Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE FILOSOFICHE
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA TARDO ANTICA
LE05108394, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE FILOSOFICHE
LE0614, ordinamento 2008/09, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF LATE ANCIENT PHILOSOPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile MARIA GRAZIA CREPALDI M-FIL/07

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE03108394 STORIA DELLA FILOSOFIA TARDO ANTICA MARIA GRAZIA CREPALDI LE0612

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Storia della filosofia M-FIL/07 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 commissioni a.a. 2018-2019 01/10/2018 30/11/2019 CREPALDI MARIA GRAZIA (Presidente)
DELLA PUTTA CHIARA (Membro Effettivo)
CATAPANO GIOVANNI (Supplente)
SALIS RITA MARIA GAVINA (Supplente)
SIMEONI FRANCESCA (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso di Studio non prevede propedeuticità. Per consentire agli studenti di seguire l’insegnamento con maggiore profitto, sarà fornita a lezione una bibliografia integrativa sul pensiero antico.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Le cosiddette “radici cristiane” dell’Occidente, a cui oggi da più parti ci si richiama come carattere costitutivo dell’identità dell’Europa (identità intesa spesso in modo univoco ed escludente), affondano nell’annuncio di un Dio “straniero” quale è quello proposto ai filosofi ateniesi da Paolo di Tarso. Il corso intende approfondire i diversi aspetti dell’inculturazione del messaggio cristiano nella filosofia greca in età tardo-antica, epoca di profondi e rapidi mutamenti politici, economico-sociali, culturali per molti aspetti simile a quella attuale. Il percorso didattico è finalizzato all’acquisizione da parte degli studenti della capacità di approfondire in modo criticamente argomentato, attraverso l’analisi delle fonti, i termini storico-filosofici e i nodi problematico-concettuali che connotano l’incontro tra cristianesimo e filosofia; l’obiettivo fondamentale è quello di far maturare la consapevolezza dell’originaria duplicità di cui le radici dell’Occidente sono portatrici per meglio comprendere, oggi, lo straniero che è in noi e fuori di noi. Inoltre si vuole evidenziare la necessità per ogni messaggio religioso di interrogarsi costantemente sulle modalità della propria inculturazione, con la disponibilità a ripensarle in relazione ai diversi contesti di riferimento.
Modalita' di esame: L'esame sarà orale e consisterà in un colloquio individuale della durata di circa 30 minuti, che verterà sulla conoscenza e la rielaborazione critica dei contenuti del programma dell'insegnamento a partire dall’analisi delle fonti.
Criteri di valutazione: La valutazione farà riferimento all’acquisizione delle capacità di: analizzare e comprendere le fonti, adeguatamente contestualizzate; evidenziare le strutture argomentative e i nodi concettuali dei testi; rielaborarne criticamente i contenuti con il supporto della letteratura secondaria; esporre in maniera chiara e appropriata con un adeguato utilizzo del lessico tecnico.
Contenuti: “Alle radici dell’Occidente. L’inculturazione del messaggio cristiano nella filosofia greca: aspetti e problemi”. In un quadro culturale, quello del pensiero filosofico di età imperiale, in cui il riscatto della condizione umana passa attraverso l’assimilazione dell’uomo a dio, il messaggio neotestamentario scandalosamente ribalta la prospettiva e presenta l’assimilazione di Dio all’uomo, il farsi uomo di Dio; come dice il prologo del Vangelo di Giovanni: “E il Logos si fece carne (sarx) e venne ad abitare in mezzo a noi” (Jo. 1, 14). L’incarnazione di Dio si propone quale fondamento di una salvezza che non ammette sconti, cioè non esclude dalla redenzione quella corporeità che è parte integrante della condizione umana. La mediazione culturale del messaggio cristiano nelle categorie del platonismo tardo-antico, neutralizzando la pesantezza della corporeità assunta dal Dio cristiano in Gesù, ha finito con l’annullarne l’inquietante alterità rispetto al Principio metafisico. Questo processo di omologazione culturale ha favorito la rimozione del corpo di Dio e, con esso, della centralità della carne come luogo di mediazione salvifica tra umano e divino.
I diversi aspetti dell’originario incontro tra cristianesimo e filosofia saranno approfonditi tramite la lettura e il commento delle seguenti fonti: il Prologo al “Dialogo con Trifone” di Giustino; “La morte di Peregrino” di Luciano; il “Discorso ai giovani” di Basilio.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si svolge secondo la modalità delle lezioni frontali; sono comunque previsti momenti di confronto e di dibattito con il coinvolgimento attivo degli studenti. La metodologia d’approccio ai contenuti consiste nella lettura e commento critico delle fonti, accompagnati dalla loro contestualizzazione nel dibattito filosofico tardo-antico che coinvolge pensatori pagani e cristiani.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Gli studenti del Corso di laurea magistrale in Lettere classiche e Storia antica che devono acquisire 6 CFU sono esonerati dallo studio del volume di G.Bonaccorso; inoltre del testo curato da R.Chiaradonna sono tenuti ad approfondire solo i capitoli 1 (La filosofia nell’età imperiale, pp. 21-28) e 13 (Filosofia antica e cristianesimo, pp. 273-293).
Testi di riferimento:
  • GIUSTINO, Apologie. Milano: Edizioni Rusconi, 1995. a cura di G.Girgenti, pp. 213-241, 261-262 (Prologo al Dialogo con Trifone, con testo greco a fronte).
  • LUCIANO DI SAMOSATA, Vite dei filosofi all’asta - La morte di Peregrino. Roma: Edizioni Carocci, 2007. a cura di M. Stella (con testo greco a fronte). Cerca nel catalogo
  • BASILIO DI CESAREA, Discorso ai giovani. Bologna: Edizioni Dehoniane, 2005. a cura di M. Naldini (IV ed., con testo greco a fronte). Cerca nel catalogo
  • M.G.CREPALDI, Farsi Dio, farsi uomo. La salvezza tra filosofia e rivelazione nel pensiero tardo-antico. Roma: Edizioni Nuova Cultura, 2009. in E.PRINZIVALLI, Questioni di storia del cristianesimo antico I-IV sec., pp.113-151.
  • M.G.CREPALDI, Il Dio straniero. Sulle “radici cristiane” dell’Occidente. --: --, --. “Reportata”, 9 (2011), fasc. 1 (15 febbraio) [rivista elettronica: http://mondodomani.org/reportata/].
  • G.BONACCORSO, Il corpo di Dio. Vita e senso della vita. Assisi: Editrice Cittadella, 2006. Cerca nel catalogo
  • R.CHIARADONNA (a cura di), Storia della filosofia antica, IV: Dalla filosofia imperiale al tardo antico. Roma: Edizioni Carocci, 2016.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Interactive lecturing
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Citta' e comunita' sostenibili