Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
ARCHEOLOGIA
Insegnamento
LABORATORIO DI ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE (LASERT)
SUP8083222, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
ARCHEOLOGIA
LE0601, ordinamento 2008/09, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 3.0
Tipo di valutazione Giudizio
Denominazione inglese EXPERIMENTAL ARCHAEOLOGY WORKSHOP (LASERT)
Dipartimento di riferimento Dipartimento dei Beni Culturali: Archeologia, Storia dell'Arte, del Cinema e della Musica (DBC)
Obbligo di frequenza
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo NON è possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta Insegnamento riservato SOLO agli iscritti al corso di ARCHEOLOGIA

Docenti
Responsabile MASSIMO VIDALE L-ANT/10

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
ALTRO Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro -- 3.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Annuale
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LABORATORIO 3.0 24 51.0

Calendario
Inizio attività didattiche 30/09/2019
Fine attività didattiche 20/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2008

Syllabus
Prerequisiti: Ai partecipanti si richiede uno specifico interesse per la cultura materiale e le tecniche di interesse archeologico. Sarebbero utili anche la frequenza al corso di Archeologia dei Processi Produttivi (Prof. M. Vidale) e a quello della Prof. I. Angelini (Georisorse per i Beni Culturali; Metodi Chimici e Fisici di Analisi dei Beni Culturali).
Conoscenze e abilita' da acquisire: Il Laboratorio di Archeologia Sperimentale si propone di contribuire al superamento dello stato di "analfabetismo materiale" che comportano la nostra educazione e il nostro modo di vivere, spesso troppo lontani dal contatto diretto con le materie prime, lo strumentario e le tecniche del mondo non industrializzato. A tale scopo, nel Laboratorio si terranno sessioni di intervento pratico sull'argilla, la pietra, il metallo e altre materie prime, sotto la guida di docenti e istruttori specializzati, nel corso delle quali gli studenti "metteranno mano" sui materiali, sperimentando su di essi la propria manualità e ricavandone impressioni e informazioni altrimenti inaccessibili.
Ci si aspetta che dopo tale processo di confidence building, lo studente sarà in grado di migliorare notevolmente in senso critico il suo approccio allo studio della cultura materiale del mondo antico.
Modalita' di esame: Colloqui interattivi per la durata del corso, e alla sua conclusione.
Criteri di valutazione: Sarà valutata non solo la capacità del singolo di prendere parte attiva ai processi di trasformazione delle materie prime, ma anche la sua capacità di valutare criticamente i risultati delle proprie performance tecniche sugli oggetti e i contesti materiali via via prodotti.
Contenuti: Per l'anno 2019-2020 lavoreremo su due tematiche materiali distinte: ornamenti in ambra (replicazione e studio archeometrico di processi di trattamento termico delle ambre, per intensificarne il colore) e industria della selce scheggiata (per rivisitare in pratica, seppure in modo necessariamente compendiato, i principali passi dell'evoluzione tecnica di Homo in questo specifico settore).
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il Laboratorio prevede il trasporto nel locale dedicato di Ponte di Brenta delle materie prime oggetto dell'approccio sperimentale. Sotto la guida del docente e di specialisti appositamente convocati, lo studente potrà prima osservare, quindi provare a mettere in pratica le attività oggetto delle replicazioni sperimentali (per l'ambra, scheggiatura e sagomatura per abrasione degli oggetti, quindi levigatura ed esposizione a fonti di calore controllate; per la selce, l'intera sequenza di riduzione, con le diverse tecniche previste). Gli studenti opereranno in piena sicurezza, con materiali e dispositivi forniti dal docente, e saranno sistematicamente invitati ad osservare e valutare criticamente il ridondante rapporto tra i propri gesti ed opzioni tecniche e le trasformazioni subite dal materiale.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: I materiali di studio includeranno una serie di presentazioni Powerpoint fornite dal docente a supporto delle replicazioni sperimentali, nonché gli stessi prodotti delle replicazioni, da osservare e descrivere ai fini di comprendere l'interazione tra tecniche applicate e risultati ottenuti.
Testi di riferimento:

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Laboratory
  • Working in group
  • Problem solving
  • Work-integrated learning
  • Videoriprese realizzate dal docente o dagli studenti
  • Utilizzo di video disponibili online o realizzati

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere