Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Ingegneria
INGEGNERIA MECCANICA
Insegnamento
IMPIANTI INDUSTRIALI
IN03103830, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
INGEGNERIA MECCANICA
IN0518, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese INDUSTRIAL PLANTS
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FABIO SGARBOSSA ING-IND/17

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ingegneria meccanica ING-IND/17 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Syllabus
Prerequisiti: I prerequisiti sono compresi nei requisiti di accesso alla laurea magistrale in Ingegneria Meccanica. In particolare si ritengono fondamentali le conoscenze di un corso di impianti meccanici nella laurea triennale.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso di Impianti Industriali fonisce conoscenze specifiche riguardanti le metodologie di analisi delle famiglie di prodotto per l'assemblaggio, i metodi di raccolta e analisi dei tempi, le definizioni dei prodotti caratteristici da assemblare, le metodologie per l'analisi ergonomica delle postazioni di lavoro e l'assemblaggio, lo studio dei sistemi flessibili di assemblaggio, la progettazione, bilanciamento e la gestione di sistemi di assemblaggio flessibili avanzati, metodologie di alimentazione dei componenti.
Le principali abilità acquisite riguardano quindi la capacità di progettare un sistema di assemblaggio flessibile partendo dalla definizione dei prodotti e delle famiglie di assemblaggio, dei loro cicli di montaggio, continuando con la stima dei tempi e analisi ergonomica e successivamente il bilanciamento del sistema per la massimizzazione della produttività.
Modalita' di esame: L'esame consiste in una prova scritta.
La prova scritta riguarda la progettazione quantitativa di un sistema flessibile di assemblaggio e contiene alcuni quesiti per valutare la conoscenza degli argomenti trattati.
Criteri di valutazione: Vengono valutati:
-la conoscenza e la capacità di comprensione delle metodologie per la progettazione integrata dei sistemi di assemblaggio
-la capacità di risolvere problemi industriali relativamente ai sistemi di assemblaggio.
-abilità comunicative: la capacità di relazionare in modo adeguato un processo di ideazione, sviluppo e progettazione di sistemi di produzione innovativi
Contenuti: Procedura integrata per lo studio di un sistema di assemblaggio flessibile: fasi principali, obiettivi di ciascuna fase, strumenti disponibili. Il Group Assembly. Identificazione delle famiglie di assemblaggio costituite da modelli simili. Tecnica PFA, il metodo di King, tecniche di clustering, Single and Complete Linkage e costruzione del Dendogramma. Definizione del ciclo caratteristico di assemblaggio e del diagramma delle precedenze combinato di una famiglia di prodotti. Metodi di rappresentazione dei cicli di assemblaggio. I layout dei sistemi di assemblaggio e scelta del regime di svincolo, lo svincolo fra gruppi di ribilanciamento. Tecniche di rilevamento dei tempi di assemblaggio (cronotecniche, MTM e MOST, il Work Sampling). Parametri caratteristici di un sistema di assemblaggio. I sistemi FAS. Tecniche di bilanciamento di linee di assemblaggio di tipo Single Model a cadenza imposta e non imposta. L'euristico di Kottas-Lau. Il metodo di Patterson & Albracht. Criteri di bilanciamento di sistemi di assemblaggio multi-models e mixed-models. La costruzione del Virtual Average Model. Sistemi di assemblaggio del tipo tavola rotante multi-giro per bassi volumi produttivi. Casi aziendali e seminari.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso dopo ogni spiegazione teorica prevede la verifica dell'apprendimento con lo svolgimento numerico di esercizi e la discussione di casi aziendali. Il corso comprende interventi di managers dell'industria e lo svolgimento di visite di stabilimenti industriali. I ragazzi sono coinvolti in gare progettuali proposte da aziende per la soluzione di problemi concreti.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali di studio sono:
-appunti delle lezioni
-materiale disponibile in moodle
-testi di riferimento
-articoli pubblicati su riviste internazionali
Testi di riferimento:
  • Pareschi A., Regattieri A., Persona A., Ferrari E., Logistica Integrata e Flessibile. Bologna: Progetto Leonardo, --. CONSIGLIATO - NON OBBLIGATORIO
  • Arrigo Pareschi, Impianti industriali. Bologna: Progetto Leonardo, --. CONSIGLIATO - NON OBBLIGATORIO Cerca nel catalogo