muscoli tibiali anteriori secondo linee guida 2016 (LMA, LM, CLM, PLM).
Il trattamento della Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno. Fattori di rischio, segni e sintomi della patologia. Il trattamento ventilatorio attraverso il dispositivo a pressione positiva continua: CPAP. Il funzionamento ed i componenti, scelta dell’interfaccia macchina-paziente e algoritmo per la scelta della pressione terapeutica efficace (processo di titolazione).
Il percorso di adattamento attraverso l’uso dell’ACPAP: limiti e vantaggi.
I disturbi del ritmo circadiano e le ipersonnie: tecniche d’indagine e criteri di diagnosi.
Classificazione secondo ICSD-3 delle ipersonnie di origine centrale: narcolessia tipo 1, tipo 2, ipersonnia idiopatica e sindrome di Kleine-Levin. Definizione di “eccessiva sonnolenza” e tecniche per la valutazione soggettiva ed oggettiva: questionario ESS e questionari minori, MSLT, diario del sonno ed actigrafia, MWT.
Classificazione dei disturbi del ritmo circadiano: ritardo e anticipo di face, ritmo sonno – veglia irregolare, ritmo non-24h, sindrome del turnista, sindrome da jet lag. Identificazione dei singoli disturbi attraverso la valutazione del pattern actigrafico. Brevi cenni sulle terapie impiegate.
Le Parasonnie del sonno NREM e REM: definizione di parasonnie e riconoscimento delle principali attraverso l’uso di tracciati e registrazioni video-PSG. Spiegazione del confusional arousal, del sonnambulismo e sue varianti, dello sleep-eating, dell’enuresi, delle allucinazioni ipnagogiche, delle paralisi nel sonno e del disturbo comportamentale in sonno REM (RBD).
Tecnica di valutazione dell’eccessiva componente tonica e fasica dei muscoli miloioideo e tib. ant. In corso di stadiazione del sonno REM.
Valutazione del Sistema Nerovoso Autonomo mediante Tilt test e test autonomici: respiro profondo, manovra di valsalva, esercizio isometrico, cold face, massaggio dei seni carotidei.
Int
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezioni frontali.
Esercitazioni in classe: tecnica 10/20 e analisi tracciati polisonnografici.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: • Diapositive delle lezioni consegnate agli studenti.
• The AASM Manual for the Scoring of Sleep and Associated Events (Editore: American Academy of Sleep Medicine)
• Sleep Medicine Textbook (Editori: Claudio Bassetti, Zoran Dogas, Philippe Peigneaux)
• Raccomandazioni per la cura e la diagnosi dei disturbi respiratori nel sonno (Editore: AIPO ricerche)

Inoltre sono testi Consigliati:

Angelini C & Battistin L (a cura di) Neurologia Clinica, Esculapio Editore, Bologna.

Ferrarese C. (a cura di) Malattie del Sistema Nervoso (Core Curriculum), McGraw Hill Education.

Ropper A, Samuels M, Klein J. Adams & Victor’s, Principles of Neurology, McGraw Hill Education.

Biller J. Practical Neurology, Wolters Kluwer Health, Lippincott Williams & Wilkins.

• Sleep Medicine Textbook (Editori: Claudio Bassetti, Zoran Dogas, Philippe Peigneaux)
Testi di riferimento: