Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
EUROPEAN AND GLOBAL STUDIES
Insegnamento
PROJECT MANAGEMENT AND POLICY EVALUATION (MOD. B)
EPP8084301, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
EUROPEAN AND GLOBAL STUDIES
EP2444, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum EUROPEAN POLICIES [002PD]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese PROJECT MANAGEMENT AND POLICY EVALUATION (MOD. B)
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Sito E-Learning https://elearning.unipd.it/spgi/course/view.php?idnumber=2019-EP2444-002PD-2019-EPP8084301-N0
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede PADOVA

Docenti
Responsabile PAOLO ROBERTO GRAZIANO SPS/04
Altri docenti EKATERINA DOMORENOK SPS/04
MARIA STELLA RIGHETTINI SPS/04

Corso integrato di appartenenza
Codice Insegnamento Responsabile
EPP8084300 EU POLICY DESIGN AND IMPLEMENTATION (C.I.) PAOLO ROBERTO GRAZIANO

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE politico-sociale SPS/04 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 45 105.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Nessuna commissione d'esame definita

Syllabus

Caratteristiche comuni al Corso Integrato

Prerequisiti: Nozioni di base di scienza politica.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie per la comprensione del ciclo di politica pubblica e dei processi di governo nell’Unione Europea, prestando particolare attenzione al disegno, all’attuazione e valutazione delle politiche pubbliche.
Al termine del corso si prevede che lo studente sia in grado di ricostruire autonomamente gli obiettivi, i principi, gli strumenti di una politica comunitaria; analizzarne criticamente le varie fasi; individuare i principali attori, i loro interessi e comprendere le loro relazioni. Inoltre lo studente sarà in grado di collegare il problema di politica pubblica e la sua definizione alla domanda di valutazione (ex ante, in itinere ed ex post) e alle tecniche che meglio soddisfano tale domanda.
Modalita' di esame: L’esame finale sarà diviso in tre prove: la prima prova scritta (35%) sarà relativa al modulo A, la seconda prova scritta (35%) sarà relativa al modulo B e un lavoro individuale o di gruppo (scritto o orale, a scelta) – le cui caratteristiche verranno comunicate all’inizio del corso – costituirà la terza parte dell’esame finale, e peserà per il 30%.
Criteri di valutazione: Chiarezza concettuale e capacità analitica

Caratteristiche proprie del modulo

Contenuti: In continuità con quanto previsto dal Modulo (A), il Modulo B svilupperà alcuni aspetti di carattere pratico-operativo delle politiche pubbliche dell’UE, focalizzandosi in particolare sulla fase di attuazione delle politiche, compresi le tecniche e le metodologie di progettazione e di valutazione.
A tal fine, nella prima parte del modulo saranno analizzati alcuni esempi concreti dei programmi europei, evidenziando le implicazioni pratiche e le criticità della loro implementazione (es. deficit di attuativi, capacità istituzionale e amministrativa) nella prospettiva dei principali approcci analitici allo studio dell’attuazione (top-down vs bottom-up).
Nella seconda parte verranno analizzate le politiche pubbliche a partire dal prisma dell’europrogettazione, e più in particolare sotto il profilo della formulazione di progetti come attività rilevante sia per la gestione di politiche pubbliche europee, sia per la realizzazione di attività di project management.
La terza parte del corso illustra l’evoluzione dell’approccio adottato dall’Ue alla valutazione delle politiche e dei programmi attraverso i diversi cicli di programmazione comunitaria. Inoltre analizza le differenti teorie della valutazione (neo-positivista, realista, pragmatista e strutturalista) e la loro funzionalità, sia in fase ex-ante sia ex-post, all’interno delle politiche e dei programmi comunitari ai vari livelli di governance.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: È prevista la partecipazione attiva degli studenti mediante l’analisi di casi e altre tecniche interattive finalizzate a favorire lavori di gruppo che potenziano la capacità di definire risultati attesi, tecniche di attuazione e individuare strumenti adeguati a soddisfare la domanda di valutazione lungo il ciclo di policy e predisporre un piano di misurazione di output, outcome e impatti delle attività previste.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Howlett M. (2011), Designing public policies. Principles and instruments, London and New York: Routledge, Parts I and III (https://www.amazon.com/Designing-Public-Policies-Principles-Instruments/dp/0415781337 )
Peters G.B., Public Policy, Chapters 7 and 8, Edward Elgar, 2015.pp.127-168.
Lehtonen M., Indicators: tools for informing, monitoring or controlling?, Jordan A.J. and Turnpenny J.R., The Tools of Policy Formulation, Chapter 4, Edward Elgar, 2015, pp. 76-99

Il materiale relativo all'europrogettazione e alla gestione di progetti europei sarà reperibile sulla piattaforma moodle.
Testi di riferimento: