Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
Insegnamento
MULTIMEDIALITA' NELLE ARTI PERFORMATIVE
SUP3052897, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea magistrale in
SCIENZE DELLO SPETTACOLO E PRODUZIONE MULTIMEDIALE
LE0615, ordinamento 2017/18, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MULTIMEDIA IN THE PERFORMING ARTS
Sito della struttura didattica http://www.beniculturali.unipd.it/www/homepage/
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile FERNANDO MARCHIORI

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline dello spettacolo, della musica e della costruzione spaziale L-ART/05 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 42 108.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2017

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
6 2018 01/10/2018 30/11/2019 PITOZZI ENRICO (Presidente)
GRAZIOLI CRISTINA (Membro Effettivo)

Syllabus
Prerequisiti: Il Corso di Studio non prevede propedeuticità.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso si propone di fornire:
1) la conoscenza dei principali esempi storici di incontro e interazione fra i linguaggi della scena, con particolare riferimento alla sperimentazione multimediale più recente;
2) la conoscenza di alcune esperienze artistiche multimediali e di alcune opere esemplari nella ridefinizione del concetto di spazio scenico e del rapporto del teatro con il tema della memoria;
3) la capacità nonché l’abilità di applicare tali conoscenze nell’analisi di opere performative multimediali.
Modalita' di esame: L'esame si svolgerà in forma orale con discussione di una o più tematiche affrontate durante le lezioni. Nello specifico verrà chiesto allo studente di orientarsi nel percorso storico proposto e di soffermarsi sull’analisi di un’opera a scelta tra quelle indicate dal docente nel Corso. Sarà possibile concordare con il docente un’opera diversa. Almeno una domanda verterà sull’incontro con l’artista previsto alla fine del Corso.
Criteri di valutazione: Verrà valutata:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti;
3) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole;
3) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di costruire un discorso critico pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: Il corso verterà sui seguenti argomenti:

1. Verso un nuovo teatro totale
Muovendo dagli esempi storici che hanno praticato una integrazione di linguaggi scenici e una sperimentazione tecnica-tecnologica – da Wagner alle avanguardie, dal video-teatro al teatro digitale – si definiranno persistenze e innovazioni estetiche e performative della scena multimediale.

2. Un teatro aumentato
L’orizzonte teorico e pratico del cosiddetto “teatro aumentato” porta alla definizione di un nuovo spazio scenico, le cui caratteristiche – interconnessione, interazione, estensione spaziale e temporale – saranno indagate attraverso le opere di artisti come Christiane Jatahy, Thomas Ostermeier, Rimini Protokoll, Tam Teatromusica, Dimitris Papaioannou, Bartolini-Baronio, Motus, Robert Lepage.

3. Media, teatro, memoria
Verrà analizzato, anche attraverso materiale video, il metodo di lavoro di Marco Paolini nella realizzazione di progetti spettacolari che hanno portato allo sviluppo di una originale drammaturgia multimediale e di una vera e propria teatralità reticolare con opere tra teatro, cinema e televisione. In particolare ci si soffermerà sulla ricostruzione teatrale della strage di Ustica realizzata da Paolini prima in scena e poi nella versione cinematografica di Davide Ferrario.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni frontali cercheranno sempre di coinvolgere gli studenti e di stimolare la discussione, anche a partire dai materiali filmati che verranno presentati. Se la numerosità della classe lo consentirà, è prevista una parte finale di tipo seminariale dedicata all’analisi di un’opera. Verrà proposto un incontro con uno degli artisti esaminati nel corso delle lezioni.
La frequenza è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. La bibliografia d'esame, i testi e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.
2. Nella pagina Moodle verrà inoltre caricata la bibliografia d'esame per i frequentanti e per gli eventuali non frequentanti, nonché quella utile a chi volesse approfondire gli argomenti trattati.
Testi di riferimento:
  • A.M. Monteverdi, Nuovi media, nuovo teatro. Milano: Franco Angeli, 2011. Cerca nel catalogo
  • F. Marchiori, Quel che resta dei Tigi. Media, teatro, memoria, in M. Paolini, D. Del Giudice, F. Marchiori, I Tigi da Bologna a Gibellina. Torino: Einaudi, 2009. Il libro con DVD è pubblicato nel cofanetto I-Tigi. Racconto per Ustica

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Action learning
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)