Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Economia e Scienze politiche
ECONOMIA
Insegnamento
GOVERNO E GESTIONE DELLE AZIENDE 1 (Da A a E)
EPP4064621, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ECONOMIA
EP2093, ordinamento 2014/15, A.A. 2019/20
A0501
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CORPORATE GOVERNANCE AND MANAGEMENT 1
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali "Marco Fanno"
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ECONOMIA

Docenti
Responsabile ANDREA MENINI SECS-P/07
Altri docenti ALBERTO ALVISI SECS-P/08

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Aziendale SECS-P/07 6.0
CARATTERIZZANTE Aziendale SECS-P/08 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Primo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 12.0 84 216.0

Calendario
Inizio attività didattiche 23/09/2019
Fine attività didattiche 18/01/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2014

Syllabus
Prerequisiti:
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso ha le finalità di garantire agli studenti l'acquisizione delle conoscenze teorico-pratiche relative al governo e alla gestione di un’azienda:
• Modelli di governance e strategici
• Strumenti di analisi della performance e dell’ambiente competitivo
Il Modulo A si propone di fornire:
1) un quadro teorico per l'analisi e la valutazione della dimensione economica/finanziaria di un’azienda
2) gli elementi per la gestione dei molteplici equilibri aziendali alla base di una corretta gestione delle risorse produttive
3) gli strumenti per la rappresentazione e l'analisi del governo, delle relazioni con gli stakeholder e della contabilità aziendale
Il Modulo B si propone di fornire:
4) un quadro teorico per comprendere la rilevanza della strategia di un’azienda e della gestione delle risorse
5) gli elementi e gli strumenti di analisi dell’ambiente competitivo (micro e macro) e delle determinanti del vantaggio competitivo
6) gli strumenti per la definizione e l’analisi della strategia aziendale.

Gli studenti alla fine del corso saranno in grado di
- analizzare l’ambiente competitivo in termini di determinanti della redditività e accesso alle risorse
- definire le strategie aziendali e identificare gli effetti operativi
- riconoscere le implicazioni delle diverse configurazioni proprietà/management
- rappresentare le dinamiche economico-finanziarie attraverso il modello del bilancio

Inoltre, l'insegnamento contribuisce agli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals):
Goal 8: Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti. Con particolare riferimento ai punti:
• 8.1 Sostenere la crescita economica pro-capite a seconda delle circostanze nazionali e, in particolare, almeno il 7 per cento di crescita annua del prodotto interno lordo nei paesi meno sviluppati
• 8.2 Raggiungere livelli più elevati di produttività economica attraverso la diversificazione, l'aggiornamento tecnologico e l'innovazione, anche attraverso un focus su settori ad alto valore aggiunto e settori ad alta intensità di manodopera
• 8.3 Promuovere politiche orientate allo sviluppo che supportino le attività produttive, la creazione di lavoro dignitoso, l'imprenditorialità, la creatività e l'innovazione, e favorire la formalizzazione e la crescita delle micro, piccole e medie imprese, anche attraverso l'accesso ai servizi finanziari
Goal 9: Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile. Con particolare riferimento ai punti:
• 9.1 Sviluppare infrastrutture di qualità, affidabili, sostenibili e resilienti, comprese le infrastrutture regionali e transfrontaliere, per sostenere lo sviluppo economico e il benessere umano, con particolare attenzione alla possibilità di accesso equo per tutti
• 9.3 Aumentare l'accesso dei piccoli industriali e di altre imprese, in particolare nei paesi in via di sviluppo, ai servizi finanziari, compreso il credito a prezzi accessibili, e la loro integrazione nelle catene e nei mercati di valore
Goal 12: Garantire modelli sostenibili di produzione e consumo. Con particolare riferimento ai punti:
• 12.6 Incoraggiare le imprese, soprattutto le aziende di grandi dimensioni e transnazionali, ad adottare pratiche sostenibili e integrare le informazioni sulla sostenibilità nelle loro relazioni periodiche
• 12.8 Entro il 2030, fare in modo che le persone abbiano in tutto il mondo le informazioni rilevanti e la consapevolezza in tema di sviluppo sostenibile e stili di vita in armonia con la natura
Modalita' di esame: Per entrambi i moduli le prove d’esame si svolgeranno in aula informatica, lo stesso giorno ma in momenti distinti. Ogni modulo assegna un massimo di punti pari a 16 e la valutazione complessiva per l’insegnamento è pari alla somma delle valutazioni ottenute nei singoli moduli. La valutazione complessiva della prova è positiva solo se entrambi i moduli hanno una valutazione uguale o superiore a 9 su 16. La lode viene attribuita se la valutazione complessiva è superiore a 30.

Per il Modulo A:
9 tra domande ed esercizi a risposta chiusa e 2 domande a risposta aperta. Le 9 domande / esercizi a risposta chiusa sono di tipo nozionistico e sono indirizzate a verificare l'apprendimento dei punti 1) e 2) mentre le domande a risposta aperta (una sui temi teorici affrontati a lezione e nel testo e una di commento ad una notizia di attualità attraverso l’utilizzo dei modelli e degli strumenti affrontati a lezione) sono indirizzate a verificare l’apprendimento del punto 3). Le domande / esercizi a risposta chiusa e le domande a risposta aperte contribuiscono rispettivamente a 11 punti e 5 punti su 16.

Per iI Modulo B:
20 domande a risposta multipla e una domanda a risposta aperta sui temi affrontati a lezione e nel testo. Le 20 domande a risposta chiusa sono di tipo nozionistico e sono indirizzate a verificare l'apprendimento dei punti 4) e 5) mentre la domanda a risposta aperta chiederà la risoluzione di un caso aziendale ed è indirizzata a verificare l’apprendimento del punto 6). Ogni domanda a risposta multipla vale 0,5 punti (10 in tutto) mentre la domanda a risposta aperta vale 6 punti.
Criteri di valutazione: I criteri generali di cui si terrà conto sono i seguenti:
- uso appropriato della terminologia e conoscenza dei concetti di base relativi al governo e alla gestione aziendale
- capacità di analisi di casi attraverso i modelli proposti

La valutazione della preparazione degli studenti si baserà:
- sulle conoscenze specifiche in ambito di modelli di governance e di rappresentazione delle dinamiche economico-finanziarie
- sulle conoscenze specifiche in ambito di analisi dell’ambiente competitivo e delle scelte strategiche
Contenuti: I contenuti suddivisi in CFU sono
Modulo A – Governo e Bilancio:
1- Istituti, aziende ed economicità
2- Soggetto economico e modelli di governance
3- Modello dei circuiti
4- Modello del bilancio
5- Rilevazioni contabili
6- Stakeholder management

Modulo B – Impresa e Competitività:
1- Analisi del macro-ambiente, del settore e dello spazio competitivo
2- Risorse Aziendali
3- Path dependecy e storia d’impresa
4- Strategia e modelli di business
5- Strategia corporate e diversificazione
6- Strategia di internazionalizzazione e percorsi di sviluppo
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso prevede tre modalità di apprendimento:
1) Lezione frontali
2) Testimonianze aziendali in aula che avranno il compito di approfondire i temi trattati
3) Attività di coinvolgimento attivo degli studenti in aula attraverso l’uso del digitale
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Il Sole 24 Ore
Radio24
Eventuali altri materiali verranno forniti a lezione

Si consiglia anche il testo
Cerbioni, Fabrizio; Sòstero, Ugo, Contabilità e bilancioFabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero. Milano [etc.]: McGraw- Hill Education, 2019.
Testi di riferimento:
  • Favotto, Francesco; Parbonetti, Antonio, Economia aziendalemodelli, misure, casiFrancesco Favotto, Saverio Bozzolan, Antonio Parbonetti. Milano: McGraw-Hill, 2016. Cerca nel catalogo
  • Johnson G. et al., Strategia Aziendale. Orientare le organizzazioni e imprese in un mondo che cambia.. --: Pearson, 2019. Cerca nel catalogo
  • Cerbioni, Fabrizio; Cinquini, Lino; Sòstero, Ugo, Contabilità e bilancio. Milano [etc.]: McGraw-Hill, 2019. Consigliato Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Questioning
  • Quiz o test a correzione automatica per feedback periodico o per esami
  • Active quiz per verifiche concettuali e discussioni in classe
  • Videoriprese realizzate dal docente o dagli studenti
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)
  • Kaltura (ripresa del desktop, caricamento di files su MyMedia Unipd)
  • Top Hat (active quiz, quiz)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Lavoro dignitoso e crescita economica Industria, innovazione e infrastrutture Consumo e produzione responsabili