Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
LINGUE, LETTERATURE E MEDIAZIONE CULTURALE
Insegnamento
STORIA CONTEMPORANEA
SFO2042685, A.A. 2019/20

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2019/20

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
LINGUE, LETTERATURE E MEDIAZIONE CULTURALE (Ord. 2018)
SU2294, ordinamento 2018/19, A.A. 2019/20
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese CONTEMPORARY HISTORY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta

Docenti
Responsabile GIULIA ALBANESE M-STO/04

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE23107947 STORIA CONTEMPORANEA GIULIA ALBANESE LE0604
LE23107947 STORIA CONTEMPORANEA GIULIA ALBANESE SU2294
LE23107947 STORIA CONTEMPORANEA GIULIA ALBANESE LE0609
LE34107947 STORIA CONTEMPORANEA GIULIA ALBANESE LE1855

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
BASE Discipline storiche, geografiche e socio-antropologiche M-STO/04 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso I Anno
Modalità di erogazione frontale

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
assistita
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 02/03/2020
Fine attività didattiche 12/06/2020
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2019/20 Ord.2018

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
4 1920 01/10/2019 30/11/2020 ALBANESE GIULIA (Presidente)
MILLAN MATTEO (Membro Effettivo)
FRANCIA ENRICO (Supplente)
MARTINI ANDREA (Supplente)
3 1819 01/10/2018 30/11/2019 ALBANESE GIULIA (Presidente)
FOCARDI FILIPPO (Membro Effettivo)
FRANCIA ENRICO (Membro Effettivo)
FUMIAN CARLO (Membro Effettivo)
BACCHIN ELENA (Supplente)
MILLAN MATTEO (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Gli studenti dovranno avere una conoscenza di base dei principali avvenimenti dell’età contemporanea.
Conoscenze e abilita' da acquisire: L’obiettivo principale di questo corso è fornire alcuni strumenti di analisi critica dei principali elementi di sviluppo della storia, in particolare europea, dell'età contemporanea, con particolare riferimento al ‘900.

In particolare verranno sviluppate alcune chiavi di lettura del ‘900 e degli ultimi trent’anni, a partire da alcuni temi fondamentali per la comprensione della contemporaneità quali le guerre e le guerre civili, i genocidi, il rapporto tra democrazia e dittatura, il welfare e la decolonizzazione. Non mancheranno frequenti riferimenti a un contesto storico di più lungo periodo, senza il quale alcuni dei fenomeni di cui andremo a parlare non sarebbero comprensibili. Al centro del corso vi sarà in particolar modo la storia europea, anche se non mancheranno riferimenti a contesti extraeuropei, ed in particolare al ruolo degli Stati Uniti e ai paesi coloniali.

La parte monografica del corso sarà dedicata ad approfondire il tema del rapporto tra storia e memoria collettiva, con un’attenzione particolare ai ‘luoghi della memoria’ come spazi di costruzione di identità collettive e politiche, e con particolare riferimento alla storia e alla politica culturale italiana ed europea del Novecento.

Le lezioni saranno organizzate in modo da sviluppare o rafforzare la capacità di analizzare la genesi e lo sviluppo di alcuni aspetti chiave della storia politica e sociale dell’età contemporanea e di ragionare intorno alle continuità storiche ma anche alle specificità dei diversi contesti, compreso il nostro presente.

Dal punto di vista metodologico obiettivo del corso è introdurre gli studenti alle principali questioni interpretative aperte per la lettura e la comprensione della storia del ‘900 e della contemporaneità più vicina, in modo da promuovere una conoscenza critica del passato (e del presente), di riflettere sull’uso politico e simbolico del linguaggio nel suo rapporto con il farsi della storia. La docente intende inoltre introdurre alcuni riferimenti alle fonti e ai principali metodi di ricerca sui temi trattati in modo da avvicinare gli studenti alle metodologie critiche della storiografia contemporaneistica.
Modalita' di esame: L’esame prevede una prova scritta tanto per i frequentanti che per i non frequentanti, sia di 9 che di 6 CFU.

Per tutti (salvo per i frequentanti da 9 cfu, che potranno sostituire un pezzo della prova con una tesina) la prova scritta si articolerà in due parti: la prima parte sarà volta alla verifica delle conoscenze di base sulla base dello studio manuale e di quanto insegnato durante il corso, per quanto riguarda i frequentanti; la seconda parte sarà dedicata al corso monografico (o ad un approfondimento dei temi della parte generale, per gli studenti da 6 cfu).

