Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE
Insegnamento
BIOLOGIA DELLO SVILUPPO DELLE PIANTE COLTIVATE
AVP9086122, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE
IF0362, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum BIOTECNOLOGIE PER L'ALIMENTAZIONE [001LE]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PLANT DEVELOPMENTAL BIOLOGY
Sito della struttura didattica https://www.agrariamedicinaveterinaria.unipd.it/
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione (BCA)
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/scuolaamv/
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede LEGNARO (PD)
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile BENEDETTO RUPERTI AGR/03

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline biotecnologiche comuni BIO/13 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
ESERCITAZIONE 2.0 16 34.0
LEZIONE 4.0 32 68.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Syllabus
Prerequisiti: Conoscenze e competenze di base di biochimica e fisiologia vegetale. Eventuali prerequisiti: Biologia, Genetica, Chimica del suolo, Agronomia
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si prefigge che lo studente acquisisca conoscenze sulle caratteristiche di purezza genetica e sanitarie del materiale vivaistico (varietà e cloni), sulle caratteristiche dei portinnesti e combinazioni di innesto allo scopo di fornire i criteri guida nelle scelte della varietà/portainnesto nelle fasi di progettazione e impianto del vigneto. Lo studente acquisisce inoltre conoscenze sugli aspetti fisiologici dello sviluppo e maturazione della bacca in funzione della scelta dell'epoca di raccolta e obiettivo enologico.
Modalita' di esame: Scritto (di cui 70% domande a scelta multipla, 30% domande aperte)
Criteri di valutazione: Conoscenza della materia, capacità di organizzare in modo critico la presentazione di materiale di studio inerente al programma del corso (presentazioni power point); partecipazione a visite di studio e seminari.
Contenuti: 1° credito: La filiera vivaistica viticola. Importanza del settore vivaistico viticolo italiano. Definizione dei principi di moltiplicazione agamica e gamica e relative implicazioni genetiche. Taleaggio, innesto e tipologie di innesto.
2° credito: tecnica di preparazione e forzatura degli innesti-talea. Messa a dimora, sterro, conservazione e commercializzazione di barbatelle innestate.
3° credito: La selezione clonale: basi genetiche, obiettivi e aspetti metodologici. Materiale standard, certificato e di base: aspetti genetici e sanitari.
4° credito: I portinnesti della vite. Aspetti genetici e selezione dei principali portinnesti. Interazione del portinnesto con il vitigno (compatibilità d’innesto e vigoria), adattamento alle condizioni pedologico-climatiche (resistenza a calcare, siccità, compattezza, salinità) e criteri di scelta del portainnesto.
5° credito: Sviluppo e maturazione della bacca di vite. Cambiamenti riguardanti la struttura, il colore, la composizione chimica che si verificano durante la maturazione: acidi organici, zuccheri, polifenoli e aromi. Le principali categorie di aromi.
6° credito: Evoluzione degli aromi in funzione della maturazione, dell’ambiente, e del genotipo; pratiche agronomiche mirate all'esaltazione degli aromi varietali. Cenni sui principali parametri di maturazione, distruttivi e non distruttivi, epoca di raccolta e obiettivo enologico.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le attività didattiche saranno organizzate come di seguito:
4 crediti: lezioni frontali in aula.
2 crediti: visite di studio presso aziende vivaistiche e aziende viticole
Ad integrazione degli argomenti trattati, sono organizzati seminari tecnici tenuti su alcuni aspetti specifici del corso
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Appunti delle lezioni (ad integrazione dei PDF forniti dal docente)
Integrazioni e approfondimenti su alcuni argomenti affrontati nel corso possono essere reperiti nei seguenti testi:
"La nuova viticoltura. Innovazioni tecniche per modelli produttivi efficienti e sostenibili". Palliotti, Poni, Silvestroni. Edagricole-New Business Media.
Viticoltura di qualità, Mario Fregoni, ed. Phytoline.
Testi di riferimento: