Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE SOCIOLOGICHE
Insegnamento
ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO
SP20104049, A.A. 2018/19

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2018/19

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE SOCIOLOGICHE
SP1419, ordinamento 2010/11, A.A. 2018/19
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PUBLIC LAW
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SCIENZE SOCIOLOGICHE

Docenti
Responsabile MICHELE DI BARI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline giuridico-politologiche IUS/09 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 01/10/2018
Fine attività didattiche 18/01/2019

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
8 2018/19 01/10/2018 30/11/2019 DI BARI MICHELE (Presidente)
COLALUCA CINZIA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso non richiede il possesso di specifiche conoscenze giuridiche. Tuttavia l'attenzione per le più importanti vicende istituzionali e la lettura della cronaca politica dei quotidiani sono assai utili per la comprensione degli argomenti dell'insegnamento.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Con il superamento dell'esame lo studente avrà acquisito le seguenti conoscenze: la teoria dell’ordinamento giuridico; i principali concetti della dogmatica dello Stato e i fondamenti costituzionali dell'ordinamento italiano, con particolare attenzione agli organi costituzionali e ai poteri dello Stato, alle fonti del diritto, alla giustizia costituzionale e ai meccanismi di tutela dei diritti fondamentali. Per quanto riguarda le abilità, lo studente sarà in grado di utilizzare correttamente il linguaggio giuridico di base, orientarsi nella lettura e nell’interpretazione della Costituzione italiana, individuare la tipologia e la forza delle fonti operanti nell’ordinamento giuridico italiano e risolvere i conflitti tra le norme da esse prodotte, interpretare le principali tipologie di pronunce della Corte costituzionale, descrivere il funzionamento e l’attività degli organi costituzionali della Repubblica italiana ed affrontare in modo consapevole e critico la risoluzione di semplici questioni concernenti l’applicazione dei principali istituti del diritto pubblico italiano.
Modalita' di esame: La verifica delle conoscenze e delle abilità acquisite dallo studente verrà effettuata tramite una prova d'esame scritta. La prova d'esame consiste in domande a risposta aperta sui principali argomenti dell'insegnamento. La durata dell'esame è di 1 ora. Le modalità e i contenuti sono gli stessi per tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti.
Criteri di valutazione: L'esame sarà valutato in trentesimi: il voto minimo è 18, il massimo 30.
La valutazione si baserà sulla conoscenza dei fondamenti costituzionali dell'ordinamento italiano (con particolare riferimento agli organi costituzionali, ai poteri dello Stato, alle fonti del diritto, alla giustizia costituzionale e ai meccanismi di tutela dei diritti fondamentali) e sulla capacità di descriverli utilizzando correttamente il linguaggio giuridico. Lo studente dovrà dimostrare di sapersi orientare nella lettura e nell’interpretazione della Costituzione italiana e di saper risolvere di semplici questioni concernenti l’applicazione dei principali istituti.
Contenuti: L’ordinamento giuridico
- Le regole e le norme giuridiche
- La nozione di fonte del diritto e il sistema delle fonti
- I rapporti tra fonti e tra norme
- Le forme e le tecniche dell’interpretazione

Lo Stato
- Forme di stato e forme di governo; la Repubblica italiana
- Gli elementi costitutivi dello Stato; in particolare, la cittadinanza
- Stato-ordinamento e Stato-apparato

Gli organi costituzionali
- Il Parlamento
- Il Governo
- Il Presidente della Repubblica
- Gli organi ausiliari

Principi costituzionali sull’amministrazione pubblica. Atti e provvedimenti ammnistrativi (nozioni)

Le autonomie territoriali. Le Regioni

Le fonti del diritto
- La Costituzione e le altre fonti costituzionali
- Il diritto nazionale, il diritto internazionale e il diritto dell’Unione europea
- Le fonti primarie (statali e regionali)
- Le fonti secondarie (statali, regionali e locali) e le consuetudini

I diritti e le libertà
- Costituzioni rigide e strumenti di garanzia dei diritti inviolabili: riserva di legge, riserva di giurisdizione, tutela giurisdizionale
- Il catalogo dei diritti
- Il principio di uguaglianza
- I diritti dei cittadini e i diritti degli stranieri.