Per la verifica delle conoscenze della parte generale verranno proposte sette domande strutturate, ma si richiede di rispondere sinteticamente solo a sei di esse. Per la parte monografica verranno poi proposte tre domande aperte, e si richiede agli studenti di rispondere ampiamente a due di queste, che riguarderanno per gli studenti frequentanti da 6 CFU un approfondimento dei temi trattati a lezione, per i non frequentanti da 6 CFU una verifica della acquisizione dei contenuti del libro di Banti, Le questioni della storia contemporanea (Laterza, Roma-Bari 2010); per i frequentanti da 9 cfu la parte monografica e i materiali forniti durante il corso; per i non frequentanti la verifica della conoscenza dei contenuti del libro di Banti, Le questioni della storia contemporanea (Laterza, Roma-Bari 2010) e di una monografia a scelta tra quelle proposte.
La prova scritta durerà due ore.

Gli studenti frequentanti che portano l’esame da 6 CFU dovranno prepararsi sul manuale e sugli appunti delle lezioni che avranno frequentato.

Gli studenti frequentanti che portano l’esame da 9 CFU dovranno prepararsi sul manuale, sugli appunti della lezione che avranno frequentato e sul materiale che verrà proposto, per la parte monografica, durante il corso. Gli studenti frequentanti se vogliono potranno fare la parte generale come gli altri e una tesina, da sottoporre alla docente prima dell’esame, di approfondimento sulla parte monografica.

Per gli studenti non frequentanti da 9 CFU la prima parte sarà dedicata alla verifica delle conoscenze di base sulla base del manuale; la seconda parte sarà dedicata alla parte monografica. Gli studenti dovranno studiare una delle monografie proposte sul tema del corso e il volume di Alberto Mario Banti, Le questioni della storia contemporanea (Laterza, Roma-Bari 2010).

Gli studenti non frequentanti da 6 CFU, oltre a studiare il manuale, dovranno prepararsi sul volume di Alberto Mario Banti, Le questioni dell'età contemporanea (Laterza, Roma-Bari 2010).
Criteri di valutazione: Verranno valutate:
1) la conoscenza degli argomenti trattati nel corso e/o appresi autonomamente;
2) la conoscenza e la comprensione dei concetti e dei metodi proposti;
3) la capacità di comprendere e collocare fatti, eventi e sviluppi storici nello spazio e nel tempo;
4) la capacità di applicare tali conoscenze in modo autonomo e consapevole;
5) le abilità logico-argomentative, ovvero la pertinenza delle risposte rispetto alle domande; la capacità di costruire un proprio discorso critico pertinente, chiaro, efficace e personale.
Contenuti: La parte generale del corso sarà dedicata all'analisi di alcune questioni chiave della storia europea contemporanea (in particolare guerre e guerre civili, genocidi, democrazie e dittature, decolonizzazione, welfare) sia dal punto di vista storico che storiografico.

La parte monografica intende invece approfondire il rapporto tra storia e memoria collettiva, attraverso una riflessione sui ‘luoghi della memoria’ come momenti di costruzione delle identità politiche e delle culture politiche del Novecento.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Il corso procederà per lo più attraverso lezioni frontali, che affronteranno i temi tracciati attraverso una presentazione dei processi storici, delle interpretazioni storiografiche e di fonti di vario tipo.
Sono previsti anche dei momenti di confronto e discussione in aula per favorire il coinvolgimento degli studenti e per stimolare l'apprendimento. Se il numero degli studenti lo consentirà è prevista una parte finale di tipo seminariale.
Alcuni dei materiali di approfondimento saranno messi a disposizione degli studenti frequentanti attraverso la piattaforma Moodle.
La frequenza è vivamente consigliata.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: 1. La bibliografia d'esame, i testi e i powerpoint presentati a lezione saranno disponibili nella pagina Moodle del Corso.

TESTI DI RIFERIMENTO
Manuale:
Giovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto, Il mondo contemporaneo, Laterza, Roma-Bari 2019

Parte monografica:

Mario Isnenghi, a cura di, I luoghi della memoria. Simboli e miti dell’Italia unita, Laterza, Roma 1996
Mario Isnenghi, a cura di, I luoghi della memoria. Personaggi e date dell’Italia unita, Laterza, Roma 1997

Pierre Nora, a cura di, Les lieux de mémoire, t. 1, Gallimard, Paris 1997

Jay Winter, Il lutto e la memoria. La Grande Guerra nella storia culturale europea, Il Mulino, Bologna 1998
Testi di riferimento:
  • Sabbatucci, Giovanni; Vidotto, Vittorio, <<Il>> mondo contemporaneoGiovanni Sabbatucci, Vittorio Vidotto. Bari: Roma, Laterza, 2019.
  • Banti, Alberto Mario, <<Le >>questioni dell'età contemporaneaAlberto Mario Banti. Roma: Bari, GLF editori Laterza, 2010.

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lecturing
  • Case study
  • Interactive lecturing
  • Story telling
  • Files e pagine caricati online (pagine web, Moodle, ...)
  • Scrittura riflessiva

Didattica innovativa: Software o applicazioni utilizzati
  • Moodle (files, quiz, workshop, ...)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Uguaglianza di genere Pace, giustizia e istituzioni forti