Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
Insegnamento
GEOGRAPHY OF DEVELOPMENT
SUP8083837, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT
IA2447, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese GEOGRAPHY OF DEVELOPMENT
Sito della struttura didattica www.dissgea.unipd.it
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Storiche Geografiche e dell'Antichità (DISSGeA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione INGLESE
Sede Univ. of Leuven
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di SUSTAINABLE TERRITORIAL DEVELOPMENT

Docenti
Nessun docente assegnato all'insegnamento

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
AFFINE/INTEGRATIVA Attività formative affini o integrative M-GGR/01 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 48 102.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire:
Modalita' di esame: Esiste un'ampia gamma di approcci di valutazione. Tali approcci riguardano obiettivi formativi e sommativi. Questo è in linea con i risultati di apprendimento mirati che si concentrano su conoscenze e approfondimenti, abilità applicative e comunicazione in modo equilibrato.
La varietà di approcci di valutazione è anche dovuta al fatto che i corsi sono offerti in combinazioni con diversi programmi di studio appartenenti a diverse università.
Un primo gruppo di esami sono scritti e di solito sono scritti saggi. Questo tipo di valutazione consente un approccio più creativo e orientato alla ricerca. Quando il saggio riflette le ricerche degli studenti, deve mostrare la capacità di formulare chiaramente le domande di ricerca, organizzare e condurre una ricerca, applicare metodi appropriati, essere in grado di raccogliere dati sul campo e analizzare quei dati.
Successivamente, gli studenti devono essere in grado di discutere i risultati e inserirli nel più ampio dibattito scientifico. Inoltre, la struttura e la scrittura del saggio devono essere conformi alle regole di scrittura corrette e accademiche. In molti casi la valutazione del processo, la valutazione tra pari e/o una presentazione sono collegate alla qualità della stesura del saggio.
Un secondo gruppo di esami viene implementato in modo orale. In questo modo possono essere personalizzati e sono più interattivi. Molti corsi hanno una politica di esami orali come procedura standardizzata (domande, presentazione, peer/autovalutazione). Ciò consente agli studenti di esprimersi in modo attivo e dialogico.
Gli esami orali sono particolarmente adatti per testare la comprensione/intuizioni e l'applicazione della conoscenza in quanto incoraggiano gli studenti a produrre una comunicazione chiara e a manifestare le proprie attitudini personali. Per quanto riguarda i saggi, una valutazione orale integrativa consente un approccio più creativo e orientato alla ricerca.
Le valutazioni intermedie sono generalmente utilizzate in modo formativo per fornire agli studenti feedback tempestivi, mentre le valutazioni finali sono utilizzate in modo sommativo. I risultati della valutazione dei pari possono influenzare il voto finale individuale
Criteri di valutazione:
Contenuti: Il corso contiene 6 parti:

La prima parte tratta l'analisi classica della questione dello sviluppo e dei paesi in via di sviluppo (Rostow, Clark); analizza in modo critico le misurazioni dello sviluppo e fornisce una panoramica descrittiva della diversità dei paesi in via di sviluppo.

La seconda parte fornisce elementi teorici per comprendere l'organizzazione spaziale dello sviluppo economico e differenzia le rotte di sviluppo capitaliste e socialiste.

La terza parte tratta storicamente l'inizio e la crescita della questione "in via di sviluppo" dalla fine del XV secolo fino ad oggi (analisi del sistema mondiale di Wallerstein).

La quarta parte fornisce una panoramica delle caratteristiche geografiche e dei processi fisici che determinano la questione "in via di sviluppo" in agricoltura e sfruttamento delle risorse: cambiamenti climatici e suolo; degrado e conservazione del suolo, biodiversità e deforestazione e collega questi elementi in relazione all'azione umana e all'equilibrio del potere su diverse scale.

La quinta parte analizza le strategie di sviluppo e la loro dimensione geografica, con enfasi sul fronte dello sviluppo, sulla riforma agraria e sull'industrializzazione.

Nell'ultima parte questi diversi elementi sono riassunti in una panoramica delle strutture geografiche, degli sviluppi storici e delle attuali domande circa la "via di sviluppo" in America Latina, Africa sub-sahariana e Asia sud-orientale.

Secondo l'interesse degli studenti, altri argomenti possono essere trattati.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento:
Eventuali indicazioni sui materiali di studio:
Testi di riferimento: