Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO
Insegnamento
STORIA DELL'ESTETICA
LE10110232, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Ord. 2018)
LE0606, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF AESTHETICS
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GABRIELE TOMASI M-FIL/04

Mutuante
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE10110232 STORIA DELL'ESTETICA GABRIELE TOMASI LE0599

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline critiche, semiologiche e socio-antropologoche M-FIL/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Syllabus
Prerequisiti: Nessun prerequisito in senso stretto. Le conoscenze necessarie per la comprensione degli argomenti trattati saranno fornite nel corso delle lezioni.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’insegnamento ha i seguenti obiettivi:

(i) introdurre alle questioni fondamentali e promuovere la padronanza dei concetti e del lessico propri dell'estetica di Hume a Kant;

(ii) far acquisire conoscenze di base per l'esame e la discussione delle questioni concernenti la natura delle proprietà estetiche, la normatività dei giudizi estetici e il carattere delle discussioni critiche;

(iii) sviluppare l’abilità di comprendere, ricostruire e criticare argomentazioni filosofiche;

(iv) sviluppare competenze di lettura e interpretazione di testi filosofici

(v) promuovere lo sviluppo delle seguenti competenze trasversali: abilità di comunicare, oralmente e in testi scritti, in modo chiaro il proprio pensiero; riflessione critica e autonomia di giudizio.
Modalita' di esame: L’esame consisterà in una prova orale della durata di ca. 20 minuti. Allo studente saranno poste domande volte ad accertare l’acquisizione dei contenuti del corso e la conoscenza dei testi di riferimento. Lo studente sarà invitato a ricostruire argomentazioni esaminate a lezione, a interpretare passi delle opere lette in aula, a presentare le tesi di un autore, eventualmente con riferimento ai testi, ecc. Le domande mireranno anche a valutare le sue competenze lessicali e comunicative (capacità di usare in modo appropriato i termini filosofici, di illustrare con riferimenti appropriati e personali una concezione filosofica ecc.)
Oggetto della prova orale sarà anche l’elaborato scritto che lo studente dovrà preparare in vista dell’esame (le indicazioni sui temi, la lunghezza del testo, le modalità di presentazione ecc., saranno fornite in moodle).
Criteri di valutazione: La valutazione della prova orale sarà determinata in relazione ai seguenti criteri:

a) livello di acquisizione dei contenuti;
b) sviluppo di un motivato punto di vista personale sui contenuti appresi;
c) competenze argomentative e interpretative;
d) appropriatezza del lessico.
Contenuti: Il corso prevede la lettura dell'opera di D. Hume "La regola del gusto" e della Prima parte della "Critica della capacità di giudizio" di I. Kant.
I testi saranno letti e discussi in aula, cercando di chiarirli nella loro struttura argomentativa e di esplicitare il possibile significato dei modelli teorici delineati dai due filosofi nelle discussioni contemporanee sulla natura delle valutazioni estetiche, sul rapporto tra percezione e giudizio estetico, sul concetto di arte e sul ruolo della competenza nella valutazione dell'arte.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Insegnamento frontale (anche con uso di slide), combinato con attività che favoriscano il coinvolgimento diretto degli studenti e, se possibile, forme di apprendimento collaborativo.
Lettura, analisi e discussione di parti significative delle opere in programma.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Nel corso delle lezioni saranno fornite altre indicazioni bibliografiche. Inoltre in Moodle si potranno trovare materiali di studio (e indicazioni di letture) utili per l'approfondimento dei temi trattati a lezione e per la preparazione dell'esame, e la bibliografia per gli studenti non frequentanti.

Frequentanti e non frequentanti dovranno inoltre studiare per l'esame uno a scelta dei seguenti testi:

1) F. Desideri, C. Cantelli, Storia dell’estetica occidentale. Da Omero alle neuroscienze, Carocci, Roma 2008, capp. 5-7.

2) E. Franzini, M. Mazzocut-Mis, Breve storia dell’estetica, Bruno Mondadori, Milano 2003.

3) F. Vercellone. A. Bertinetto, G. Garelli, Storia dell’estetica moderna e contemporanea, Il Mulino, Bologna 2003.
Testi di riferimento:
  • D. Hume, La regola del gusto. --: --, --. Una delle edizioni italiane in commercio Cerca nel catalogo
  • I. Kant, Critica della capacità di giudizio. --: --, --. Una delle edizioni italiane in commercio Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Working in group
  • Questioning
  • Problem solving
  • Mappe concettuali

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Pace, giustizia e istituzioni forti