I principi costituzionali sulla tutela giurisdizionale. La magistratura

La giustizia costituzionale
- Il controllo di costituzionalità (origini, funzioni e modelli)
- La Corte costituzionale
- Tipologia ed effetti delle sentenze della Corte costituzionale
- I conflitti di attribuzione

Un quadro più dettagliato del programma e dei suoi contenuti sarà disponibile online, nella piattaforma Moodle dell'insegnamento (indicazioni all’inizio del corso)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si articola in tre lezioni alla settimana, prevalentemente frontali, secondo l’orario e il calendario pubblicati all’inizio del semestre. Gli argomenti saranno illustrati anche con riferimento agli eventi istituzionali, stimolando la riflessione ed il dibattito su temi significativi di attualità costituzionale.Saranno previste lezioni seminariali con docenti e studiosi su argomenti specifici.
Durante le lezioni, gli studenti verranno guidati nella lettura e nell’interpretazione della Costituzione italiana, di testi normativi e di sentenze della Corte costituzionale. La docente si servirà di materiale didattico (slides, testi di legge, sentenze, saggi dottrinali etc.) che verrà di volta in volta messo a disposizione nella piattaforma Moodle, e la cui consultazione è particolarmente consigliata.
Saranno periodicamente effettuate alcune esercitazioni di ripasso del programma svolto e di consolidamento delle nozioni acquisite, basate sulla partecipazione attiva degli studenti: verranno proposte alcune questioni concernenti l’applicazione dei vari istituti del diritto pubblico e se ne prospetteranno le soluzioni, anche al fine di rafforzare la capacità dello studente di affrontare lo studio della materia in modo consapevole e critico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: INTRODUZIONE.

Il diritto. Le norme giuridiche e la loro applicazione. L'ordinamento giuridico. La pluralità degli ordinamenti giuridici. Lo Stato.

(A) FONTI DEL DIRITTO.

I. Nozioni generali. La complessità del sistema delle fonti: un sistema “multilivello”. Rapporti tra fonti e criteri di risoluzione delle antinomie normative. Riserva di legge e principio di legalità.

II. LA COSTITUZIONE. Costituzioni rigide e flessibili. La Costituzione italiana: le origini, i principi fondamentali, le garanzie costituzionali

III. FONTI DELL' ORDINAMENTO ITALIANO. STATO.
1. Costituzione e leggi costituzionali. Procedimento di revisione costituzionale. Limiti alla revisione costituzionale.
2. Legge formale ordinaria e atti con forza di legge. 3.Procedimento legislativo. 4. Leggi rinforzate e fonti atipiche. 5. Legge delega e decreto legislativo delegato. 6. Decreto-legge e legge di conversione. 7. Referendum abrogativo. 8. Regolamenti dell'esecutivo.

IV. FONTI EUROPEE.
I principi costituzionali sulle fonti internazionali e comunitarie. Fonti dell’Unione europea. Rapporti tra norme europee e norme interne. Attuazione delle norme europee.

V. Fonti delle autonomie (nozioni: Statuti regionali. Leggi regionali. Regolamenti regionali)

VI. Atti e provvedimenti amministrativi (nozioni).

(B) L'ORGANIZZAZIONE COSTITUZIONALE ITALIANA.
Governo. Parlamento. Presidente della Repubblica. Magistratura. Regioni ed enti locali. Principi costituzionali sull'amministrazione pubblica.

(C) GIUSTIZIA COSTITUZIONALE
La Corte costituzionale: composizione e funzioni.
Il giudizio di legittimità costituzionale in via incidentale e in via principale. Le sentenze.
I conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato. I conflitti di attribuzione tra Stato e Regioni e tra Regioni.
Le altre funzioni della Corte: il giudizio sulle accuse contro il Presidente della Repubblica e il giudizio di ammissibilità sul referendum abrogativo.

(D) DIRITTI E LIBERTÀ' .


METODOLOGIE DI INSEGNAMENTO. Lezioni frontali e dialogate. Esercitazioni di avvio alla lettura di testi normativi e di sentenze della Corte costituzionale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il testo della COSTITUZIONE italiana aggiornato è indispensabile per preparare l'esame.
Testi di riferimento:
  • Roberto Bin, Giovanni Pitruzzella, Diritto Pubblico --- ultima edizione. Torino: Giappichelli, --. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Problem based learning
  • Case study
  • Working in group
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti