Corsi di Laurea Corsi di Laurea Magistrale Corsi di Laurea Magistrale
a Ciclo Unico
Scuola di Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale
FILOSOFIA
Insegnamento
STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE
LEL1005692, A.A. 2023/24

Informazioni valide per gli studenti immatricolati nell'A.A. 2022/23

Principali informazioni sull'insegnamento
Corso di studio Corso di laurea in
FILOSOFIA
LE0599, ordinamento 2008/09, A.A. 2023/24
N0
porta questa
pagina con te
Crediti formativi 9.0
Tipo di valutazione Voto
Denominazione inglese HISTORY OF MORAL PHILOSOPHY
Dipartimento di riferimento Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)
Obbligo di frequenza No
Lingua di erogazione ITALIANO
Sede PADOVA
Corso singolo È possibile iscriversi all'insegnamento come corso singolo
Corso a libera scelta È possibile utilizzare l'insegnamento come corso a libera scelta
Corso per studenti Erasmus Gli studenti Erasmus+ o di altri programmi di mobilità possono frequentare l'insegnamento
General Course L'insegnamento è definito un General Course

Docenti
Responsabile FRANCESCA MARIN M-FIL/03

Mutuazioni
Codice Insegnamento Responsabile Corso di studio
LE03108385 STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE FRANCESCA MARIN LE0600

Dettaglio crediti formativi
Tipologia Ambito Disciplinare Settore Scientifico-Disciplinare Crediti
CARATTERIZZANTE Discipline filosofiche M-FIL/03 9.0

Organizzazione dell'insegnamento
Periodo di erogazione Secondo semestre
Anno di corso II Anno
Modalità di erogazione in presenza

Tipo ore Crediti Ore di
didattica
erogata
Ore Studio
Individuale
LEZIONE 9.0 63 162.0

Calendario
Inizio attività didattiche 26/02/2024
Fine attività didattiche 15/06/2024
Visualizza il calendario delle lezioni Lezioni 2023/24 Ord.2008

Commissioni d'esame
Commissione Dal Al Membri
12 a.a. 2023-2024 01/10/2023 30/11/2024 MARIN FRANCESCA (Presidente)
ZILIO FEDERICO (Membro Effettivo)
DA RE ANTONIO (Supplente)
GRIGOLETTO SIMONE (Supplente)
11 a.a. 2022-2023 01/10/2022 30/11/2024 ZILIO FEDERICO (Presidente)
MARIN FRANCESCA (Membro Effettivo)
RONCONI GIORGIO (Membro Effettivo)
DA RE ANTONIO (Supplente)
GRIGOLETTO SIMONE (Supplente)

Syllabus
Prerequisiti: Non sono richieste conoscenze o competenze preliminari; tuttavia, durante le lezioni, specialmente quelle iniziali, verranno fornite le conoscenze basilari per frequentare con profitto il corso.
Conoscenze e abilita' da acquisire: a) Introdurre alla conoscenza del dibattito etico contemporaneo e del suo sviluppo storico.
b) Favorire la capacità di comprensione e di valutazione dei problemi etici.
c) Sviluppare la capacità argomentativa e fornire strumenti linguistici e concettuali adeguati ad affrontare questioni etiche particolari.
Modalita' di esame: L’esame sarà orale e verterà sulle due parti in cui si articola il corso (cfr. voce “Contenuti”).
Criteri di valutazione: La valutazione terrà conto dei seguenti criteri:
a) conoscenza dei temi trattati nel programma;
b) capacità di esporre con linguaggio appropriato i concetti e le metodologie apprese;
c) capacità di elaborazione personale;
d) capacità critica e argomentativa.
Contenuti: Il corso affronta il tema della responsabilità sia sul piano teorico e concettuale che più direttamente applicativo, e si articola in due parti:

1) Il lessico etico-filosofico della responsabilità
Verrà innanzitutto proposta un'analisi etimologica del termine "responsabilità" in vista di una ricostruzione dei diversi significati del concetto etico in questione. Guardando poi alla riflessione etica sulla responsabilità nel suo sviluppo storico-concettuale, emergerà il carattere antecedente, e non solo conseguente, della responsabilità. Si coglieranno così i principali aspetti di quest’ultima, come ad esempio l’orientamento verso il futuro e la risposta-impegno nei confronti dell’altro. In tal modo, verrà indagato il rapporto tra la responsabilità e altre importanti nozioni etiche, quali libertà, autonomia e giustizia.

2) Il principio responsabilità: dalla teoria alla prassi
Muovendo dall’approccio offerto da Hans Jonas, si vaglierà il contributo del principio responsabilità dinnanzi al costante progresso scientifico e tecnologico. Emergeranno così i limiti di un’etica simmetrica e le ripercussioni nello spazio e nel tempo del potere crescente della tecnica. Verranno poi affrontate le applicazioni pratiche del principio responsabilità rispetto a temi quali i doveri verso le generazioni future, la sperimentazione sull’uomo e le tecniche di differimento della morte.
Attivita' di apprendimento previste e metodologie di insegnamento: Le lezioni, per lo più frontali, mireranno a coinvolgere gli studenti attraverso interventi, domande e discussioni.
Eventuali indicazioni sui materiali di studio: Le indicazioni sui materiali di studio saranno fornite all'inizio e nel corso delle lezioni. Tali indicazioni verranno riportate nello spazio Moodle dell’insegnamento, in modo tale che tutti possano reperirle. Per i non frequentanti non è previsto un programma d’esame differenziato.

N.B.: Per gli studenti che intendono acquisire 6 CFU, il programma d'esame è il seguente:
• P. Ricœur, Il concetto di responsabilità. Saggio di analisi semantica (1994), in Id., Il giusto, trad. it. di D. Iannotta, Sei, Torino 1998, pp. 31-56.
• F. Miano, Responsabilità, Guida, Napoli 2009.
• H. Jonas, Il principio responsabilità. Un'etica per la civiltà tecnologica, Einaudi, Torino 2009.
Testi di riferimento:
  • P. Ricœur, Il concetto di responsabilità. Saggio di analisi semantica. --: --, --. in P. Ricœur, Il giusto, trad. it. di D. Iannotta, Sei, Torino 1998, pp. 31-56.
  • Miano, Franco, Responsabilità. Napoli: Guida, 2009. Cerca nel catalogo
  • Jonas, Hans, Il principio responsabilità. Un'etica per la civiltà tecnologica. Torino: Einaudi, 2009. Cerca nel catalogo
  • Jonas, Hans, Tecnica, medicina ed etica. Prassi del principio responsabilità. Torino: Einaudi, 1997. Cerca nel catalogo

Didattica innovativa: Strategie di insegnamento e apprendimento previste
  • Lavori di gruppo
  • Utilizzo delle tecnologie per la didattica (moodle e/o altri strumenti per la didattica, software, video, quiz, wooclap)

Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile
Istruzione di qualita' Pace, giustizia e istituzioni forti