Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze
SCIENZE GEOLOGICHE
Insegnamento
MINERALOGIA
SC18106130, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
SCIENZE GEOLOGICHE
SC1162, ordinamento 2008/09, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 12.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese MINERALOGY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Geoscienze
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile LUCIANO SECCO GEO/06
Altri docenti PAOLO NIMIS GEO/09
ALBERTA SILVESTRI GEO/09

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Ambito mineralogico-petrografico-geochimico GEO/06 12.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
Turni
ATTIVITÀ DIDATTICHE A PICCOLI GRUPPI 0.33 5 3.25 3
ESERCITAZIONE 1.0 12 13.0 2
LABORATORIO 1.5 24 13.5 2
LEZIONE 9.17 73 156.25 Nessun turno

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
7 Commissione 2019/20 01/12/2019 30/11/2020 SECCO LUCIANO (Presidente)
SILVESTRI ALBERTA (Membro Effettivo)
NESTOLA FABRIZIO (Supplente)
NIMIS PAOLO (Supplente)
6 Commissione 2018/19 01/12/2018 30/11/2019 SECCO LUCIANO (Presidente)
SILVESTRI ALBERTA (Membro Effettivo)
NESTOLA FABRIZIO (Supplente)
NIMIS PAOLO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Il corso di Mineralogia richiede la conoscenza degli argomenti trattati nei corsi di Istituzioni di Matematica 1 e di Chimica Generale; inoltre, sono necessarie conoscenze base di geometria solida, di trigonometria piana e di fisica elementare (spettro elettromagnetico, propagazione delle onde, raggi luminosi, fenomeni di riflessione, rifrazione e diffrazione).
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il corso viene sviluppato in modo da fornire allo studente un’ampia conoscenza delle caratteristiche strutturali, chimiche e fisiche dei minerali; questi obiettivi vengono perseguiti attraverso lo studio della cristallochimica dei minerali e delle principali tecniche di indagine in ambito mineralogico.
In particolare, lo studente imparerà a riconoscere e descrivere autonomamente le caratteristiche morfologiche e di simmetria dei cristalli, le loro proprietà fisiche e a riconoscere i minerali macroscopicamente; inoltre, apprenderà le principali tecniche di riconoscimento dei minerali al microscopio polarizzatore e di studio e determinazione di composizione chimica (spettrometria) e di assetto strutturale (diffrattometria) dei cristalli.
Modalita' di esame: L'esame si sviluppa in tre fasi successive:
1. un test a risposta chiusa (una sola corretta su quattro proposte) che verte sull'intero programma;
2. una prova pratica di riconoscimento macroscopico di minerali e di descrizione morfologica di modelli cristallografici;
3. una prova orale.

Accede alla fase 2 chi ottiene nella fase 1 un punteggio non inferiore a 16/30.
Accede alla fase 3 chi ottiene nella fase 2 un punteggio non inferiore a 15/30
La valutazione finale è data dalla media ponderata fra i voti ottenuti nelle fasi 1 e 2 (30%) e la valutazione conseguita nella fase 3 (70%).
Criteri di valutazione: Lo studente deve dimostrare di aver compreso gli argomenti svolti durante il corso, di saperli sfruttare per risolvere semplici problematiche mineralogiche e di saper correlare fra loro le diverse proprietà dei minerali (fisiche, chimiche, morfologiche) per giungere a determinare con ragionevole approssimazione la natura della fase mineralogica (composizione chimica, struttura, fenomeni di isomorfismo e polimorfismo, ecc.), le condizioni ambientali di formazione della stessa, le possibili coesistenze con altri minerali. Inoltre, lo studente dovrà dimostrare di aver compreso il ruolo che i principali minerali hanno nella geodinamica terrestre.
Contenuti: 1) Principi di cristallografia: la periodicità, il reticolo di traslazione, concetto di maglia e cella elementare, assi cristallografici, indici di una faccia, elementi di simmetria puntuale, i sette sistemi cristallini e le 32 classi di simmetria; reticoli di Bravais, elementi di simmetria con
componente traslazionale, i gruppi spaziali.

2) Cristallochimica: composizione della litosfera e abbondanza degli elementi; tipi di legame nelle strutture cristalline; isomorfismo e soluzioni solide, i gruppi isomorfogeni, poliedri e numeri di coordinazione; i vari tipi di polimorfismo, politipismo; pseudomorfosi e paramorfosi; le proprietà fisiche dei minerali e relazioni con la cristallochimica: abito, peso specifico, durezza, frattura e sfaldatura, lucentezza, colore, reattività con acidi, magnetismo, radioattività. Esempi di strutture cristalline.

3) Ottica cristallografica: generalità sulle onde luminose; spettro visibile; luce polarizzata; riflessione e rifrazione; doppia rifrazione e birifrangenza; dispositivi polarizzanti; superficie degli indici; i colori d’interferenza; equazione di Johannsen, indicatrici ottiche, orientazione dell’indicatrice ottica nei diversi sistemi cristallini. Metodi di misura degli indici di rifrazione, osservazione dei cristalli col microscopio a luce polarizzata, in luce parallela e in conoscopia.

4) Teoria della diffrazione dei raggi X da parte dei cristalli: generalità sulle radiazioni X; interazioni tra radiazioni e cristallo; equazioni di Laue e di Bragg, reticolo reciproco, forma del reticolo reciproco e sue relazioni col reticolo diretto; simmetria di Laue; intensità di un effetto di diffrazione, il fattore di struttura. Il metodo delle polveri e il diffrattometro; metodi a cristallo singolo; tecniche spettrometriche: microsonda elettronica e fluorescenza; calcolo della formula cristallochimica di un minerale.

5) Mineralogia sistematica: generalità, composizione, struttura e caratteristiche fisiche dei più comuni minerali delle seguenti classi:
elementi nativi, solfuri, alogenuri, ossidi e idrossidi, carbonati, solfati, fosfati, silicati (nesosilicati, sorosilicati, ciclosilicati, inosilicati,
fillosilicati, tectosilicati)
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso si articola in ore frontali, esercitazioni e laboratori. E' prevista anche una escursione finalizzata allo studio dei minerali delle rocce e dei giacimenti nel loro contesto geologico.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I testi di riferimento 1, 2 e 3 sono in alternativa fra loro;
come atlante iconografico, si suggeriscono i testi 4 o 5, in alternativa fra loro.
Si segnalano anche i seguenti testi, disponibili in biblioteca:

per la mineralogia generale:
Klein and Philpotts; Earth Materials, Cambridge University Press

per la mineralogia sistematica:
Deer, Howie, Zussman; The Rock Forming Minerals, Longman
Gottardi; I Minerali, Boringhieri

Oltre ai testi di riferimento consigliati qui di seguito riportati, allo studente verranno fornite le slide del Power Point utilizzato dal docente a lezione.
Prima di acquistare i testi, si consiglia di attendere la prima lezione del corso.
Testi di riferimento:
  • Klein, Mineralogia. --: Zanichelli, --. Cerca nel catalogo
  • Carobbi, Mineralogia. --: USES, --. Cerca nel catalogo
  • Bonatti, Franzini, Cristallografia Mineralogica. --: Boringhieri, --. Cerca nel catalogo
  • Guastoni, Appiani, Tutto Minerali. --: Mondadori, --. Cerca nel catalogo
  • Mottana, Crespi, Minerali e Rocce. --: Mondadori, --. Cerca nel catalogo