Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Medicina e Chirurgia
FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)
Insegnamento
FISIOLOGIA UMANA
MEN1035110, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)
ME1848, ordinamento 2011/12, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Curriculum GENERICO - SEDE di CONEGLIANO (TV) [999CO]
Crediti formativi 6.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HUMAN PHYSIOLOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Neuroscienze (DNS)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede CONEGLIANO (TV)
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)

Docenti
Nessun docente assegnato all'insegnamento

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Scienze biomediche BIO/09 6.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 6.0 60 90.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2011

Syllabus
Prerequisiti: Lo studente dovrà possedere conoscenze di base di chimica, biochimica e biologia della cellula, oltre a quelle, curriculari, di anatomia.
Conoscenze e abilita' da acquisire: Al termine dl corso, lo studente dovrà possedere un quadro d'assieme dei processi fisiologici primari che si svolgono nei diversi apparati del corpo umano e capire come essi operino in un sistema integrato. Dovrà inoltre essere in grado di avere un approccio positivo alla comprensione, anche su base autonoma, della relazione esistente fra fenomeni fisiopatologici simili e le differenti cause in grado di generarli.
Modalita' di esame: Esame scritto e/o orale
Criteri di valutazione: Congruità fra domande e contenuti della risposta. Capacità di collegamento e rielaborazione dei diversi contenuti e sintesi personale.
Contenuti: Formazione e riassorbimento del liquido interstiziale. Rete capillare e filtrazione dei fluidi: pressioni idrostatica e colloidosmotica. Ruolo del sistema linfatico. Meccanismi di formazione dell’edema e sue diverse tipologie.

Regolazione renale della composizione ionica del plasma, del suo volume, dell'’osmolarità e del pH. Riassorbimento ed escrezione di soluti e H2O nei diversi tratti del nefrone. Regolazione ipotalamica della secrezione di ADH. Barocettori e recettori di volume atriali. Osmocettori. Rapporto fra bilancio idrico, osmotico e pressorio. Compensazione dell'ipo- e ipertensione arteriosa. Eritropoietina e renina.

Dall’eritrocita all’aria alveolare: gradienti pressori di CO2 e O2. Volumi e capacità polmonari. Pneumotorace. Insufficienza respiratoria (IR): principali cause e classificazione. Emogasanalisi arteriosa, ipossiemia e ipercapnia. Centri di controllo del ritmo respiratorio. Riflesso di Hering-Breuer. Riflessi dei chemocettori centrali e periferici. Compensazione alla variazione del pH. Cenni sui respiri patologici.

Ormoni della neuro- e adenoipofisi, funzione e feedback ipotalamico. Organi bersaglio. Ormoni della tiroide: funzioni generali. Cenni su iper- e ipotiroidismo. Ormoni della surrenale. Funzione endocrina delle ovaie e dei testicoli. Ciclo ovarico. Ormoni ovarici e bio-feedback negativo. Eventi del ciclo mestruale e correlazione ipotalamo/ipofisaria.

Ciclo cardiaco: fasi, tempi, volumi e pressioni. Gittata cardiaca. Genesi e trasmissione dell'impulso cardiaco. Toni cardiaci. Variazione della pressione sanguigna, del flusso e della velocità del sangue nelle diverse tipologie di vasi. Meccanismi ad azione rapida, intermedia e a lungo termine nell'emorragia acuta. Barocettori e chemocettori nel controllo della PA. Ruolo del SNA. Controllo ormonale della PA. Movimento dei fluidi a livello capillare e regolazione della volemia. Natriuresi da pressione; centro cardiovascolare.

Digestione e controllo ormonale della funzione gastrica. Tenue: digestione e destino dei nutrienti. Intestino crasso: fisiologia. Fisiologia del pancreas esocrino ed endocrino. Bile: sintesi e funzione. L'ittero e sue cause. Metabolismo epatico dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi. Destino degli ormoni steroidei (cenni).

Calore ed esercizio. Temperatura interna e meccanismi di regolazione del calore. Accumulo e perdita di calore: conseguenze. Stress termico e sudorazione. Effetti fisiologici della disidratazione e sua prevenzione. Consumo di liquidi e prestazioni. Adeguatezza della reidratazione. Iposodiemia: cause e conseguenze. Acclimatazione.

Genesi dell'impulso nervoso e velocità di conduzione. Ultrastruttura della sinapsi e tipi di sinapsi. Mediatori chimici dell'impulso nervoso. Fisiologia della motricità volontaria. Organizzazione della corteccia motoria primaria. Vie motorie extrapiramidali. Fisiologia della contrazione muscolare. Area della giunzione neuromuscolare e percorso dei tubuli T. Ultrastruttura della miofibrilla. Ruolo degli ioni Ca++ nella contrazione muscolare. Unità motoria. Fase terminale della contrazione. Funzione dell'AChE. La pompa Na+/K+. Contrazione muscolare e ATP: ie diverse vie metaboliche. Esercizio anaerobico ed aerobico. Tipi di fibre muscolari e loro caratteristiche. Tipi di contrazione muscolare.

Divisioni del SNA e confronto fra i sistemi parasimpatico (PS) ed ortosimpatico (OS): effetti della loro stimolazione. Neuroni colinergici e adrenergici. Neurotrasmettitori e recettori colinergici, nicotinici e muscarinici. Recettori adrenergici. Interazione fra i sistemi OS e PS. Toni OS e PS. Effetti cooperativi, localizzati o diffusi. Controllo superiore del funzionamento del SNA. SNA e aspetti correlati con l'età.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Lezione frontale con proiezione di diapositive. Discussione in classe su singoli argomenti dei diversi contenuti e stimolo all'elaborazione della capacità critica e di comprensione dei più comuni fenomeni fisiologici e della risposta dell'organismo a quelli fisiopatologici.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Diapositive presentate a lezione e testi eventualmente consigliati dal Docente.
Testi di riferimento: